A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Canada, Collectif Emma Goldman - Chicoutimi: una persona si immola nel futuro distretto digitale (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Tue, 21 Sep 2021 10:09:43 +0300


Un evento di tristezza senza nome si è verificato venerdì scorso, 10 settembre, quando una persona si è immolata davanti alla polizia in un parcheggio davanti al tribunale nel centro di Chicoutimi. Una tragedia che, in alcune città, avrebbe generato meritate rivolte contro i poteri forti. Per ricordarci che siamo stanchi di morire in questo sistema marcio. La persona in questione, il cui obiettivo qui non è quello di fare la sua biografia e di appiccicare intenzioni sul suo atto, nota per aver frequentato di recente la Maison des sans-abri, è ora in condizioni stabili all'ospedale di Chicoutimi, nonostante le gravi ustioni che ha riportato .Questo tragico evento riflette la realtà che regna in centro da diversi anni. Nel quartiere più disagiato di Chicoutimi la situazione si deteriora sempre di più per i meno abbienti, causando un disagio diventato insopportabile per molti. Case di alloggio che vanno a fuoco mettendo le persone già vicine a viverci, la mancanza di risorse e la difficoltà di accesso ai servizi di salute mentale, un approvvigionamento alimentare molto limitato, una repressione sempre crescente con l' aumento delle pattuglie di polizia e la gentrificazione dei centro città che ospita attività private e ristoranti "chic, trendy" con menu molto costosi, e per di più, le iniziative messe in atto per aiutare i più svantaggiati sono gravemente carenti di risorse e non riescono ad aiutare efficacemente tutte le persone[1]che ne hanno bisogno e che cercheranno questo prezioso aiuto (es: Lavori di strada, Café-Jeunesse, ecc.) . Per i politici locali è come se nessuno abitasse in centro o chi ci abita fosse visto come un problema da risolvere, un ostacolo allo sviluppo del quartiere. Questo territorio vergine è un parco giochi che possono modellare come meglio credono. Negozi, ristoranti e parcheggi, ecco cosa cresce come funghi nel centro della città. L'unica volta che i funzionari eletti sembrano capire che la gente vive nel quartiere,

Nel 2015, poco dopo l'istituzione della nuova stazione di polizia, Karine Potvin, proprietaria dell'École Musicale al 94 di rue Jacques-Cartier Est e all'epoca amministratore dell'Association des centres-ville, ha riassunto la situazione (inconsapevolmente) in Horizon Commerce, Promotion Saguenay's Commercial Bulletin: "Gli uomini d'affari ei residenti del quartiere stanno appena iniziando a prendere possesso del loro nuovo ambiente dopo diversi anni di incertezza. All'inizio pensavano che fosse troppo bello per essere vero! Sono tanto più soddisfatti e fiduciosi quando vedono che il livello di sicurezza è notevolmente migliorato con l'istituzione della stazione di polizia. ". Il povero, gli diamo la caccia, lo nascondiamo, perché dobbiamo ripulire il quartiere indesiderato. Ma le persone non scompaiono e i problemi vengono trasportati altrove, come nel quartiere di Saint-Paul (non molto lontano dal centro città) dove si rifugiano sempre più poveri, cacciati dal centro città o dalla repressione. la mancanza di alloggi a prezzi accessibili causata, tra l'altro, da case di alloggio bruciate ma non ricostruite.

Tuttavia, non bisogna sbagliarsi. I politici sono ben consapevoli dei problemi di povertà nel centro di Chicoutimi. Vedono passare i loro studi come tutti gli altri. Se non fanno nulla, è quello che vogliono, è difendere i loro interessi e aiutare le persone della loro classe sociale, imprenditori, proprietari e investitori. Ricorda che molti politici locali, guidati da Simon-Olivier Côté (consigliere comunale nel centro della città), sono essi stessi imprenditori e proprietari di aziende e case. È la lotta di classe in azione. Non c'è quindi nulla da aspettarsi dagli eletti, non verranno mai veramente in aiuto dei poveri. Faranno alcune concessioni quando la situazione diventerà insostenibile, 2-3 briciole buttate a terra che li faranno sembrare dei buoni samaritani. Se devi ancora essere convinto, leggi quanto segue ...

$ 10 milioni per un quartiere digitale nel centro di Chicoutimi

Sotto l'amministrazione di Jean Tremblay, i funzionari eletti volevano fare del centro un quartiere degli affari . Ora, con Josée Néron, è il turno del distretto digitale! Un marchio nuovo, ben venduto e pulito. "Il Ministère de l'Économie et de l'Innovation, che aveva già annunciato questa busta da 10 milioni di dollari, si è detto soddisfatto di questo importante passo nel rilancio del centro di Chicoutimi.», si legge in un articolo del quotidiano Le Quotidien [2]. Per i politici al potere (sia a livello regionale che provinciale), il rilancio del quartiere richiede l'iniezione di milioni al fine di attrarre imprese e non attraverso misure sociali che aiuterebbero diverse centinaia di persone che vivono nel quartiere.(!!) per uscire di povertà. Quando annunciano la rivitalizzazione del centro città con il sorriso sulle labbra, danno per scontato che viviamo in un quartiere che ha perso la sua forza vitale e su questo non si sbagliano. Ma se il quartiere ha bisogno di essere rivitalizzato, è attraverso misure sociali che lo si deve fare. Stiamo morendo in centro. Non si muore per la mancanza di parcheggio o per la mancanza di giovani professionisti in campo digitale (in ogni caso, abbiamo perso, difficilmente possiamo permetterci un'auto o un computer). Stiamo morendo di fame moriamo di caldo, investiti da un carro armato, di violenza coniugale, moriamo di overdose, moriamo di miseria. Siccome non bastavano gli studi, le statistiche e le grida del cuore delle organizzazioni comunitarie del quartiere a fare chiarezza, sosteneva una persona che si immola in Racine Street, possiamo essere più chiari?

A lungo termine, questo nuovo distretto digitale potrebbe addirittura diventare una zona di innovazione: "Confermato dal governo Legault alla fine dell'autunno 2020, le zone di innovazione saranno, in un certo senso, nuovi tipi di parchi industriali, che mirano a stimolare l'applicazione progetti di ricerca tra grandi imprese e start-up. "[3]. Un parco industriale "nuovo tipo", proprio nel mezzo di ciò di cui i poveri hanno bisogno!

È ovvio che i cambiamenti verranno dal basso, cioè dalle persone che vivono queste ingiustizie e dalle organizzazioni di base che giorno dopo giorno si battono sul campo per il miglioramento delle condizioni di vita della gente del quartiere. Dobbiamo organizzarci tra gli ultimi, incontrarci, discutere e creare le nostre alternative che ci permettano di migliorare la nostra vita e soddisfare i nostri bisogni. Mettiamo in atto un equilibrio di forze con cui potremo combattere contro coloro che beneficiano della nostra miseria; politici corrotti, proprietari terrieri e imprenditori!

Un lavoratore precario che vive e lavora nel centro di Chicoutimi da un decennio


1. Alcune persone non possono ricevere assistenza alimentare per mancanza di risorse.

2. Patricia Rainville. 10 milioni di dollari per un quartiere digitale a Chicoutimi , Le Quotidien .

3. Ibidem .

a da Collectif Emma Goldman

http://ucl-saguenay.blogspot.com/2021/09/chicoutimi-une-personne-simmole-dans-le.html
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center