A - I n f o s

notiziario multilingue fatto dagli anarchici ** , per gli anarchici, sugli anarchici
Le notizie in tutte le lingue
Gli ultimi 30 messaggi (Homepage) Messaggi degli ultimi 2 settimane Gli archivi di A-Infos

Gli ultimi 100 messaggi, divisi per lingua
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021


A-INFOS VISION

ISCRIVITI!
ad A-Infos-It, il notiziario italiano


Oppure


Discover all the other OPTIONS
notiziario multilingue fatto dagli anarchici ** , per gli anarchici, sugli anarchici

Ci siamo dati un compito:
essere gli scrivani del popolo.
Sul lato opposto della storia,
la storia è cominciata.
Ed avrà nuovi autori.
La storia morde.
E noi anche.


Scoprite le OPZIONI a disposizione.Le news list sono divise per lingua, per progetti e per modalità di distribuzione.
Provate Mailman il centro e-mail automatico di A-Infos...

Il nostro contributo alla lotta per una società libera è di distribuire notizie ed articoli in diverse lingue, e riguardanti una vasta gamma di situazioni.
Si va dalle lotte sul lavoro a quelle per l'ambiente e contro l'imperialismo; dalla battaglia contro il razzismo, a quelle contro il sessismo e l'omofobia.

lots of work to do

A-INFOS-ORG

I servizi di news di A-Infos sono democraticamente autogestiti da un collettivo di gestione internazionale. Ecco come partecipare. Invitiamo a partecipare soprattutto le donne, chi non parla l'inglese, chi non vive in Europa né in America. Queste sono le regole che ci siamo dati [alcune solo in inglese].

A-INFOS VISION

La coordinazione del Progetto A-infos è gestita da una collettiva di attivisti rivoluzionari antiautoritari e anticapitalisti, coinvolti con la lotta di classe, che considerano la stessa una lotta sociale totale.

Queste persone si autodefiniscono anarchici sociali rivoluzionari di classe, anarco-comunisti, comunisti libertari ed altri che hanno opinioni simili a questi, ma adoperano altre "etichette".

A-infos è gestito da persone che considerano l'anarchismo una teoria sociale, e che un ordine sociale nuovo senza classi si può avere soltanto tramite la rivoluzione. Questa rivoluzione può avverarsi soltanto con la rivolta della maggior parte della classe operaia.

In particolare, l'anarchismo che noi intendiamo e promuoviamo è quello dei martiri di Haymarket, nonché quello degli espulsi da Karl Marx dalla prima internazionale per aver criticato il suo autoritarismo ed il degrado elitista ed avanguardista delle masse della classe operaia.

Non sosteniamo quel tipo di anarchismo che è proposto da alcuni pseudomodernisti e pseudorivoluzionari, i quali considerano l'attività simbolica un sostituto per la lotta di massa, né sosteniamo l'anarchismo degli "umanisti" che ritengono che altri compiti siano ugualmente o addirittura più importante della lotta rivoluzionaria per l'abolizione del sistema capitalista. Il lavoro di A-infos non è ispirato da motivi egoisti o egocentrici, dall'individualismo, dal primitivismo, dal "capitalismo libero senza lo stato" o anche uno stato senza il capitalismo libero - che si oppone all'ordine attuale capitalista senza però proporre un modello di un moderno ordine sociale di libertà, eguaglianza e solidarietà.

L'uso di un'etichetta anarchica non è una garanzia per la distribuzione di testi da parte di A-infos.

Nell'ambito della lotta per una società libera, noi diffondiamo notizie e articoli in diverse lingue, che trattano di una vasta gamma di situazioni di lotta, tra cui le lotte per il lavoro e l'ambiente nonché le lotte contro il razzismo, la discriminazione sessuale e l'omofobia. A-infos diffonde anche notizie sulle lotte anticolonialiste dei popoli indigeni contro i colonizzatori, la marginalizzazione e per il lavoro, nonché notizie sulle lotte antinazionaliste ed antiregionalseparatiste poiché i lavoratori non hanno paese, ma l'intero mondo...

A-infos è un'agenzia di stampa specializzata al servizio (come meglio intendiamo noi) del movimento rivoluzionario degli attivisti anti-capitalisti che si battono nelle diverse lotte sociali contro la classe capitalista ed il suo sistema sociale.

A-infos non è un servizio aperto e "liberale" che diffonde qualsiasi cosa che piace a "noi" - non è Indymedia. E' anzitutto uno strumento di diffusione gratis di informazione da e riguardanti gruppi anarchici (ed altri rivoluzionari antiautoritari) che sono coinvolti nella lotta.

I lavoratori ad A-infos non si credono di avere il diritto di scegliere chi, sul campo anarcosociale, è un vero anarchico e chi non lo è. Ciononostante, dato che le risorse sono limitate, abbiamo il diritto ed il dovere di scegliere autonomamente che cosa diffondere ossia, decidiamo quali sono i migliori contributi e collaboratori. La libertà di associazione sulla quale si basa il collettivo A-infos significa nulla se non esiste la libertà di non associarsi, se così scelgono i lavoratori.

Esiste un ruolo per A-infos nel movimento anarchico mondiale. L'informazione è una forza. A-infos aiuta nello svilupparsi di un senso di movimento mondiale. Fino ad un certo punto, A-infos è anche uno dei pochi strumenti organizzativi internazionali del movimento, ma per tenere questo ruolo, deve rimanere strumento al servizio del movimento e non un servizio di informazione per chiunque.

A-infos non è soltanto uno strumento interno del movimento. Come l'Anarchist FAQ, è anche un mezzo per presentare il movimento ad un pubblico più grande e ad una nuova generazione, e per metterli al corrente con gli aspetti internazionali del movimento.

A-infos è un'agenzia autonoma di stampa anarchica non al servizio di nessun movimento "sociale". La partecipazione di anarchici auotproclamati (o veri) non è una garanzia di un eventuale diffusione di contributi. Neanche la nostra simpatia per certi movimenti garantisce la diffusione delle loro notizie. Così, A-infos diffonde le notizie ed articoli di analisi che i suoi lavoratori vogliono condividere con la comunità mondiale degli attivisti non-autoritari - principalmente notizie dai rivoluzionari collettivi antiautoritari e relazioni sull'azione diretta di lotta sociale sia degli attivisti sia della gente comune nella loro vita quotidiana.

Chi non è soddisfatto con i servizi che forniamo, è libero di usufruire di altri servizi o di costruire il proprio servizio.

A-infos è uno strumento del movimento per l'organizzazione, per la propaganda e per l'informazione. Non è semplicemente una serie di "notizie dagli anarchici, riguardante gli anarchici o di interessa agli anarchici".

Search ainfos with Google.com

... servi dei servi dei ...


Ultime notizie:

(it) cub.it: Proclamazione sciopero generale dei settori privati e pubblici su tutto il territorio nazionale per l'intera giornata del 18/10/2021
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Jul 31 07:36:42 GMT 2021

Presidente del Consiglio ---- Mario Draghi ---- Palazzo Chigi ---- Piazza Colonna, 370 00186 Roma ---- Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ---- Andrea Orlando ---- Via Fornovo,8 ---- 00182 Roma ---- Ministro della Funzione Pubblica ---- Renato Brunetta ---- Corso Vittorio Emanuele II, 116 ---- 00186 Roma ---- Presidenza del Consiglio dei Ministri ---- Dipartimento Funzione Pubblica ---- Ministro dello Sviluppo Economico ---- Giancarlo Giorgetti ---- Via Molise, 2 ---- 00187 Roma ---- Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili ---- Enrico Giovannini ---- Via Nomentana, 2 ---- 00161 Roma ---- Ministro dell'Economia e delle Finanze ---- Daniele Franco ---- Via XX Settembre, 97 ---- 00187 Roma ...


(it) CIB UNICOBAS Scuola & Università:SOLIDARIETA' AI LAVORATORI DELLA GKN
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Jul 31 07:36:36 GMT 2021

La Confederazione C.I.B. Unicobas esprime piena solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori della GKN e a tutti coloro che stanno lottando per la difesa del posto di lavoro e del reddito. ---- L'accordo firmato tra governo Draghi e sindacati concertativi CGIL, CISL, UIL per lo sblocco dei licenziamenti sta producendo i suoi effetti deleteri: in diversi settori, dalla componentistica auto, alla siderurgia, alla logistica, fioccano i licenziamenti. Quello della GKN è l'esempio più clamoroso di una lunga sequenza. ---- Dopo mesi in cui il miraggio della ripresa è stato alimentato dal mito delle risorse europee, vediamo con chiarezza che Recovery Plan e Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza non portano nessun ristoro ai lavoratori, anzi, diventano occasioni di ulteriore profitto e ...


(it) Anarres info: ANARRES DEL 16 LUGLIO. LIBIA: LAGER E RESPINGIMENTI. G8. COSA CI RESTA DI GENOVA? STATI UNITI: LICENZA DI UCCIDERE CHI BLOCCA LA STRADA...
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Jul 31 07:32:41 GMT 2021

Il nostro nostro viaggio del venerdì su Anarres, il pianeta delle utopie concrete. ---- Dalle 11 alle 13 sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Anche in streaming ---- Ascolta e diffondi il podcast: ---- Anarres del 16 luglio. Libia: lager e respingimenti. G8. Cosa ci resta di Genova? Stati Uniti: licenza di uccidere chi blocca la strada... ---- Dirette, approfondimenti, idee, proposte, appuntamenti: ---- Libia. Cambiare tutto, perché tutto resti come prima. ---- La scorsa settimana abbiamo posto l'accento sul quadro geopolitico in cui si inseriscono le missioni italiane all'estero, che il parlamento ha appena rifinanziato. In questa puntata abbiamo spostato il fcus sulla Libia.
Per salvarsi la faccia, contestualmente al rifinanziamento delle missioni ...



(it) Appello per la Settimana della solidarietà internazionale con i prigionieri anarchici | 23 - 30 agosto 2021 Da ANA (pt) [traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Jul 31 07:32:33 GMT 2021

C'è una bugia fondamentale nella società capitalista, una promessa che non si avvera mai, la promessa di libertà: devi solo lavorare sodo. E ogni volta che ci imbattiamo in una nuova crisi del capitalismo, diventa visibile. ---- Alcuni dicono che il Covid-19 è una crisi sanitaria. Ma non è! Il Covid-19 è un'altra crisi causata dal capitalismo e dal suo desiderio di più ricchezza e crescita. La contaminazione di terre fertili attraverso l'agricoltura industriale, il furto di habitat per l'uomo e la fauna selvatica attraverso politiche di estrazione che convertono foreste rigogliose in deserti, è la follia del capitalismo che spinge l'umanità verso nuove frontiere dove più ci aspetta virus.
Quest'anno ha portato più ingiustizie sociali ed economiche, più sofferenze, ma ...



(it) La rivoluzione sociale globale o la brutalità di stato e capitalismo. 85° anniversario della rivoluzione spagnola
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Jul 30 07:14:32 GMT 2021

Il 19 luglio 1936 le sirene delle fabbriche di Barcellona non suonano per l’inizio del turno. È il segnale concordato dei comitati di fabbrica della Confederazione Nazionale del Lavoro (CNT) per l’azione dei comitati di difesa della Confederazione. L’esercito fascista, dopo aver neutralizzato il governo della Catalogna (che si era rifiutato di fornire armi alla CNT), invade la città. CNT, FAI e Gioventù Libertaria hanno già organizzato la difesa sociale e di classe, espropriando armi, che vengono distribuite al proletariato organizzato. I rivoluzionari e le rivoluzionarie della CNT-FAI, grazie alle informazioni raccolte sull’imminente attacco alla città da parte dell’esercito fascista, costruiscono barricate e si preparano alla controffensiva. In tutta la Spagna, là ...


(it) [Turchia] DAF Fellows Informazioni sugli eventi del 20/07/ Da ANA (tr)
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Jul 30 06:12:32 GMT 2021

Sei anni fa, il 20 luglio, 33 rivoluzionari anarchici e socialisti furono assassinati a Suruç in un attacco kamikaze dell'ISIS (Stato Islamico) in collaborazione con lo Stato turco. Hanno fatto un sogno. Avevano intenzione di ricostruire Kobane, che era stata distrutta dall'ISIS. ---- Ieri (20/07) siamo stati in piazza, come facciamo ogni anno in onore dei nostri 33 compagni e amici. Anche lo Stato era in strada con tutte le sue forze di polizia. Il quartiere di Kadiköy è stato occupato dalla polizia, che ha attaccato la manifestazione. 65 ribelli, tra cui 10 nostri compagni, sono stati brutalmente arrestati. La tortura è continuata nei veicoli della polizia, negli ospedali e nelle stazioni di polizia. La polizia ha buttato giù per le scale un nostro compagno, in un ospedale. ...


(it) UCADI, Newsletter, #148 - Agricoltura, lavoro, emigrazione
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Jul 30 06:10:07 GMT 2021

Quando ci si occupa di economia e lavoro in Italia si pensa subito all'industria, senza tenere conto dell'importanza dell'agricoltura e delle attività ad essa collegate che costituiscono nell'insieme il settore più dinamico dell'economia del paese e nemmeno si indaga su quanti e quali lavoratori impiega il settore. Eppure, l'agricoltura costituisce la locomotiva dell'economia italiana: il sistema agroalimentare italiano rappresenta il 15% del Pil nazionale e il settore registra la maggiore crescita del Pil, con un balzo del 3,9% del valore aggiunto in termini congiunturali. mentre aumenta l'occupazione nelle campagne. Lo afferma anche la Coldiretti, basandosi su dati Istat relativi al primo trimestre 2021, che confermano un trend in costante miglioramento, con una crescita dell'1,3% ...


(it) cab anarquista - 24J: Gente forte in strada contro il governo genocida! Crea il potere delle persone! (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Jul 30 05:59:44 GMT 2021

Gli atti contro il governo Bolsonaro segnano l'insoddisfazione contro questo progetto di genocidio per il popolo. Dobbiamo andare oltre, poiché questa realtà marcia non verrà trasformata dall'oggi al domani. È necessario agire ora alla base, nei quartieri, nei sindacati, tra gli studenti, nei movimenti delle donne, nella diversità sessuale, con i popoli indigeni, nella lotta contadina, nelle occupazioni, nelle azioni di sostegno reciproco nelle quebradas, insomma, in ogni luogo dove le classi oppresse si organizzano e combattono. ---- Dobbiamo organizzarci per combattere quotidianamente, insieme alle azioni per costruire azioni combattive di blocchi, scioperi, scioperi e picchetti. Il Frente Amplio che vogliamo formare è con le persone che soffrono la fame e soffrono per ...


(it) Organización Anarquista de Córdoba: A 89 anni dalla morte di Errico Malatesta (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Jul 30 05:59:27 GMT 2021

Lo ricordiamo come uno dei più importanti referenti dell'anarchismo organizzato. Un militante eccezionale che, con la sua teoria e la sua prassi, ha promosso la costituzione di sindacati nell'ambiente operaio e di giornali rivoluzionari con i quali diffondere idee, tra l'altro. la sua proposta di un'organizzazione basata sui principi storici del movimento anarchico, con un'etica incrollabile, impegno e responsabilità e, soprattutto, la necessità di unire l'ambiente sociale insieme agli oppressi nella lotta contro il sistema di dominio, noi segna oggi il cammino di quelli di noi che combattono per la costruzione di un popolo forte e di un futuro socialista in libertà nella nostra vita quotidiana.
"La promozione di tutti i tipi di organizzazioni popolari è la logica conseguenza ...



(it) Canada, Collectif Emma Goldman - Haiti: la popolazione haitiana preoccupata per l'arrivo di truppe militari straniere (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Jul 30 05:59:14 GMT 2021

Nella notte tra il 6 e il 7 luglio, il presidente haitiano Jovenel Moïse è stato assassinato da un commando nella sua casa di Pétion-Ville. Da questo evento il Paese è nuovamente sprofondato in una grave crisi e l'incertezza regna più che mai. Mentre l'ora è alla ricerca di indizi che porteranno all'arresto degli assassini, la popolazione haitiana trattiene il fiato e l'angoscia è palpabile di fronte a ciò che dovrà subire il popolo della perla delle Antille. Di recente, il primo ministro Claude Joseph ha sollevato l'idea di fare appello a truppe militari straniere (dalle Nazioni Unite e dagli Stati Uniti) per proteggere le infrastrutture vitali del Paese come l'aeroporto della capitale, Port-au-Prince, e il principale porti. Diverse organizzazioni della società civile haitiana ...


@

ultimi aggiornamenti: Sat Jul 31 09:36:43 2021