A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Canada, Collectif Emma Goldman -[Lotta al patriarcato]Single sex: uno strumento di emancipazione (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 9 Sep 2021 08:21:24 +0300


Non mischiare: due paroline che fanno nascere grandi dibattiti. Coloro che ne sono sostenitori si vedono rapidamente etichettati come brutte femministe separatiste. Tuttavia, è uno strumento politico di emancipazione, essenziale nel processo di sensibilizzazione specifico delle lotte femministe. ---- Testo dal sito web dell'Unione comunista libertaria. Link all'originale, qui . ---- Come membri della categoria sociale delle "donne", subiamo ogni giorno un sacco di aggressioni: fischi, riflessioni sessiste, pubblicità, mani sulle natiche, battute maschili ... Siamo stati tutti più o meno direttamente confrontati con violenza, attraverso la nostra esperienza personale o quella dei nostri cari. Poter dire questa violenza è poterne prendere coscienza e soprattutto poterla politicizzare: non si tratta di semplici accidenti di corso individuale ma di tanti atti sociali, tollerati e incoraggiati dal sistema patriarcale. È essendo consapevoli di ciò che possiamo dare una risposta collettiva e politica a tutti gli atti di violenza di genere che viviamo quotidianamente.

Una parola più libera

È più facile affrontare questi temi in un gruppo dello stesso sesso, in particolare perché la presenza di uomini può incoraggiare alcuni a ridurre al minimo la violenza subita, per paura di apparire accusatori nei confronti dei loro compagni maschi. Inoltre, quando gli uomini partecipano a questo tipo di scambi, non è raro che parassitino il dibattito affermando che sono per l'uguaglianza di genere e che non hanno mai, mai, un comportamento sessista. Inoltre, come sappiamo, negli spazi misti il parlare tende ad appropriarsi degli uomini, che spesso si sentono più legittimati a parlare, anche su argomenti che non li riguardano direttamente. Allo stesso modo in cui dovrebbero stare attenti a non confiscare la parola delle donne, dobbiamo acquisire fiducia in noi stessi per sentirci legittimi come loro per esprimerci in pubblico. Per alcuni, questo significa in particolare un primo intervento in un ambiente non misto, che è più facile e spesso meno angosciante.

Riunirsi per discutere di femminismo, patriarcato, modalità di azione, ecc., non è così banale come può sembrare: gruppi di donne che si occupano di politica, da sole, che sono autosufficienti, organizzarsi è ancora raro, anche in circoli politicizzati.

Una storia di politica

Tanto più che se il non meticciato femminile è spesso contestato, quello degli uomini che spesso si verifica di fatto, in particolare in alcuni gruppi militanti di sinistra, non è, esso, soggetto a prudenza. Ribatteremo che questa non mescolanza maschile non è intenzionale, a differenza di quella delle donne. È qui che la scarpa pizzica: le donne si escludono da certi gruppi politici troppo virilisti dove non trovano il loro posto. Quindi, anche se non è affermato, il sesso maschile single è creato da uomini che adottano atteggiamenti poco favorevoli all'integrazione delle donne nei loro gruppi (scherzi maschili, gare di virilità, ecc.). Come femministe,

"Il sesso unico è escludente e discriminante"

Il non mescolarsi è prima di tutto una pratica tra sé e non una pratica escludente e discriminante. Gli uomini non sono discriminati: non sono esclusi per il loro sesso biologico, ma per il posto che occupano nel sistema patriarcale, cioè quello di dominante. Questa posizione, anche se non ne approfittano intenzionalmente, porta comunque loro innegabili benefici materiali, sociali e politici (non vengono violentate, maltrattate, escluse, picchiate, sminuite... e tanto meglio!).

Si tratta quindi soprattutto di trovarsi in una cornice non mista tra persone oppresse dallo stesso sistema (il patriarcato) per darsi gli strumenti per combattere la dominazione maschile. Inoltre, lo svolgimento di incontri tra persone dello stesso sesso non impedisce che questi temi vengano discussi anche in un ambiente misto.

Auréline (alternativa Libertaire Tolosa)

Inserito 18 ore fa da Collectif Emma Goldman

http://ucl-saguenay.blogspot.com/2021/09/lutte-contre-le-patriarcat-non-mixite.html
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it