A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, UCL AL #318 - Dossier Rivoluzione haitiana: in Guadalupa, nonostante la resistenza, Bonaparte ristabilisce la schiavitù (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Fri, 10 Sep 2021 09:56:39 +0300


Nel maggio 1802, una brutta sensazione provocò un ammutinamento antischiavitù, che fu presto schiacciato. Ma l'eco del ritorno della schiavitù in Guadalupa provocherà l'insurrezione popolare a Santo Domingo. ---- Oltre a Santo Domingo, il regno di Francia ha avuto, nel XVIII °secolo, più piccole "isole di zucchero" dei Caraibi, come la Guadalupa e Martinica. Ma lì, i coloni bianchi avevano difeso fermamente il loro potere e avevano persino fatto appello per la protezione della corona britannica contro le follie egualitarie della Rivoluzione francese. Così nel marzo e nell'aprile 1794 l'esercito inglese si impadronì delle due isole. Occuperà la Martinica fino al 1802, che quindi non subirà l'abolizione della schiavitù. In Guadalupa, invece, le forze repubblicane contrattaccarono brandendo la legge abolizionista, gli schiavi insorsero e gli anglo-realisti furono cacciati nel dicembre 1794.

Memoriale del sacrificio di Delgrès, a Basse-Terre (Guadalupa).
Scultura di Jacky Poulier, 1998.
Seguirono sei anni di governo repubblicano. Come a Santo Domingo, questo ha cercato di rilanciare l'economia della piantagione, tramite il salariato, per spedire zucchero nelle metropoli. E anche qui neri e mulatti hanno guadagnato importanza nell'esercito.

Tutto fu però rimesso in discussione nel giugno 1801 con l'arrivo a capo della colonia di un "capitano generale", Lacrosse, nominato da Bonaparte. Reattivo, perseguita gli ufficiali di colore. Tanto che alla fine di ottobre una rivolta lo rovescia; al suo posto prende il posto il colonnello mulatto Magloire Pélage. Ma Pélage non sarà il Toussaint Louverture della Guadalupa. Lealista nei confronti di Parigi, nel febbraio 1802 approvò la spedizione del generale Leclerc per riprendere il controllo di Saint-Domingue. E quando, il 6 maggio, vide una spedizione simile sbarcare in Guadalupa - 3.500 soldati comandati dal generale Richepance - Pélage si sottomise.

Statua del Capitano Ignace, ad Abymes (Guadalupa).
Scultura di Jacky Poulier, 1998.
Ultima resistenza a Matouba
Questa ripresa in mano però odora troppo di potere bianco e di un possibile ritorno della schiavitù. Inoltre, molto presto, scoppiò un ammutinamento. In testa: il comandante mulatto Louis Delgrès e il capitano nero Joseph Ignace. Ma le forze non erano uniformi e i combattenti della resistenza furono schiacciati dopo tre settimane da Pélage e Richepance. Il 25 maggio, gli 800 difensori della ridotta di Baimbridge furono massacrati; Ignazio preferisce suicidarsi. Tre giorni dopo, diverse centinaia di insorti - uomini, donne e bambini - guidati da Delgrès furono circondati in una casa a Matouba. Resistono piede contro piede e si gridano: "Vivi liberi o muori!""Non mentono. Senza alcuna illusione sull'esito della rissa, hanno riempito l'edificio di cariche di polvere da sparo. Quando i soldati francesi vi penetrano, tutto salta[1].

Statua del mulatto Solitude, ad Abymes (Guadalupa).
Scultura di Jacky Poulier, 1998.
Vincitore, Richepance si sente crescere le ali. Il 17 luglio 1802, senza l'approvazione di Parigi o la consultazione con il suo omologo Leclerc, firmò un decreto che revocava la cittadinanza a tutti i neri e mulatti e ristabiliva la schiavitù! La notizia attraversa rapidamente il mare e provocherà a Saint-Domingue l'insurrezione popolare che sarà fatale all'occupante francese. Il 9 agosto 1802, il generale Leclerc inviò una lettera amara a Bonaparte, deplorando il decreto di Richepance, pubblicato "tre mesi troppo presto" , in "modo moltoimpolitico e molto maldestro per Saint-Domingue".

Guillaume Davranche (UCL Montreuil)

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Dossier-Revolution-haitienne-En-Guadeloupe-malgre-la-resistance-Bonaparte
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it