A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Brasile, OASL, 8 marzo e Anarchia (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]

Date Sun, 20 Mar 2022 08:35:48 +0200


Da due anni viviamo in un contesto di aumento delle morti e delle malattie tra i lavoratori. Abbiamo visto da vicino, nei luoghi in cui operiamo, un'inesorabile crisi sociale devastare la vita e irradiare miseria tra quelli sotto; dai campi alle baraccopoli, dalle scuole alle università, dalla fabbrica al ministero degli interni, la storia segna il presente come essere donna è essere vittima di un sintomo sociale. Doppia, tripla, quadrupla, quintuplica giornata lavorativa, perché il principale servizio che dobbiamo alla società è proprio la posizione sociale e politica che questo genere occupa. Come l'opera di Sisifo, destinata all'ultima frontiera del Capitale e dello Stato all'esaurimento di portare lo stesso peso, all'infinito, ad attestare il posto che occupiamo in questa piramide.
Ecco perché succede che riceviamo notizie da compagni che, scossi da questa struttura, si allontanano o rimangono disillusi dalla lotta, inghiottiti dalla quotidianità sociale, sentono la mancanza di movimenti e organizzazioni politiche. In questo scenario, ci chiediamo: cosa significa scendere in piazza l'8 marzo 2022?
Mentre osserviamo l'individualismo incarnarsi dal basso, le aziende assorbono astrattamente le "cause delle donne" e le elezioni assaltano i dibattiti politici, la sensazione immediata è che l'attuale congiuntura, favorendo i vertici, abbia fatto soccombere ai limiti la lotta delle donne che il capitalismo propone, trasformando il passo essenziale compiuto dagli scioperanti russi in un momento di festa per le donne borghesi. L'impressione è che abbiamo perso la componente principale che dà ragione all'8 marzo: quella della lotta di classe come diagnosi che delimita gli obiettivi della resistenza di Louise Michel, Lucy Parsons, Marina Ginesta ed Elvira Boni contro gli obiettivi di Harriet Taylor, Suzanne La Follette ed Eleanor Roosevelt, perché ciò che definisce la nostra liberazione è la soppressione del dominio politico e sociale, di una rottura per la costruzione di una società emancipata.
Torniamo ai principi della lotta di russi, spagnoli e zapatisti e facciamo del movimento delle donne curde e delle donne indigene brasiliane per l'autodeterminazione dei popoli uno specchio delle nostre azioni. Creiamo fronti e comitati che guidino le questioni femministe per convertirle in questioni universali per gli strati popolari. Per i compagni libertari, questa data, in questo momento in cui viviamo, deve essere il risveglio della coscienza collettiva, che l'indipendenza di classe e l'autorganizzazione delle comunità rurali e del centro, dei sindacati e delle scuole sono l'unica alternativa per difendere la vita e la dignità che noi abbiamo. Perché il fronte offensivo che renderà possibili le barricate rivoluzionarie è costruito in reazione alla conciliazione delle classi e al fenomeno del particolare, del tentativo borghese di distruggere la nostra lotta universale come classe proletaria, che diventa eloquente e mira a frammentare le nostre rivendicazioni e lotte. Facciamo dell'8 marzo una rivolta contro la fame, una manifestazione in fiamme contro i morti che in questi ultimi due anni hanno devastato la speranza di tante donne.
ARRIBA LAS QUE LUCHAN!

Organizzazione anarchica del socialismo libertario - OASL

https://www.facebook.com/anarquismosp/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center