A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, UCL - Leggi: Avrich, "The Russian Anarchists" (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Fri, 7 May 2021 09:39:58 +0300


Paul Avrich (1931-2006), professore di storia alla Queen College di New York, racconta la storia del movimento anarchico russo fin dalla sua nascita nei primi anni del XX ° secolo fino alla sua distruzione dopo la Rivoluzione d'Ottobre "Coloro che vedono solo la storia attraverso il Gli occhi dei vincitori hanno a lungo ignorato l'importanza degli anarchici russi." ---- Dopo aver analizzato lo sviluppo della società russa dall'abolizione della servitù della gleba nel 1861 e l'inizio dell'industrializzazione, spiega come l'autoritarismo dello zar spinse contadini, operai e studenti a rivolgersi a soluzioni estreme per esprimere la loro rabbia, quanto velocemente si moltiplicò, seguendo il grande carestia del 1891, i circoli clandestini i cui membri erano dediti allo studio e alla diffusione delle teorie rivoluzionarie. Sulla scia della rivoluzione del 1905, un numero considerevole di giovani lavoratori e studenti, insoddisfatti dei programmi socialisti, aderì ai principi molto più radicali dell'anarchismo e dell'azione diretta contro lo stato tirannico e la proprietà privata, cercando nuova ispirazione da Bakunin e Kropotkine .

Paul Avrich presenta i principali gruppi anarchici, le loro attività, i loro leader, le loro pubblicazioni, la loro influenza, in Russia ma anche tra gli esuli russi all'estero, il loro rispettivo ruolo nelle successive insurrezioni, dalla "domenica rossa" del gennaio 1905 al marzo 1921 a Kronstadt, in scioperi e consigli di fabbrica. Analizza le liti che li animano intorno al terrorismo, al sindacalismo, all'antimilitarismo all'epoca dello scoppio della prima guerra mondiale. L'alleanza di alcuni di loro con i bolscevichi, sulla base delle "Tesi di aprileSi parla anche della loro incapacità di difendere la rivoluzione sociale contro l'instaurazione della dittatura, e della terribile repressione che ha decimato chi non poteva andare in esilio. Una somma essenziale che ripristina la giusta quota degli anarchici russi nella Rivoluzione.

Paul Avrich, The Russian Anarchists , Editions Nada, 2020, 434 pagine, 22 euro.
Ernest London (UCL Le Puy-en-Velay)

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Lire-Avrich-Les-Anarchistes-russes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it