A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Laboratorio libertario Alfredo López: LEONARDO ROMERO E LA CRIMINALIZZAZIONE DELL'ATTIVISMO SOCIALISTA NEGLI SPAZI PUBBLICI A CUBA (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 13 May 2021 09:59:55 +0300


Il 30 aprile, Leonardo Romero Negrín è stato arrestato con violenza dalla polizia, in una manifestazione a Obispo e Aguacate -Habana Vieja- con un cartello che diceva "Socialismo sì, repressione no". ---- Leo, come lo chiamano quelli di noi che lo conoscono, è un volontario nei gruppi di assistenza per anziani e persone vulnerabili a Cuba, chiamati SAF (Family Attention System); un membro attivo della sua comunità - il comune di Centro Habana - dove svolge attività educative con bambini per lo più emarginati; partecipativo e integrato nella vita culturale e politica del suo centro di studi, la Facoltà di Fisica dell'Università dell'Avana, dal punto di vista della difesa della tolleranza e della convivenza politica. Allo stesso modo, Leo aiuta a prendersi cura, insieme a un gruppo di coetanei, di un amico disabile. Ha partecipato alla manifestazione del 27 novembre davanti al Ministero della Cultura della Repubblica di Cuba chiedendo la fine della repressione e il rispetto della Costituzione. Ha anche partecipato al Tángana nel Parco Trillo, un evento che doveva essere una risposta da sinistra a quanto sopra.

Non stiamo parlando di un agente della CIA o di un mercenario. Figlio di uno spazzino e di un insegnante, persone provenienti da settori umili della realtà cubana, Leo conosce in prima persona la povertà e l'emarginazione che esiste in una delle aree a più alta densità di popolazione a Cuba con un alto indice di precarietà.

Il Leone è proprio un buon esempio del modello di cittadino che ogni Stato "rivoluzionario" e "socialista" cerca di formare. Riteniamo che il motivo per cui, dopo averlo rilasciato con una multa minima, il Dipartimento della Sicurezza di Stato insiste per molestarlo - è perseguito per un'inaccettabile accusa di disordine pubblico che comporta pene fino a cinque anni di carcere - è che La semplice esistenza pubblica di Leo è un focus sulla verità di ciò che è diventata la "Rivoluzione": Saturno che divora i suoi figli - ciò che Fidel Castro ha detto non sarebbe stato.

Chiediamo la fine delle molestie e della persecuzione della polizia nei confronti di Leonardo Romero Negrín e chiediamo solidarietà e attenzione a tutti i compagni su questo caso che possa definire il percorso futuro del Progetto Società Cubana. Non è un precedente che siamo disposti ad accettare. Sarà illegale anche l'esercizio dell'attivismo socialista a Cuba?

Riconosciamo i diritti di cittadinanza del resto degli incriminati nelle proteste del 30 aprile all'Avana Vecchia, ma per noi le molestie, la repressione e l'eventuale azione penale nei confronti di Leo definiranno direttamente il futuro di ciò che è inteso dal socialismo a Cuba, lo farà costituire un precedente che cementerà più chiaramente il disimpegno del governo cubano dalle idee socialiste che afferma di sostenere, ed è qualcosa che non possiamo accettare passivamente. Per questo chiediamo la più ampia solidarietà, e con tutti i mezzi possibili, alla difesa di Leo e per impedire il suo perseguimento penale da parte dello Stato cubano.

Firmiamo questa lettera al Taller Libertario Alfredo López e al Network of Communists for Own Story of Cuba, e invitiamo individui e gruppi a lasciare la loro firma come segno di sostegno.

https://www.facebook.com/TallerLibertarioAlfredoLopez/photos/a.434416937282512/840337210023814
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it