A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, UCL - Con tutti i profughi, Per una solidarietà internazionale senza frontiere (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sun, 13 Mar 2022 09:34:18 +0200


Dal 24 febbraio, inizio dell'intervento militare russo in Ucraina, si sono moltiplicate in tutto il mondo le manifestazioni di solidarietà nei confronti dei rifugiati ucraini. Come sempre, la guerra porta con sé il suo macabro corteo di morti e popolazioni costrette a fuggire da bombe, abusi e carneficine. La guerra imperialista dello stato russo non fa eccezione. ---- A differenza di altre guerre, gli Stati d'Europa, e soprattutto i paesi limitrofi, aprono i loro confini per accogliere coloro che a centinaia di migliaia fuggono dalle città ucraine bombardate dall'esercito russo. Ma il discorso francese dominante nei media ci ricorda che ci sono "profughi buoni e cattivi". La nostra repulsione è totale quando un giornalista di BFMTV si azzarda a dire "Non stiamo parlando di siriani che fuggono dai bombardamenti del regime (...). Stiamo parlando di europei che se ne vanno con le loro auto che sembrano le nostre e cercano solo di salvarsi la vita". o quando Jean-Louis Bourlanges, presidente della commissione per gli affari esteri dell'Assemblea nazionale, si rallegra con condiscendenza razzista che la Francia accoglie con favore "un'immigrazione di alta qualità, dalla quale possiamo trarre vantaggio".

Una solidarietà a due velocità
Siamo indignati dal cinismo delle autorità pubbliche che si stanno mobilitando come mai prima d'ora, promettendo di aprire luoghi di accoglienza, assistenza e trasporto gratuito per i profughi ucraini, mentre queste misure sono richieste da decenni da tutte le associazioni, organizzazioni politiche e sindacati che si sono posti nel campo della solidarietà incondizionata con le persone prive di documenti e i rifugiati, da qualsiasi parte provengano. Questo doppio standard, lo vediamo senza sorpresa portato avanti anche dalla sindaco di Calais che accoglie a braccia aperte gli ucraini, mentre sostiene una politica spietata nei confronti dei migranti che cercano di raggiungere la Gran Bretagna (qualche settimana prima è stato evacuato uno squat aperto per ospitare i profughi dal RAID).

Questa solidarietà a geometria variabile illustra il razzismo sistemico e la radicata mentalità coloniale tra coloro che osano affermare di rappresentare i valori umanisti. Parte del campo mediatico e politico non si nasconde più nemmeno dietro alcun discorso pseudo-economico preferendo chiaramente questi rifugiati percepiti come "bianchi".

L'espressione del razzismo di stato
Queste decisioni cercano anche di far dimenticare un quinquennio di sempre più forte disprezzo e razzismo esercitato contro le popolazioni migranti. Appena il 20% delle domande di asilo riceve una risposta positiva ei profughi afgani sono ancora detenuti nel CRA (Ehsan, giovane afgano e richiedente asilo, messo in detenzione "completamente illegalmente" - InfoMigrants).

Se la guerra dello Stato russo in Ucraina è davvero una guerra imperialista condotta da un potere mafioso, nazionalista e razzista, non dobbiamo chiudere gli occhi sulla realtà delle democrazie liberali. Questi ultimi stanno moltiplicando le misure antisociali e criminalizzando gli immigrati usando la retorica di estrema destra su scala europea.

Per l'accoglienza incondizionata di tutti i rifugiati
Per noi, Unione Comunista Libertaria, l'accoglienza incondizionata dei profughi dall'Ucraina non può essere diversa da quella che chiediamo a tutti i migranti residenti sul territorio francese. È imperativo mettere all'ordine del giorno questa accoglienza incondizionata e indiscriminata e creare strutture di accoglienza permanenti, che facilitino la vita quotidiana, come il trasporto pubblico gratuito per tutti. i vostri profughi richiesti dai nostri compagni dei sindacati ferroviari. È anche imperativo denunciare la situazione dei non bianchi che desiderano fuggire dall'Ucraina, attualmente bloccata alle frontiere e il cui futuro è altrettanto incerto, le politiche europee anti-migranti, che fanno temere il peggio. La solidarietà tra tutte le vittime sfruttate delle guerre deve essere la nostra unica bussola, qui come altrove. Per questo affermiamo di essere:

- Per l'abrogazione di leggi e regolamenti restrittivi del diritto di soggiorno a livello europeo;

- Per l'abolizione delle frontiere assassine;

- Contro la guerra e le sue conseguenze;

- Per la solidarietà internazionale e senza frontiere;

- Per il rispetto e l'effettiva attuazione del diritto di asilo;

- Per la regolarizzazione di tutti i migranti privi di documenti e per un'accoglienza dignitosa e incondizionata di tutti i rifugiati qui e altrove.

Unione Comunista Libertaria, 6 marzo 2022.

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Pour-une-solidarite-internationale-et-sans-frontieres
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center