A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Francais_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkurkish_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022 | of 2023 | of 2024

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) UK, ACG: KRAS I.W.A. - Navalny e le proteste in Russia (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Sun, 3 Mar 2024 08:01:12 +0200


L'ACG ripubblica il seguente testo dell'anarco-sindacalista russo KRAS (Confederazione degli anarco-sindacalisti rivoluzionari) con il quale siamo d'accordo. ---- SEZIONE DELL'I.W.A. NELLA REGIONE DELLA RUSSIA SULLE ULTIME PROTESTE PER NAVALNY ---- Noi, anarchici e anarcosindacalisti, riteniamo del tutto inaccettabile per noi stessi prendere parte a spettacoli politici organizzati dai sostenitori del populista di destra Navalny, che purtroppo è "famoso" per le sue dichiarazioni apertamente nazionaliste, anti-immigrazione, anti-caucasiche e antisemite. Marciare nelle file delle manifestazioni da loro convocate significherebbe - indipendentemente da qualsiasi scusa o "spiegazione" - pedinare una delle bande politiche che conducono una lotta sporca e senza principi per il potere.

Noi, come anarchici, crediamo che sia l'attuale regime autoritario del Cremlino, divenuto il successore della cricca neoliberista di Eltsin, sia il gruppo avversario guidato da Navalny, che ora sta cercando di impadronirsi della leadership dell'intera massa di disamorati, siano semplicemente i portavoce degli interessi dei veri governanti del paese: l'oligarchia dominante e il suo "Tacco di Ferro". Sostenere uno qualsiasi di questi campi contraddice completamente le nostre convinzioni anarchiche e il nostro obiettivo sociale rivoluzionario. La partecipazione alla lotta per il potere tra vari partiti, coalizioni e cricche, e il trasferimento del malcontento sociale più che giustificato delle persone nel canale marcio della politica non fanno altro che distrarre la classe operaia dalla lotta per i suoi veri interessi sociali, dal risveglio dei lavoratori coscienza di classe e, in definitiva, dalla liberazione sociale e personale.

Noi anarchici siamo a favore del rilascio immediato e incondizionato di tutti i prigionieri anarchici, radicali di sinistra e sociali che oggi languono nelle segrete dell'oligarchia. Ma siamo convinti che tale risultato debba essere raggiunto da soli, senza trasformarci in veri e propri servitori volontari o involontari di alcuni contendenti estranei al potere politico per il bene di continuare la stessa politica antisociale e neoliberista nell'interesse del Capitale. Non possiamo combattere fianco a fianco con coloro che non hanno interferito con la totale privatizzazione e distruzione dell'assistenza sanitaria e dell'istruzione a prezzi accessibili, che non si sono opposti alla riforma antiumana delle pensioni, che l'anno scorso hanno sostenuto l'introduzione di un sistema terroristico universale di sorveglianza e arresti domiciliari con il pretesto di "lotta all'epidemia". Per noi non esiste un "male minore" e non stringiamo un'alleanza con il nemico, anche quando è nemico del nostro nemico.

No alla lotta politica - per la resistenza sociale!

Non dovremmo però farci illusioni su Navalny. Ha costruito un movimento basato sul populismo e sul nazionalismo russo. Nel 2006 ha fatto una campagna affinché un evento di estrema destra, la Marcia Russa, potesse svolgersi, e vi ha preso parte. Il movimento da lui fondato l'anno successivo, Il Popolo, si alleò con i gruppi nazionalisti Movimento contro l'immigrazione clandestina e Grande Russia. Ha sostenuto la Russia durante la guerra contro la Georgia nel 2008 e ha chiesto l'espulsione di tutti i georgiani dalla Russia. In più occasioni ha chiesto l'espulsione degli immigrati clandestini e ha chiesto restrizioni sui visti per i paesi dell'Asia centrale: Kazakistan, Turkmenistan, Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan. Ha sostenuto una campagna nazionalista, Stop Feeding the Caucasus, che chiede la fine dei sussidi federali ai governi della Cecenia e di altre repubbliche del Caucaso settentrionale, parte della Federazione Russa.

Navalny è contro gli "uomini d'affari corrotti", non quelli "onesti", e sostiene la completa libertà per gli interessi commerciali in Russia. È un sostenitore del liberalismo economico, che non andrà in alcun modo a beneficio delle masse russe. È riuscito a diventare il parafulmine del furioso malcontento provato per la disuguaglianza, la corruzione e la repressione. Il movimento emergente deve rompere con lui e i suoi simili e stabilire la propria indipendenza. Ciò significa un impegno critico nei confronti del movimento da parte dei rivoluzionari per tentare di strapparlo all'influenza del gruppo Navalny. Ciò deve avere l'obiettivo di lavorare verso una rivoluzione per rovesciare la cleptocrazia di Putin e instaurare un vero comunismo in Russia - comunismo libertario.

Né Putin né Navalny!

https://www.anarchistcommunism.org/2024/02/17/navalny-and-the-protests-in-russia/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center