A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) [Spain] cgt aragon la rioja: 30M "Giornata internazionale del lavoro domestico" (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 9 Apr 2022 09:41:05 +0300


Sabato scorso, 26 marzo, da Mujer CGT Aragón-LR, abbiamo partecipato alla concentrazione convocata in Plaza Paraiso (Paraninfo) da diverse associazioni di operatori domestici e assistenziali, con l'obiettivo di rendere visibile la 30M "Giornata internazionale dei lavoratori del Casa". ---- Le richieste di questo gruppo di lavoratori sono molto chiare. A undici anni dall'approvazione della Convenzione ILO 189, lo Stato spagnolo non l'ha ancora ratificata. I lavoratori domestici e di cura organizzati in varie associazioni in tutte le comunità autonome, chiedono parità di trattamento e rispetto dei diritti fondamentali che come lavoratori hanno riconosciuto all'interno del Sistema Universale dei diritti umani, sociali e politici.
Per un altro anno, i lavoratori domestici e di cura chiedono che i rapporti siano completati e che il Congresso ratifichi la Convenzione 189 dell'ILO senza ulteriori scuse e ritardi. Il lavoro domiciliare e di cura è vitale per l'organizzazione della vita nella società, ed è stata la crisi causata dal Covid-19 a rivelare che questo settore professionale, così importante per sostenere la vita, è essenziale e al tempo stesso sottovalutato e invisibile alla politica ed agenda economica. Grazie alla loro lotta collettiva è stato approvato un sussidio straordinario per i lavoratori domestici, che è stato concesso solo al 10% dei lavoratori.

Molte donne svolgono questo lavoro senza contratto con una situazione amministrativa irregolare, che porta a mancanza di protezione, povertà ed esclusione sociale. La svalutazione, la discriminazione e l'ingiustizia subite dai lavoratori domestici e di cura, settore del lavoro chiaramente femminilizzato, razzializzato, precario e invisibile, è stato riconosciuto dai Magistrati della Corte di Giustizia dell'Unione Europea e con una sentenza hanno concluso che negando l'accesso alla l'indennità di disoccupazione per quasi 400.000 donne è contraria alla Direttiva Europea sulla parità di trattamento tra uomini e donne ed è discriminatoria secondo la normativa sulla disoccupazione in Spagna. Nel 21° secolo, i lavoratori domestici e di cura non vedono ancora riconosciuti alla pari i loro diritti fondamentali del lavoro, come l'indennità di disoccupazione, una legge sulla prevenzione dei rischi professionali, la perequazione nel calcolo delle pensioni, la prevenzione del licenziamento, il lavoro e la famiglia conciliazione, tra l'altro, violando in tal modo la stessa legislazione spagnola sulla parità di trattamento e la non discriminazione in caso di tirocini e violando direttamente i diritti umani.

Per tutto questo chiedono quanto segue:

La piena inclusione del lavoro domestico nel regime generale di previdenza sociale, in modo che smettano di trattarli come lavoratori di seconda categoria sotto l'egida del regime speciale, eufemismo usato per giustificare la mancanza di condizioni di lavoro dignitose e i molteplici abusi che vengono commessi in questo settore di lavoro.
Diritti fondamentali del lavoro
Ratifica della Convenzione ILO 189.
Approvazione definitiva dell'indennità di disoccupazione.
Riconoscimento dei diritti fondamentali dei lavoratori migranti con la regolarizzazione dei lavoratori in situazione amministrativa irregolare.
Abolizione della legge sugli stranieri
Attuazione di politiche pubbliche che garantiscano l'assistenza come diritto fondamentale universale, che ne assicurino la copertura con criteri di equità, che promuovano la ridistribuzione dei tempi di vita lavorativa e personale per rendere possibile una vera conciliazione che applichi misure concrete e urgenti per integrare i costi dell'assistenza domiciliare come benefici del sistema di assistenza pubblica, favorendo con tutti i diritti un'occupazione di qualità.
Lavoratori essenziali con pieni diritti del lavoro.
Ratifica della Convenzione 189. Adesso!
Fonte: Collaboratori domestici di Saragozza

Donna CGT Aragon -La Rioja

https://www.cgtaragonlarioja.org/mujer/30m-dia-internacional-de-las-trabajadoras-del-hogar/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center