A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, UCL AL #312 - Fascicolo speciale Parigi 1871, Aspetti femministi: Serge Kibal (storico): "Un inizio di riconoscimento delle donne come individui liberi" (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 25 Mar 2021 09:59:35 +0200


Serge Kibal, autore di una tesi storica dal titolo "Il tipo di Versaillais attraverso la stampa della Comune", esplora, per Alternative libertaire , il posto delle donne nella Comune, quello concesso loro da una rivoluzione ancora limitata dalla sua epoca, e quello che sapevano prendere. ---- AL: In che misura il Comune ha consentito il progresso sociale per le donne ? ---- erge Kibal: In realtà non c'erano diritti concessi dalla Comune alle donne, a parte un decreto che prevedeva le pensioni per le vedove dei combattenti, indipendentemente dal loro regime coniugale. Era un esplicito riconoscimento della libera unione, una delle questioni femministe dell'epoca. Ma il più importante è quello del lavoro domestico. Un esempio: il 3 aprile 1871 un club femminile organizzò una manifestazione, accompagnata da bambini. Il lavoro domestico, compresa l'educazione dei bambini, continua quindi ad essere percepito come una prerogativa delle donne, anche tra le attiviste. La libera unione, in questo contesto, è l'inizio del riconoscimento delle donne come individui liberi. Non ottengono altri diritti, e in particolare il diritto di voto, nonostante le richieste durante le elezioni del 28 marzo.

Quali ruoli hanno assunto le donne sotto la Comune ?

Dal punto di vista istituzionale: semplicemente nessun ruolo. Nessun eletto al Comune, nessuna funzione amministrativa. Tutte le posizioni sono maschili. Anche loro sono assenti dalla Guardia Nazionale, come da tutto lo staff. È un forte limite del Comune, è anche quello che ci impedisce di trasporre al nostro tempo questo episodio rivoluzionario.

Manifestazione di Parisiennes, 3 aprile, per sostenere l'offensiva federata contro Versailles.
cc The Illustrated World, 8 aprile 1871
Diverse, invece, partecipano alla commissione educazione presieduta da Édouard Vaillant, con il desiderio di estendere l'istruzione a tutte le bambine, oltre che ai più piccoli, anche se con l'idea di un asilo nido che sollevi le donne da una parte il lavoro domestico ...

Allo stesso modo, The Call to Workers, co-firmato da Nathalie Lemel e Élisabeth Dmitrieff[ 1], tra gli altri, dimostra una voce pubblica. I circoli [2]sono uno di quei luoghi misti dove si diffonde la loro parola, i giornali del Comune lo fanno molto spesso eco. Giornali in cui le donne non esitano a pubblicare lettere di protesta, ad esempio su argomenti domestici.

Su un altro livello, la stragrande maggioranza delle testimonianze converge a dire che la prostituzione non era quasi più attuale sotto il Comune. Questo tema è stato tuttavia ampiamente utilizzato dai detrattori della Comune, per dire che a Parigi si trattava di "anarchia": alcolismo, criminalità e prostituzione. Tuttavia, per diversi motivi, la criminalità era molto bassa o addirittura inesistente sotto la Comune[3].

L '"olio" è un altro di questi ruoli fantasticati, l'odiato emblema di una femminilità deviante[4]. Inventata dai nemici della Comune, armata di una tanica di petrolio, fu lei ad incendiare molti edifici durante la Bloody Week, con l'unico scopo di "seminare l'anarchia". Questa cifra serve a negare alle donne la possibilità di combattere "secondole regole dell'arte", perché non sono in grado di impugnare una pistola. Tra gli incendi del Comune, infatti, solo uno è stato rivendicato da una donna.

E i campi di battaglia e le barricate ?

Le donne sono principalmente confinate ai ruoli di ambulanza, cuoche, sarte, lavandaie ... Molte sono anche responsabili della preparazione delle munizioni. Ma ci sono anche donne combattenti, come Victorine Brocher o Louise Michel. E ancora una volta circolano molte fantasie su questi "battaglioni di Amazzoni" tra i nemici della Comune. Non vengono descritte come "donne che combattono" ma come "donne che vogliono combattere come uomini".

La barricata di Place Blanche, difesa dalle donne.
cc Moloch
Ad esempio, scrive il giornalista di Versailles Maxime Du Camp: "non diremo nulla delle loro femmine, per rispetto delle donne che assomigliano quando sono morte". Il personale, da parte sua, è abbastanza indifferente alla loro presenza. Non lo vede come un contingente da mobilitare ; lasciamo che lo facciano quando sono sulle barricate.

Durante la Bloody Week, non sono più limitati alle cure, ma difendono ferocemente i loro quartieri. Du Camp sempre: "Avevano una sola ambizione, elevarsi al di sopra dell'uomo esagerando i suoi vizi: erano cattivi e codardi come conducenti di ambulanze. Innaffiavano i feriti con l'alcol con il pretesto di allevarli, si travestivano da soldati, e così vestiti di doglit, si armavano, sparavano ed erano implacabili. Si sono intossicati dal sangue versato da loro e hanno avuto un'ebbrezza furiosa che era orribile da vedere."

Chi sono i comunardi più importanti ?

Louise Michel (1830-1905)
La futura icona anarchica era, sotto la Comune, alternativamente ambulanza e combattente, e animava il club della Rivoluzione, a Paris 5e .

Paule Mink (1839-1901)
The Polish intrepido co-fondato il club di Notre-Dame-de-la-Croix, a Parigi 20 ° , e viaggiò la provincia per il supporto di rally per il Comune.
Notevoli di sicuro: Louise Michel, Maria La Cécilia, Marie Ferré, Nathalie Lemel (che inviterà Louise Michel a diventare anarchica), Béatrix Excoffon, Victoire Tinayre, Paule Mink, Élisabeth Rétiffe, Victorine Brocher ... Notevole anche André Léo, giornalista di La Sociale , in cui si sta sviluppando la Società per la rivendicazione dei diritti delle donne, l'Unione delle donne e la Commissione per l'istruzione o il Comitato di vigilanza dei cittadini, che stimola i rappresentanti eletti del distretto e funge da tratto. Unione con i funzionari eletti di il Comune.

Meno conosciute: le attrici e le cantanti che, come Rosa Bordas o Florence Agar, hanno organizzato i grandi concerti di maggio alle Tuileries per veicolare messaggi rivoluzionari cantando La Canaille, La Marseillaise e altri titoli del repertorio ...

Intervista di Cess (UCL Grand-Paris Sud)

Illustrazione: "Délégation du café de Madrid", tratta da Bertall, Les Communeux. Tipi, personaggi, costumi, Plon, 1880.

convalidare

[1] Jean Bruhat, "Something new on Élisabeth Dmitrieff", La Commune, settembre 1977

[2] Leggi anche: "Comune, comitati di quartiere, una dialettica abortita" , Alternative libertaire , gennaio 2021

[3] Quentin Deluermoz, "Immagini di poliziotti in uniforme, immagini di gendarmi. Verso un modello comune di rappresentanza dell'ordine ? », Azienda e rappresentanze, 2 ° trimestre 2003

[4] Édith Thomas, LesPétroleuses, Gallimard, 1963

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Aspects-feministes-Serge-Kibal-historien-Un-debut-de-reconnaissance-des-femmes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center