A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Union Communiste Libertaire AL #312 - Unionismo, Aiutare una rissa "dall'esterno": lo sciopero alla clinica del Parc (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 18 Jan 2021 09:45:47 +0200


A Nantes, la doppia mobilitazione delle reti sindacali e femministe "fuori" da un'azienda ha contribuito a far uscire uno sciopero dal suo isolamento e ad ottenere la vittoria. Storia dei compagni coinvolti nella UCL. ---- La clinica Parc è una piccola struttura a Nantes con appena 50 dipendenti, specializzata in psichiatria. È stato acquistato alcuni anni fa da un gruppo privato di origine australiana, Ramsay. Da allora le condizioni di lavoro sono peggiorate: mancata sostituzione dei colleghi in congedo, carenza di personale, impiegati multifunzionali, mancanza di formazione ... Tutto questo per salari bassissimi, congelati da anni: 1.130 euro netti mensili per un assistente infermieristico con cinque anni di anzianità e un fine settimana di guardia al mese !

Come spesso, però, non sono i soldi che mancano a Ramsay France, con un fatturato di 3,4 milioni di euro, in crescita del 52% su un anno.

Il 16 giugno 2020 i dipendenti della clinica hanno scioperato, rispondendo all'appello nazionale per la salute, fuori dal carcere. Per molti, questa è stata la prima volta. Per tutta l'estate successiva i dipendenti del Parco aumentarono il numero degli scioperi con picchetti. Team molto affiatato, ottimo clima tra colleghi qualunque sia lo status: infermieri, assistenti infermieristici o amministrativi. Una determinazione sconcertante, lontana dal pessimismo dell'epoca.

Grosso problema però: i delegati dello staff (CGT) sono tra gli unici non scioperanti ! Cercano persino goffamente di riconciliarsi con la direzione. Tuttavia, gli scioperanti sono ancora largamente in maggioranza, anche se le requisizioni di personale impediscono di incidere davvero sul funzionamento della clinica. Un libro di protesta viene consegnato alla direzione, ma quest'ultima lo disprezza.

Il 17 settembre, la sera di una nuova giornata di azione nazionale, gli scioperanti hanno deciso, senza preavviso il direttore, di non tornare al lavoro il giorno successivo. Viene lanciato lo sciopero delle rinnovabili. E, contro ogni previsione, durerà trenta giorni ! Di fronte, una direzione di combattimento che finirà per rilasciare timidamente un aumento di 60 euro netti mensili e un bonus di 100 euro. Una vittoria mista (non così male nel periodo) ma una lotta esemplare.

Come hanno aiutato gli attivisti dell'UCL ?

Lo strumento sindacale in prima linea
Dall'estate, gli attivisti dell'UCL Nantes passano al picchetto per discutere con gli scioperanti ed esprimere il loro sostegno. Un approccio di base la cui importanza non deve essere sottovalutata. Oltre a permettere agli attivisti libertari di tenere i piedi nella realtà delle lotte e dei loro bisogni, ogni attaccante sa quanto ogni testimonianza di solidarietà conti e incoraggia di fronte alle avversità.

È nostro ruolo dire alla nostra classe che è giusto difendersi, che le nostre lotte sono legittime e che le sue difficoltà sono condivise da milioni di dipendenti. E quando possibile e / o necessario, è necessario sapere come andare oltre, per fornire agli scioperanti ulteriori strumenti di lotta.

E per i comunisti libertari, lo strumento sindacale è una leva necessaria. Così il sindacato Solidaires 44, a cui partecipano i compagni dell'UCL, e il sindacato SUD-Santé-sociaux agiranno per promuovere lo sciopero sulla stampa e nelle reti di attivisti. I sindacalisti di tutti i settori verranno quindi regolarmente per mostrare il loro sostegno. Un fondo di sciopero viene compensato dai sindacati e vengono raccolti quasi 13mila euro.

L'isolamento è rotto grazie al lavoro degli attivisti e il collettivo in sciopero si sente più sostenuto che mai. La CGT, rendendosi conto dell'inerzia dei suoi funzionari eletti, sta cercando di recuperare il ritardo inviando attivisti del settore, che saranno di vitale aiuto grazie al loro solido servizio legale.

Perché sullo sfondo dello sciopero si pone la questione delle requisizioni e della loro legalità. Grazie agli avvocati della federazione CGT-Santé, le requisizioni della direzione finiscono per essere annullate, il che porta alla chiusura della clinica, mettendo davvero in difficoltà Ramsay.

Insieme all'uso dello strumento sindacale, il sostegno agli scioperanti è stato in grado di avanzare attraverso il collettivo Féministes Révolutionnaires, a cui partecipano attivamente gli attivisti dell'UCL.

cc Didier Raynaud / Solidarietà
Femminismo di classe in azione
Da agosto, gli attivisti di questo collettivo hanno potuto incontrare i dipendenti della clinica, la stragrande maggioranza dei quali sono donne. Tuttavia, presentarsi come un collettivo femminista ai dipendenti che lottano per le loro condizioni di lavoro non è necessariamente ovvio. Ma il contatto ha funzionato, primo perché il collettivo si era espresso pubblicamente, durante la reclusione, sulle condizioni di lavoro delle donne, soprattutto in ambito sanitario. Eppure è il sostegno quasi quotidiano al picchetto, con il prestito di un megafono, il thermos del caffè, la diffusione delle informazioni sui social e la staffetta della pentola, che hanno permesso di costruire la fiducia.

Al termine della mobilitazione è stata organizzata una serata di sostegno agli scioperanti nel Parco con la presenza delle donne scioperanti dell'hotel Ibis Batignolles . Questa esperienza mostra il sostegno che i gruppi esterni possono rappresentare durante uno sciopero. Sebbene non possano sostituire lo strumento sindacale per costruire l'equilibrio del potere, forniscono il supporto simbolico e materiale necessario per resistere nel tempo. L'azione del collettivo delle Femministe Rivoluzionarie fornisce un esempio pratico di femminismo di classe, reattivo, capace di fare il collegamento tra scioperanti e altri lavoratori, fornendo un'analisi femminista della situazione.

I comunisti libertari furono quindi in grado, su scala modesta, di fornire un supporto concreto e utile, forgiando legami per il futuro. Questo sostegno è stato ottenuto mobilitando le loro organizzazioni sindacali o femministe. Questi controlli e contrappesi possono fornire un'assistenza legale, finanziaria e mediatica significativa. Ma per questo, è ancora necessario contribuire a costruire e animare queste organizzazioni in modo autogestito, con l'obiettivo che crescano e aiutino a ottenere vittorie per la nostra classe.

Anna e Benjamin (UCL Nantes)

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Sante-Aider-de-l-exterieur-la-greve-de-la-clinique-du-Parc
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center