A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Francais_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkurkish_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Australia, ac meanjin: I ricchi hanno bisogno che tu soffra di O'Connor (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Sat, 24 Sep 2022 10:15:46 +0300


Le condizioni di vita dei lavoratori si stanno rapidamente deteriorando in tutto il mondo. I salari sono stagnanti, mentre il costo dei beni di prima necessità come cibo, elettricità e alloggio continua a salire. Nonostante ciò, il lavoratore medio è molto più produttivo che mai, spesso a scapito della propria salute e del proprio benessere. ---- E man mano che le nostre circostanze peggiorano, i ricchi diventano sempre più ricchi. Cose del genere di questo attuale trasferimento di ricchezza dai lavoratori ai ricchi non si vedevano dagli anni '30. Ogni giorno, le aziende annunciano profitti record. Poi, in un attimo, ci dicono che non potevano permettersi di aumentare i salari o migliorare le condizioni di lavoro. ---- Questi due elementi sono indissolubilmente legati. I profitti derivano sia dal nostro lavoro che dalla nostra povertà. I profitti sempre crescenti per i padroni significano per noi un peggioramento dell'indigenza. L'attuale recessione inflazionistica ed economica non ha nulla a che fare con una "spirale salari-prezzi", come vorrebbero farci credere i media della classe dirigente. Il capitalismo, con il suo continuo bisogno di profitto e l'incapacità di evitare la crisi, è il vero colpevole, come sempre.

Una sfacciata ammissione di guerra di classe ha recentemente fatto notizia, con rapporti di un memorandum della Bank Of America trapelato che esprime la speranza che il potere dei lavoratori si deteriori e che recita: "Entro la fine del prossimo anno, speriamo che il rapporto tra aperture di lavoro e disoccupati sia ridotto a massimi normali dell'ultimo ciclo economico". In altre parole, la Bank of America vuole che la classe operaia competa per meno posti di lavoro e salari più bassi.

La macchina della propaganda dei ricchi ha difeso fedelmente il contenuto della nota, affermando che i lavoratori devono temporaneamente soffrire per prevenire una crisi economica ancora più grave.

Per "correggere" l'aumento dei salari che stanno facendo aumentare le spese inflazionistiche, molti di noi devono soffrire la fame nella linea di sussidio. Che cos'è una leggera diminuzione del potere contrattuale se misurata rispetto a una recessione economica due volte in una generazione?

Molti ai vertici sono preoccupati per l'attuale potere contrattuale dei lavoratori, nonostante una generale mancanza di organizzazione dei lavoratori. Mentre capiscono che una recessione significa meno entrate per loro, sono più preoccupati di perdere il controllo sui propri dipendenti e puntano su una recessione per riportarli in linea.

Secondo il CEO di Douglas Emmett Inc, una società immobiliare commerciale, una recessione potrebbe essere "buona" per il loro settore "se si accompagna a un livello di disoccupazione che riporti i datori di lavoro al posto di guida e consenta loro di ottenere tutti i propri dipendenti tornare in ufficio».

In un sondaggio anonimo, un CEO del Texas ha fatto eco a questo punto di vista espresso in tutto il mondo aziendale, dicendo: "La pressione inflazionistica sui salari sta rendendo difficile assumere a lungo termine. Sospetto che la forza lavoro tiri fuori la testa quando una correzione o una recessione rende i posti di lavoro scarsi e le persone iniziano a provare il dolore o la paura di non provvedere alla propria famiglia e ai propri cari, ammesso che il governo non si rimetta in gioco e non li paghi per non fare più nulla. Una grande lezione che hai insegnato alla forza lavoro, ai politici!"

Il capitalismo è definito nel suo nucleo dal conflitto di interessi tra lavoratori e proprietari. Ciò che è benefico per noi è dannoso per loro. A breve termine, i nostri interessi sono orari più brevi, salari più alti e migliori condizioni di lavoro, mentre i loro interessi sono orari più lunghi, salari più bassi e poca o nessuna regolamentazione. Il loro interesse è preservare il capitalismo mentre il nostro è costruire il socialismo.

Prendiamo una riduzione dello stipendio, mentre loro ottengono un aumento. Beneficiano del nostro sacrificio. Moriamo per l'economia ma non ne raccogliamo mai i frutti. Dicono di correre dei rischi, ma noi ne paghiamo il prezzo.

I nostri interessi sono incompatibili e la classe capitalista ne è ben consapevole. Non siamo tutti "in questo insieme".

Abbiamo solo bisogno di guardare la reazione dei capitalisti e dei loro rappresentanti dei media alla recente ondata di scioperi e attività lavorativa nel Regno Unito per vedere che la più grande paura dei capitalisti non è la guerra, la carestia o il collasso climatico. Il peggior incubo della classe capitalista è una classe operaia ben organizzata e potente che può lottare per i propri interessi.

Non ha senso essere offeso dalla nota trapelata della Bank of America o fare appello alla morale della classe dirigente: stanno agendo nell'interesse della loro classe e noi dobbiamo agire nella nostra. Sei in una guerra di classe e questi dirigenti sono ben consapevoli di avere i mezzi per causare povertà e miseria a loro disposizione e sono disposti a usarli.

Per raggiungere i propri obiettivi, la classe dirigente ha dimostrato più e più volte nel corso della storia di ricorrere alla violenza e persino all'omicidio. Vogliono che le cose peggiorino per noi; facciamo il contrario questa volta e peggioriamo le cose per le persone che hanno causato questa catastrofe.

https://www.acmeanjin.org/articles/the-rich-need-you-to-suffer
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center