A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) anarkismo.net: Elementi sul salario minimo per il 2021 di Via Libre (ca, de, en, pt) [traduzione automatica]

Date Fri, 29 Jan 2021 08:24:42 +0200


Mentre la borghesia si prepara a un nuovo piano di aggiustamento per uscire dalla crisi economica, approfondendo la precarietà e lo sfruttamento del lavoro, il movimento operaio e popolare è inefficace e ritirato. La sintesi di situazioni che si presentano e si sprecano nella situazione di negoziazione del salario minimo continua ad essere eccezionale, e ci sono pochi momenti di maggiore e più generale politicizzazione di classe, senso di comunità e critica antigovernativa tra una classe operaia precaria e divisa, che a sua volta la maggior parte non partecipa a negoziazioni settoriali o accordi di contrattazione collettiva e quindi ha la sua unica autorità nella negoziazione del salario minimo. Approfittare di questa situazione in senso classista e libertario continua a essere un compito urgente e fare di questo un elemento chiave,

Il 29 dicembre 2020 il governo di Iván Duque ha decretato un aumento del 3,5% del salario minimo mensile in vigore per il 2021 in Colombia. Ciò porta la retribuzione più bassa consentita dalla legge a 908.526 pesos al mese, con un aumento di 30.723 pesos. L'assistenza al trasporto è stata fissata a 106.454 pesos, con un incremento di 3.600 pesos. Queste due cifre, non sempre pagate dai datori di lavoro, rappresentano un aumento di 34.323 pesos netti, fissando il valore del salario minimo con trasporto a 1'014.980 pesos[1]. Ciò implica uno stipendio giornaliero di 30.248 pesos e un pagamento di 3.785 pesos per le ore ordinarie[2]in un paese in cui è comune prolungare la giornata lavorativa per più di 8 ore senza retribuzione aggiuntiva e dove gli straordinari, le ore notturne e domenicali sono frequenti sconosciuto.

Il governo sostiene che questo aumento è più del doppio della crescita dell'inflazione nell'anno stimato nel 2020, che è dell'1,5% e quindi rappresenterebbe un aumento netto del 2%. Tuttavia, nella media generale mostrata dai dati del Banco de la República, c'è un'inflazione annuale al consumo del 2,5% per l'anno, quindi in realtà l'aumento significherebbe un aumento dell'1%[3]. Secondo i dati di questa stessa istituzione, si tratta dell'aumento percentuale più basso nella storia da quando è stata stabilita questa soglia salariale nel 1983[4]. L'attuale salario minimo è pari a 261,36 dollari e 216,62 euro al mese, tassi inferiori a causa del deprezzamento della valuta rispetto alla media di 5 anni fa[5], e anche la conversione ottenuta lo scorso anno.

Di fronte a ciò, Duque ha demagogicamente affermato che questa cifra rappresentava l'adempimento della promessa elettorale, che arriva con solo tre anni di ritardo, di un salario minimo che supera il milione di pesos, che da un lato è falso perché gli aiuti ai Trasporti non lo sono parte dello stipendio base e, d'altra parte, sarebbe un risultato di Pirro in mezzo alla perdita del valore della moneta[6]. Da parte sua, il secondo ministro del Lavoro del governo Duque, il politico di Uribe Ángel Custodio Cabrera, consulente bancario e barone cliente dell'ICBF[7], ha sostenuto che questo era il governo che aveva aumentato di più il salario minimo in termini reali dal 1985 e ciò accumulerebbe un aumento del 5% al di sopra dell'inflazione negli ultimi tre anni. Tuttavia, il fatto è che, come avvertono i media governativi come El Tiempo,

La decisione del governo arriva dopo un nuovo fallimento dell'inefficace Commissione permanente per il coordinamento delle politiche salariali e del lavoro, con una struttura tripartita, creata nel 1997. Così, i rappresentanti dei datori di lavoro raggruppati nel Consiglio sindacale nazionale (CGN) hanno delineato una proposta scadente per aumentare il 2% che sale al 2,7%, mentre i sindacati riuniti nel Comando nazionale unitario (CNU) hanno presentato una proposta unificata per un aumento del 13,9%, per lasciare il salario minimo a 1 milione di pesos. Nella Commissione, che ha avuto 7 cicli di negoziazione in novembre e dicembre senza grandi progressi[8], le centrali sindacali e pensionistiche, che in modo anomalo e per il secondo anno consecutivo non sono state divise nella negoziazione, hanno sollevato anche reddito,

Questo nel mezzo di una politica statale che retoricamente cerca un equilibrio tra l'aumento del potere d'acquisto e lo stimolo alla creazione di posti di lavoro, mentre in pratica mantiene una politica a basso salario senza generare posti di lavoro durevoli. Tuttavia, la stampa economica e gli "specialisti" neoliberisti spingono per aumenti ancora più bassi e delineano un discorso di aggiustamento economico in cui argomentano contro ogni evidenza, la ricetta ortodossa fallita per una via d'uscita dalla crisi attraverso bassi salari e aumento dell'occupazione. sfruttamento del lavoro[10].

Questa situazione si verifica nel quadro generale di una profonda crisi economica generata dalle misure di pandemia e isolamento, in cui il governo stima che il PIL del paese potrebbe essersi contratto del -6,6% nel 2020, una cifra che il Fondo monetario internazionale (FMI) è salito a -8,2%. Nella crisi attuale, fino a novembre dello scorso anno è stato raggiunto anche un tasso di disoccupazione medio annuo del 16,3% e 3.797.900 persone senza lavoro, stima che il FMI salga al 17,3%[11], disoccupazione che, come al solito, colpisce le donne più dure e precaria gioventù. C'è anche un importante disavanzo fiscale che raggiunge il 9% del PIL e un debito estero che è aumentato di oltre 10 punti e ha raggiunto il 54,82% del PIL, che il Fondo monetario stima fino al 68,2%[12].

In questo panorama complesso, i rappresentanti delle imprese ritengono che la crisi possa rappresentare un'opportunità storica per attuare una doppia riforma economica neoliberista, che, da un lato, avanza la riforma del lavoro parzialmente sconfitta che abbassa il costo del lavoro attraverso la riduzione dei salari e la precarietà più profonda delle condizioni contrattuali e una riforma fiscale, che mantenendo i regimi di esenzione per le imprese e gli alti redditi, aumenta le imposte regressive e indirette sulla maggioranza della popolazione[13].

DANE registra che nei primi 10 mesi del 2020, il 63,8% dei lavoratori occupati e 12,4 milioni di persone guadagnano fino a un salario minimo o meno, un aumento di 3 punti rispetto al 2019. Questo è anche più drammatico dal momento che il 48,6% degli occupati, la percentuale più alta in 3 anni, guadagna meno dello 0,9 del salario minimo, segno del generale peggioramento delle condizioni salariali nel pieno della crisi[14]. In totale, per il 2020, l'88,6% dei lavoratori occupati e 17,3 milioni guadagna fino a 2 salari minimi, un campione della relativa precarietà della classe lavoratrice occupata nel Paese, che è peggiore per le donne o per la popolazione nera. E questo senza parlare di lavoratori informali, migranti o pensionati, che strutturano salari e benefit anche sulla base del salario minimo.

Nonostante la debolezza strutturale dei sindacati in un tavolo negoziale dove i padroni dentro e fuori il governo sono la maggioranza, le organizzazioni sindacali non hanno chiesto alcuna attività di mobilitazione specifica per il salario minimo, tornando ai soliti canali che solo la giornata lavorativa di la protesta nazionale da novembre a dicembre 2019 era riuscita a interrompersi temporaneamente[15]. E sebbene la Central Unitaria de Trabajadores (CUT) abbia sviluppato una campagna di comunicazione per spiegare l'aumento proposto, queste azioni semplicemente non possono sostituire l'azione collettiva dei lavoratori.

Mentre la borghesia si prepara a un nuovo piano di aggiustamento per uscire dalla crisi economica, approfondendo la precarietà e lo sfruttamento del lavoro, il movimento operaio e popolare è inefficace e ritirato. La sintesi di situazioni che si presentano e si sprecano nella situazione di negoziazione del salario minimo continua ad essere eccezionale, e ci sono pochi momenti di maggiore e più generale politicizzazione di classe, senso di comunità e critica antigovernativa tra una classe operaia precaria e divisa, che a sua volta la maggior parte non partecipa a negoziazioni settoriali o accordi di contrattazione collettiva e quindi ha la sua unica autorità nella negoziazione del salario minimo. Approfittare di questa situazione in senso classista e libertario continua a essere un compito urgente e fare di questo un elemento chiave,

Su quelli che combattono!

Grupo Libertario Vía Libre

[1]Ministero del Lavoro. I lavoratori colombiani avranno un salario minimo di 908.526 più un'assistenza ai trasporti di 106.454 nel 2021. In Mintrabajo.gov. In Eltiempo.com. 29 dicembre 2020.

[2]Salario minimo Colombia. Salario minimo 2021 mensile Colombia. In salariominimocolombi.net.

[3]La Banca registra un'inflazione annua dell'1,61%. Tuttavia, ciò corrisponde solo alle informazioni di dicembre 2020. Secondo i dati dell'entità, invece, in 4 mesi si è verificata un'inflazione superiore al 3%, in 2 superiore al 2% e in 2 superiore all'1,9%. Calcoli propri basati sul Banco de la República. Bollettino degli indicatori economici. 18 gennaio 2021. Su barrep.gov.co.

[4]Meteo. Salario minimo: il tuo potere d'acquisto è migliorato o peggiorato? 30 dicembre 2020.

[5]Allegato: salario minimo in Colombia. Su Wikipedia.org.

[6]Meteo. Cosa compri con l'aumento di 30.000 del salario minimo? In Eltiempo.com. 31 dicembre 2020.

[7]La Silla Vacía. Ángel Custodio Cabrera. Su Lasillavacia.com. 18 aprile 2020.

[8]Comando nazionale unitario. Ancora una volta fallisce l'accordo sul salario minimo. Su Cut.org. 18 dicembre 2020.

[9]Comando nazionale unitario. Il movimento sindacale presenta una proposta unificata per la presentazione del salario minimo 2021. In Cut.org. 13 novembre 2020.

[10]La Repubblica. Lo stipendio minimo per il 2021 sale del 3,5% e rimane a 1.014.980 con l'assistenza ai trasporti. In larep República.co. 29 dicembre 2020.

[11]Calcoli propri basati sul Banco de la República. Bollettino degli indicatori economici. 18 gennaio 2021. Su barrep.gov.co.

[12]Portafoglio. Disoccupazione, debito e PIL più basso, questa sarà l'economia del Paese entro il 2025. In portafolio.co. 12 novembre 2020.

[13]Così per esempio. Valigetta. L'economia colombiana crescerebbe del 5,3% nel 2021. In portafolio.co. 3 dicembre 2020.

[14]La Repubblica. Lo stipendio minimo per il 2021 sale del 3,5% e rimane a 1.014.980 con l'assistenza ai trasporti.

[15]Come abbiamo sottolineato in Vía Libre. Riflessioni sul salario minimo per il 2020. In grupovialibre.org. 28 gennaio 2020.
Link correlato: https://grupovialibre.org/2021/01/25/elementos-sobre-el-salario-minimo-para-2021/

https://www.anarkismo.net/article/32147
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center