A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Canada, Collectif Emma Goldman - Montreal: incendiate due macchine edili sul terreno di Ray-Mont Logistiques (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sun, 5 Sep 2021 09:42:27 +0300


Nella notte tra il 25 e il 26 agosto, una pala meccanica e un bulldozer sono stati dati alle fiamme dagli oppositori del progetto di trasbordo merci Ray-Mont Logistiques nel settore Assomption Sud-Longue-Pointe, vicino al porto di Montreal. Se il progetto andrà a buon fine, comporterà il passaggio di cento vagoni ferroviari al giorno che trasportano container, 150.000 viaggi all'anno, 1.000 camion al giorno, operazioni 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 10.000 container permanentemente accatastati su un lotto libero di 2,5 milioni di piedi quadrati a pochi passi da un quartiere residenziale. Lo stesso promotore (!) ha dichiarato che sarà un vero disastro per i residenti vivere accanto a queste strutture di trasbordo[1]. Non ci sarà più alcuna qualità di vita per la gente del quartiere.

Oltre a ciò, questo progetto è anche un disastro per l'ambiente e gli spazi verdi della città, specialmente in una metropoli come Montreal, dove alcuni quartieri hanno un disperato bisogno di inverdimento a causa dell'espansione urbana e degli sviluppi industriali. A fronte dell'acquisto del terreno, che in precedenza apparteneva alla società metallurgica Canadian Steel Company, nel 2016 da Ray-Mont Logistiques, il comune di Mercier - Hochelaga-Maisonneuve ha cercato di bloccare il progetto rifiutandosi di concedere loro il permesso di costruire che permettesse loro di andare avanti. Secondo il distretto (i funzionari eletti sono cambiati da allora), il progetto non ha accettabilità sociale. Tuttavia, Ray-Mont Logistiques ha vinto la causa andando alla Corte Suprema e vincendo in Corte d'Appello. Per aggiungere la beffa al danno, Ray-Mont Logistiques ha avviato una causa contro la City nel febbraio 2021 per chiedere 373 milioni di dollari di danni. D'ora in poi, tutti i mezzi legali sono esauriti e non resta che la mobilitazione dei cittadini di ogni tipo per bloccare questo progetto dannoso per l'ambiente e la vita umana. Ci sono persone che si stanno mobilitando. Recentemente, due macchine edili sono state incendiate nell'area di Ray-Mont Logistiques. Ecco il comunicato stampa relativo all'azione:

"Signor Raimondo,

Di recente abbiamo appreso che eri qualificato per una sovvenzione dal governo del Quebec per un importo di $ 580.000 per il tuo contributo alla lotta contro il cambiamento climatico. Congratulazioni! Volevamo anche sporcarci le mani. Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di alleggerire l'armamentario dei tuoi macchinari pesanti grigliando due delle tue Tonka. Nella notte tra il 25 e il 26 agosto abbiamo dato fuoco a un escavatore a cucchiaia rovescia e a un bulldozer davanti al guardiano notturno.

Quindi lascia stare i pioppi e il pesce! Prendetevi del tempo per voi stessi, allo chalet, al mare, magari una passeggiata nel bosco vi farà capire che nel vostro cemento non c'è vita.

Sembra ovvio che la bestia laboriosa che sei difficilmente risentirà della perdita di qualche attrezzatura. Notiamo infatti che il lavoro sta andando bene nonostante tutto. Sei sulla strada sbagliata. Il lavoro deve cessare immediatamente e noi affronteremo questo compito con le unghie e con i denti, qualunque cosa accada. L'invito è quindi lanciato per un caldo autunno!

Ci vediamo di nuovo molto presto.

Cittadini preoccupati"

Credito fotografico: Jacques Nadeau, Le Devoir .
Un quartiere privo di spazi verdi. Una lotta per la vita

A nord-ovest del terreno incolto, c'è il bosco di Steinberg, anch'esso in pericolo da un progetto di installazione di una stazione di trasformazione di Hydro-Quebec (che può essere installata altrove), lungo il percorso della Rete. Eastern Metropolitan Express (REM ) che dovrebbe attraversare l'area boschiva nonché il prolungamento del Boulevard de L'Assomption a sud[2]. L'ex amministrazione del comune di Mercier-Hochelaga-Maisonneuve chiamava questi progetti distruttivi Città della Logistica, mentre da tre anni, con il cambio della guardia, l'area ha ora preso il nome di Ecoparco Industriale della Grande Prairie. In realtà, si tratta ancora una volta di progetti di inverdimento che non sono in alcun modo "ecologici" includendo la piantumazione di alberi e tetti verdi nelle nuove costruzioni, ma niente per alleviare il disastro che tutti questi progetti causeranno. È necessario includere anche l'inquinamento ei pericoli per la salute (ei problemi di salute che inevitabilmente si presenteranno) delle persone che vivono in quest'area. Dipende tutto dall'industria, il capitalismo ha sempre negato la vita e continuerà finché esisterà questo sistema micidiale.

Di fronte a questo, la resistenza dei cittadini non solo si oppone, ma offre anche spunti: "Potremmo avere serre per l'agricoltura urbana, una porzione di parco, un luogo per eventi musicali e circensi festivi, una pista ciclabile. , un parco per cani, elenca Cassandre. Charbonneau-Jobin, residente a Viauville. Sarebbe costoso, certo, ma il prezzo dell'inazione sui cambiamenti climatici ci costerà ancora di più. "[3]. Altri parlano di un corridoio ecologico da nord a sud di Montreal[4]. Ricorda che non molto tempo fa, questa terra desolata ospitava un ruscello, bacini d'acqua e alberi che avevano diversi decenni.

[1]Le Devoir , Cittadini unici contro un progetto edilizio "disastro" .

[2]Le Devoir , un distretto diviso tra sviluppo industriale e sviluppo umano .

[3]Ibidem .

[4]Radio-Canada , Il lavoro di Ray-Mont Logistiques nell'est di Montreal rinviato in autunno .

fa da Collectif Emma Goldman

http://ucl-saguenay.blogspot.com/2021/08/montreal-deux-engins-de-chantier.html
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it