A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) higinio carrocera FAI: Il FAI del nostro tempo nel 2021 --- Floreal Rodríguez de la Paz (ca) [traduzione automatica]

Date Fri, 30 Apr 2021 09:09:19 +0300


La Federazione Anarchica Iberica è solo storia! Vive il suo momento più spettacolare dalla sua fondazione nel 1927. Ma il FAI non può scomparire, per quanto le Idee diffamatorie mediano. Non è possibile capire che il FAI , come organizzazione ispirata da idee anarchiche, si lascerà passare dalla sua maturità rivoluzionaria, pensando che fosse solo un palcoscenico per la storia, da cui ricordare che è nata per finire le brutali imposizioni dei governi statali; lasciando da parte i morti viventi, ricoperti dalla terra che copre ogni cosa. "Non sarà possibile permetterlo, perché la cultura che insegna ai suoi seguaci continua a credere che tutto ciò che hanno fatto i nostri insegnanti è possibile ,anche degli audaci che hanno saputo combattere, con la forza rivoluzionaria, lasciando la propria vita nelle barricate, senza permettere di lasciarli 'loro', perché la società anarchica , è appunto, per l'unica cosa che merita di muovere le ribellioni più esigenti, con fini concreti, stabilire la società senza uno stato gerarchico manipolato dal capitalismo, sempre politico. Il FAI non è nato per essere un 'oggetto decorativo', che svolge solo un ruolo figurativo, a seconda di come si intende collocare 'il compito obbligatorio'. Tutto alla nascita viene registrato con un nome e cognome, non essendo possibile cambiare o riformare 'ciò che si è creato con forza maggiore' , che sono sempre stati i grandi amori, con quella natura umana che sempre certifica, sapendocosa siamo, cosa vogliamo e perché combatte sempre per tutto questo. Pensiamo a quanto sia importante per tutta la vita, di sapere che io sono io , con il mio nome, senza la possibilità di falsificare l'origine. Vale la pena citare l'esempio di ciò che accade, con l'emissione di CNT-AIT e CNT-CIT. Che peccato, rivoluzionario! Uscire di casa un giorno, cambiare ciò che non è possibile. Ma è vero che il FAI non è riuscito a trovare altri acronimi, per quanto sia mista l'intenzione di distorcere i risultati. Il FAI , dedica ai gruppi che lo compongono alcuni criteri, che non possono e non devono permetterlo, "istinti di altre culture anti-libertarie ", vengono a confrontarsi con ciò che è vero che è accaduto dalla fine della Guerra Civile dal 1939. È molto probabile che la FAI sia ossessionata dall'idea che 'la vita è breve ' e tutto è diverso a seconda quale generazione dobbiamo menzionare. Quelli stanchi di lottare per quello che si era capito che qualcosa doveva essere fatto; Forse è logico considerarlo così, così che tutto non rimanga in mera critica, quasi mai rivoluzionaria, in caso di uscita dal libertario.

Il FAI, oggi 2021, va osservato come un eccetera, che non può dimenticare il suo Patto Associativo , a meno che non si intenda dimenticare ciò che hanno fatto genitori e nonni, la stragrande maggioranza esiliati dalla vita sociale umana. Che ne sa la FAI di questo Patto Associativo! Com'è possibile vedere che 'i gruppi FAI si rifugiano nel passato, scrivendo quello che hanno fatto tanti altri! ¿ Perché il Patto associativo è parcheggiato, altro interesse che ricordare, il meno possibile, ma sempre con opinioni fugaci, dando l'impressione che si sappia, ma è vero, che non si rispetti? Perché parlare di patto associativose non è considerato, per difendere le idee in riunioni di conferenze, sessioni plenarie o qualsiasi altra riunione obbligatoria, soprattutto anarchica. Vai con il FAI 2021; scena di assistenti osservanti, senza altra soddisfazione che " ricordare quello che hanno fatto gli altri" .

E come capire che dobbiamo commentare situazioni come questa, sapendo che soffriamo costantemente del complesso stato inamovibile, con il risultato di non fare assolutamente nulla, affinché il Patto associativo sia rispettato, a fini rivoluzionari, perché inutile metti un PIN FAI .

Anche se, forse, è necessario dire che chi scrive queste tristi opinioni è passato per le carceri della penisola iberica, come libertario della CNT-AIT; con il peso di 20 anni di condanna, anche se alla morte del dittatore furono scontati solo otto anni di tale condanna. Ed è anche necessario dire che coloro che sono morti per idee anarchiche meritano la nostra rispettabile e umana memoria. Ma non vada il FAI, a considerare cosa scrivere nelle battaglie dei nostri 'portavoce' che non andranno più in scena oggi nel 2021. E non è possibile perché la storia si ripete " in teoriaCostantemente; ma è di scarsa o nessuna utilità. Siamo obbligati a desiderare lo stesso di sempre, secondo le nostre teorie libertarie, ma lasciando tracce rivoluzionarie, dimenticate, senza sapere che il Patto associativo deve alimentare ogni dubbio; in modo che le lotte per la società anarchica diventino una possibile realtà; lasciando da parte le paure personali; lasciando da parte "perdere tempo"; perché la vita richiede tempo.

Ogni verità dovrebbe diventare di moda, perché non siamo all'età che non sa camminare o risolvere quanto ci resta da chiarire, se non è che intendiamo stare in casa, con la bellezza limitata della chiocciola. Non sarebbe possibile fare un nuovo patto associativo! Ma è possibile che entriamo in un clima critico, per vedere se siamo capaci di guidare, evidenziando ciò che non si sa 'perché non siamo ancorati in "un porto triste, in attesa del miracolo". I libertari non credono ai miracoli, per la sola ragione che né gli dei né i maestri. Dov'è il FAI! Che cosa fa il FAI che "la sua memoria" fa sorridere le generazioni che già vedono la guerra civile"quello", come un triste passato, ma non ha niente a che fare con il vero presente sociale che abbiamo.

È un vero lusso ricordare le penne che hanno sempre scritto come si fa la Rivoluzione Sociale; e difendiamo il tentativo di uscire dai deserti sabbiosi, senza altra natura per sopravvivere, sebbene la siccità e il cibo restino il miraggio, senza illusioni se non la rassegnazione. È molto probabile che la FAI , leggendo questi commenti, abbia intenzione di svegliarsi, se non altro per uscire dalla noia e dal travolgente "dubbio" sul perché non uscire da quel trambusto così rilevante ora. Il FAI ha il miglior Patto Associativo che non sia mai stato discusso di nuovo nei climi più autentici del Movimento Libertario di tutti i tempi.

Chi vuole uscire dal Patto Associativo, niente di così semplice; lasciateli andare al mondo delle politiche statali, perché i libertari non ci saranno mai, come è il caso ai nostri tempi anarco-sindacalisti, chiamati anche CIT; illusioni che spostano denaro che non gli appartiene e perché non portano idee libertarie.

Pubblicato nell'ultimo numero di Humanidad Libre de Lugo

https://higiniocarrocera.home.blog/2021/04/20/la-fai-de-nuestro-tiempo-en-2021/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it