A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) [Ukraine] Intervista a un attivista anarchico a Kiev (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 9 Apr 2022 09:40:42 +0300


All'inizio della guerra Russia-Ucraina, abbiamo inviato alcune domande a un attivista anarchico a Kiev. La seguente intervista ha elaborato le ultime tre settimane. Abbiamo posto e tradotto le domande come attivisti della rete anarchica locale di Karlsruhe, ANIKA e FdA, Federazione degli anarchici di lingua tedesca. ---- Ehi, se vuoi, ci piacerebbe sapere qualcosa su di te come persona che risponde... ---- Sono un attivista anarchico dal 2007 e da allora ho partecipato a dozzine di proteste di strada. Sono stato membro del sindacato studentesco Direct Action e poi del Sindacato Autonomo dei Lavoratori, così come di alcune altre iniziative minori. Ho partecipato con cautela alla rivoluzione di Maidan del 2014 perché avevo sentimenti piuttosto contrastanti: ero indignato dal fatto che i gruppi di estrema destra stessero guadagnando popolarità durante le proteste, ma deliziato dagli appelli diffusi per una riduzione della violenza della polizia e contro l'autoritarismo. Dopo il 2014 sono diventato meno attivo e non ho fatto parte di nessun collettivo, ma ho comunque cercato di sostenere iniziative locali

1. Siamo lieti di avere l'opportunità di porre alcune domande in questi giorni difficili. Puoi dirci come hai superato il conflitto militare finora?

Vivo a Kiev, ed è relativamente comodo qui, ovviamente, rispetto ad altri posti. Abbiamo ancora gas, elettricità, riscaldamento e acqua, alcuni dei trasporti pubblici funzionano ancora e i negozi vendono ancora generi alimentari. Il coprifuoco è in vigore dalle 20:00 alle 7:00 e le persone qui sono tenute a portare sempre con sé il proprio documento d'identità. Circa la metà dei circa quattro milioni di residenti di Kiev ha lasciato la città e alcuni di coloro che rimangono preferiscono dormire nei rifugi antiaerei.
Kiev è quasi intatta, solo poche bombe e razzi hanno colpito la città. Tuttavia, quando l'esercito russo ha cercato di circondare Kiev, alcune delle città e dei villaggi vicini sono stati distrutti dalla loro artiglieria, in particolare Gostomel, Bucha e Irpin a nord-ovest. Ora l'esercito russo sta cercando di raggiungere la città di Fastiv, nel sud-ovest di Kiev, e di tagliare la linea ferroviaria principale che collega Kiev con l'ovest del paese. I russi stanno anche cercando di avvicinarsi a Kiev da est e nord-est, quindi nei prossimi giorni potrebbero scoppiare combattimenti.
Tuttavia, mi sento piuttosto privilegiato. Kiev è molto ben difesa e quasi tutti gli esperti militari nel mondo affermano che è praticamente impossibile per l'esercito russo prendere la città poiché ha già subito enormi perdite. In effetti, sono più preoccupato per la gente di Mariupol, Kharkiv, Chernihiv, Sumy e di altre città dove si svolgono aspri combattimenti: vengono costantemente bombardati e bombardati, alcuni di loro non hanno riscaldamento, elettricità o acqua. Ci sono saccheggi da parte di soldati russi in molte città occupate e ci sono notizie secondo cui la polizia e i servizi di intelligence russi hanno già arrestato persone per la loro posizione filo-ucraina.

2. Comprendiamo questo conflitto come parte della storia degli ultimi anni. Probabilmente è legato agli interessi economici e geostrategici dell'Occidente globale e della Federazione Russa. Puoi dirci come interpreta il processo dopo le proteste di Maidan e l'annessione della Crimea, cioè dal 2014 circa?

Contrariamente a quanto pensano molte persone nell'Occidente globale, l'Ucraina non è stata di grande interesse per i circoli capitalisti occidentali. Gran parte delle risorse di cui dispone l'Ucraina possono essere facilmente trovate altrove. Gli investimenti esteri occidentali nell'economia ucraina sono stati relativamente piccoli. La capitale russa aveva indubbiamente un certo interesse per l'Ucraina, ma oltre a questo, il governo russo considerava l'Ucraina un prezioso obiettivo geopolitico per la Russia. La Marina russa aveva una base militare in Crimea, che le ha permesso di sostenere le sue guerre in Georgia nel 2008 e in Siria dal 2015. Inoltre, l'Ucraina era considerata una sorta di stato cuscinetto tra la NATOpaesi e Russia. Prima del 2014, il sostegno all'adesione dell'Ucraina alla NATO era piuttosto basso, ma dopo l'annessione della Crimea e la guerra nel Donbass è salito a oltre il 50% e ora è molto più alto dopo l'invasione su vasta scala.

3. La politica del governo ucraino è cambiata dal 2014?

In breve, Petro Poroshenko, il presidente eletto nel 2014, era un politico conservatore che ha preso alcune mosse populiste e ha cercato di limitare il "soft power" russo in Ucraina, ad es. B. fondando una nuova Chiesa cristiana ortodossa ucraina indipendente, promuovendo la lingua ucraina, ecc. Tuttavia, le sue politiche economiche e sociali non hanno soddisfatto nessuno e non ha inventato niente di meglio che "Esercito! Lingua! Credici!", tanto che nel 2019 Volodymyr Zelensky è stato eletto presidente. Le sue politiche erano più liberali, sia economicamente che culturalmente, il che dava a Putin la falsa impressione che gli ucraini preferissero una politica più filo-russa. Tuttavia, le politiche del governo ucraino sono rimaste più o meno indipendenti e generalmente filo-occidentali,
Per quanto riguarda l'estrema destra in Ucraina, hanno perso gran parte della loro influenza nel tempo. Il partito di estrema destra Svoboda ha perso tutti i seggi in parlamento tranne un, il partito National Corps, legato al famigerato reggimento Azov, ha raccolto solo il 2% dei voti e non è riuscito a entrare in parlamento. Anche il ministro dell'Interno Arsen Avakov, che ha utilizzato gli attivisti di estrema destra per ottenere un vantaggio politico, ha perso il suo incarico sei mesi fa. C'è la possibilità che l'estrema destra ottenga qualche vantaggio dopo la guerra, poiché l'odio nei confronti della Russia per le loro azioni è alto e probabilmente continuerà nel dopoguerra. Tuttavia, la guerra è in gran parte percepita come una lotta di democrazia contro il dittatore del Cremlino,

4. Ha visto l'Ucraina come uno stato cuscinetto e come la pensa da una prospettiva contro la guerra?

Gli attuali negoziati tra Ucraina e Russia vanno nella direzione della NATO ucraina- Ambizioni di scambio per il reinserimento dei territori occupati in Ucraina, garanzie di sicurezza e risarcimenti per i danni causati dall'esercito russo. Sondaggi recenti suggeriscono che questa posizione è accettabile per gran parte del pubblico ucraino. Tuttavia, l'attuazione delle condizioni di pace a queste condizioni dipende in gran parte dalla situazione in Russia, poiché solo la minaccia di un dissenso interno dovuto a fallimenti economici e militari costringerebbe le autorità russe a fare tali concessioni. Molti a sinistra in Ucraina, ma anche in Russia e Bielorussia, sperano che il fallimento militare della Russia possa innescare rivoluzioni antiautoritarie negli ultimi due paesi.

5. Cosa sono Lugansk e Donetsk?

Le "Repubbliche popolari" di Donetsk e Lugansk sono dittature militari sotto il diretto controllo russo. Tutti i leader separatisti più o meno indipendenti sono stati uccisi negli ultimi anni, probabilmente dai servizi di sicurezza russi. L'attuale leader del DNR è un ex dirigente pubblicitario; a quanto pare è stato scelto perché non aveva una propria autonomia politica. La regione è tagliata fuori dal resto del mondo da sanzioni, è economicamente stagnante e vive principalmente dell'estrazione del carbone e degli aiuti finanziari diretti dalla Russia. Poco prima del conflitto, i vertici delle "Repubbliche popolari" annunciarono la mobilitazione forzata della popolazione maschile. Ci sono state segnalazioni di uomini rapiti per le strade e costretti a entrare nell'esercito; ora sono usati come fanti di fronte all'avanzata delle truppe regolari russe.

6. Qual era la percezione di queste due regioni prima dell'attuale conflitto?

Prima del 2014 non c'erano quasi segnalazioni di organizzazioni separatiste nella regione del Donbass, solo pochi piccoli gruppi di attivisti politici. Ho sempre avuto l'impressione che l'antagonismo tra ucraini dell'est e dell'ovest fosse spinto dai politici che volevano ottenere un vantaggio elettorale in alcune regioni. Almeno la generazione più giovane non sembrava preoccuparsi troppo di questa divisione. E dopo otto anni vissuti vicino alla zona di guerra ma in relativa pace, il popolo delle parti del Donbass controllate dagli ucraini non voleva assolutamente che la guerra si estendesse al resto della regione e vivesse nelle repubbliche non riconosciute vive sotto sanzioni.
Il riconoscimento di queste repubbliche era probabilmente parte di un piano per dividere l'Ucraina in diversi paesi: il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko ha mostrato accidentalmente una mappa che divideva il territorio dell'Ucraina in più parti nel suo discorso televisivo, basandosi su supposizioni su un continuo sentimento pro e anti-russo in Ucraina prebellica.

7. Com'è la guerra russa?

La Federazione Russa ha invaso l'Ucraina da più direzioni contemporaneamente. Ora è chiaro che non si aspettavano quasi nessuna resistenza e sarebbero stati in grado di prendere le principali città nel giro di pochi giorni e occupare il resto del paese nelle settimane successive. Sembra che la guerra sia stata preparata in gran segreto, quindi anche molte persone che raccolgono informazioni sul Cremlino o addirittura per il Cremlino non sapevano che l'invasione stava arrivando. Questa frammentazione delle informazioni ha portato a una percezione completamente errata dell'Ucraina come un paese che accoglierebbe i russi, o almeno avrebbe troppa paura di reagire. Al contrario: dopo il 2014, gli ucraini hanno sempre pensato che la minaccia di un'invasione su vasta scala fosse abbastanza reale, e preparato di conseguenza. Molte persone hanno seguito un addestramento militare o medico e hanno acquistato uniformi, giubbotti antiproiettile e altri attrezzi utili con i propri soldi. Dopo l'inizio della guerra, queste persone si sono immediatamente offerte volontarie per il combattimento, mentre altre hanno donato denaro o si sono organizzate per fornire alle unità di combattimento attrezzature acquistate da queste donazioni che lo stato non poteva fornire loro. Le persone nei territori occupati iniziarono a organizzare azioni di disobbedienza civile e alcune di loro, principalmente nel nord, si atteggiarono a partigiani, bruciando o catturando carri armati russi e altri veicoli. L'esercito ucraino ha utilizzato tattiche di difesa attiva, manovrò e organizzò continue imboscate, infliggendo perdite catastrofiche all'esercito russo e quasi interrompendo la loro invasione nella seconda settimana di guerra. Sfortunatamente, l'esercito russo non si è arreso e ha iniziato sistematici bombardamenti aerei e bombardamenti delle città ucraine, provocando migliaia di vittime civili. Entrambe le parti stanno ora cercando di organizzare rinforzi, mentre gli avanzamenti di terra sono limitati.

8. Come ti senti nella situazione di guerra?

Per i primi due giorni dell'invasione, c'era una sensazione molto vicina al panico. Mi sono svegliato intorno alle 5 del mattino perché ho sentito delle esplosioni, il cielo era colorato di rosso - l'esercito russo ha attaccato oggetti militari ucraini intorno a Kiev. Molte persone hanno caricato i loro effetti personali in auto e si sono diretti a ovest o hanno cercato di scappare su treni o autobus, e si sono formate lunghe file fuori dai bancomat, dalle farmacie e dai negozi. Il giorno successivo fu in qualche modo anche peggio, poiché la notizia diceva che i carri armati russi si stavano avvicinando alla periferia di Kiev. Ho cercato di prepararmi mentalmente affinché la città diventasse un luogo di feroci combattimenti casa per casa, ma sembra che una tale preparazione sia impossibile. Tuttavia, il giorno successivo ha portato buone notizie: L'avanzata russa si è quasi fermata alla periferia di Kiev, numerosi video hanno mostrato che l'esercito russo era estremamente mal preparato e molti soldati non sapevano nemmeno perché avrebbero dovuto combattere questa guerra. I giorni successivi furono un giro sulle montagne russe di emozioni, perché a seconda delle notizie, lo stato emotivo migliorava e peggiorava più volte al giorno. Infine, dopo tre settimane di guerra, l'atteggiamento emotivo è diventato più o meno stabile. È ancora piuttosto difficile concentrarsi su qualcosa di diverso dalle notizie. I giorni successivi furono un giro sulle montagne russe di emozioni, perché a seconda delle notizie, lo stato emotivo migliorava e peggiorava più volte al giorno. Infine, dopo tre settimane di guerra, l'atteggiamento emotivo è diventato più o meno stabile. È ancora piuttosto difficile concentrarsi su qualcosa di diverso dalle notizie. I giorni successivi furono un giro sulle montagne russe di emozioni, perché a seconda delle notizie, lo stato emotivo migliorava e peggiorava più volte al giorno. Infine, dopo tre settimane di guerra, l'atteggiamento emotivo è diventato più o meno stabile. È ancora piuttosto difficile concentrarsi su qualcosa di diverso dalle notizie.
Tuttavia, vivo abbastanza lontano dagli oggetti di importanza militare, quindi mi sento molto più sicuro di molti altri in Ucraina. Le persone che vivono nelle zone di guerra devono sopravvivere nei loro scantinati senza riscaldamento, comunicazioni e spesso senza adeguate scorte di cibo e acqua per giorni o addirittura settimane mentre ascoltano gli sbarramenti di artiglieria che distruggono le città sopra le loro teste. Non riesco a immaginare come si sentano e dubito che te lo diranno nel prossimo futuro - anche le persone sopravvissute alla seconda guerra mondiale hanno taciuto su ciò che hanno vissuto per il momento.

9. Come descrive finora la repressione contro gli anarchici/antifascisti, forse anche prima dell'attacco?

Gli anarchici e gli antifascisti ucraini hanno avuto molti problemi con i nazisti di strada che cercavano di attaccare i loro eventi (o altri eventi come quelli della comunità LGBTQ+). Tuttavia, la polizia ha prestato poca attenzione alle attività anarchiche, a parte alcune indagini su presunti danni alla proprietà, che non hanno portato ad alcun arresto. In un altro caso, il servizio di sicurezza ucraino ha cercato di deportare un anarchico bielorusso nel suo paese di origine, dove i poliziotti di Lukashenko lo avrebbero probabilmente incarcerato. Tuttavia, il caso è stato difeso con successo in tribunale e il nostro compagno è rimasto in Ucraina.
Il sostegno all'estrema destra alle elezioni è diminuito di anno in anno e hanno perso tutti i seggi in Parlamento tranne uno. Anche il ministro dell'Interno ucraino Arsen Avakov ha perso il lavoro sei mesi fa: ha sostenuto i gruppi di estremisti di destra perché gli davano vantaggi politici. Aveva permesso loro di impegnarsi in violenze di strada in diverse occasioni, la polizia li ha arrestati e li ha rilasciati senza accusa dopo poche ore. Successivamente, Avakov è apparso in TV e ha affermato che i suoi agenti di polizia, sotto la sua supervisione, avevano impedito con successo le violenze. Con questo schema riuscì a rimanere al potere per sette anni; tuttavia, con l'aumento degli scandali di corruzione, inefficienza e brutalità della polizia, alla fine ha perso il lavoro.
Ma ora incombe un nuovo pericolo, poiché è probabile che i russi incarcerano e persino uccidano molti attivisti politici di tutto lo spettro politico se dovessero superare la resistenza ucraina. Come possiamo vedere nei video di molte città occupate, l'occupazione può essere imposta solo con la forza bruta: la polizia russa ei servizi segreti sono già sul campo a rapire gli attivisti che cercano di organizzare la resistenza. E vicino a Kharkov, l'esercito ucraino ha teso un'imboscata e distrutto un enorme convoglio (circa 35 auto) di agenti di polizia russi - con scudi, elmetti nelle loro auto, con una folla di furgoni turistici.
So che molti attivisti nei paesi occidentali sono preoccupati per i nazisti ucraini. Ma tutti gli attivisti che vivono in Ucraina sanno che la violenza della polizia organizzata dallo stato è di gran lunga peggiore di qualsiasi numero di nazisti di strada, specialmente quando è organizzata da dittatori completamente incontrollabili come Putin o Lukashenko.

10. Esistono movimenti auto-organizzati?

Molti degli attivisti anarchici e antifascisti si sono uniti alle Forze di Difesa Territoriali o addirittura all'esercito. Alcuni di loro si unirono alle Forze di Difesa Territoriali come gruppo e formarono un plotone di combattenti antifascisti. Informazioni su di loro possono essere trovate su operation-solidarity.org . Altri si unirono individualmente a un'unità che ritenevano adatta.
Altri si sono uniti al movimento di volontariato. In Ucraina, il termine "volontariato" indica tipicamente una persona che fornisce assistenza non violenta in un'attività in cui il governo non è in grado o è troppo lento nel fornire assistenza. Alcuni aiutano a raccogliere donazioni, altri aiutano i rifugiati, altri ancora acquistano equipaggiamento prezioso per le unità combattenti. Il movimento di volontariato è abbastanza diffuso in Ucraina e grazie ad esso molte persone hanno ricevuto aiuti umanitari e sono state evacuate dalla zona di guerra, le unità combattenti sono meglio equipaggiate dell'esercito russo con giubbotti antiproiettile, radio e mirini a infrarossi.
So che molti anarchici nei paesi occidentali direbbero che non va bene unire le forze governative. Tuttavia, gli anarchici combatterono come parte dell'esercito repubblicano regolare durante la guerra civile spagnola e in seguito si unirono all'esercito francese libero per combattere nella seconda guerra mondiale. Vediamo la situazione in modo molto simile - Vladimir Putin ha chiarito nel suo discorso di dichiarazione di guerra che considera gli ucraini una pseudo-nazione e che tutti gli ucraini dovrebbero "tornare" a considerarsi russi - cosa che non hanno mai fatto. È ormai chiaro a tutti che Putin è un dittatore etno-nazionalista preoccupato solo della conquista aperta di altri territori e della loro sottomissione da parte dei militari e della polizia, controllo completo sui media e la propaganda delle vittorie militari del passato. Tutto questo è totalmente inaccettabile per il movimento anarchico ed è per questo che abbiamo deciso di combattere.

11. Aiuto, esiste un modo ragionevole per fornirlo?

Siamo grati a tutti i cittadini dei paesi occidentali che hanno aiutato i profughi dall'Ucraina ed è sicuramente bello continuare a farlo. Se ti senti in grado di sostenere il movimento anarchico nella sua lotta diretta, troverai il modo di farlo su operation-solidarity.org .

12. Vuoi darci qualche pensiero lungo il percorso?

Per quanto ne so, nei circoli della sinistra occidentale c'è molto disismo: l'Ucraina è cattiva perché voleva entrare nella NATO; L'Ucraina è cattiva perché lì c'è un reggimento nazista Azov; l'Occidente ha dimostrato la sua posizione razzista accettando rifugiati ucraini bianchi mentre negava rifugio ai non bianchi.
Nessuna persona sana di mente nella leadership della NATO vuole davvero entrare in guerra con la Russia perché la Russia ha il più grande arsenale nucleare del mondo. La Russia ha paura dell'allargamento della NATO , non perché la NATO vuole invadere la Russia, ma perché bloccherà le ambizioni della Russia e l'interferenza diretta nei paesi vicini. Ciò è accaduto in Moldova nel 1992, in Georgia nel 2008 e in Ucraina nel 2014, oltre a sostenere vari gruppi nella regione dell'Asia centrale. Mentre va bene criticare l'imperialismo occidentale, è anche importante criticare le ambizioni imperialiste di altre cosiddette "potenze mondiali" e non scusare i loro crimini di guerra dicendo che le potenze occidentali hanno più risorse per commetterli. La Russia è stata coinvolta in una brutale campagna militare in Siria, durante la quale i suoi aerei hanno raso al suolo le città, come stanno facendo oggi in Ucraina,
Il reggimento Azov contava fino a 1.000 soldati prima dell'invasione su vasta scala, e ora è probabile che ce ne siano ancora di più quando alcuni dei loro combattenti in pensione sono tornati per arruolarsi nuovamente. Tuttavia, l'esercito ucraino ha più di 300.000 soldati, il cui numero aumenta ogni giorno, e prima della guerra vivevano in Ucraina più di 40.000.000 di persone. Quindi sembra molto ipocrita rifiutare qualsiasi sostegno all'Ucraina perché una piccola parte delle sue truppe sono naziste mentre l'intero paese è attaccato da un dittatore etnico nazionalista che crede che milioni di persone dovrebbero considerarsi russi.
Come ho detto prima, è sorprendente vedere il sostegno dei rifugiati ucraini e ne siamo molto grati. Spero che questo sostegno diventi un esempio prezioso che insegnerà alle persone di tutto il mondo a dare più aiuto ai rifugiati provenienti da altre zone di guerra in tutto il mondo, indipendentemente da dove provengano.

Grazie a tutti per il supporto!

Cordiali saluti.

https://fda-ifa.org/interview-mit-einem-anarchistischen-aktivisten-in-kiew/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center