A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Turkey, Devrimci Anarsist Faaliyet DAF: La nostra intervista con la nuova politica gratuita sull'agenda e la nostra organizzazione (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sun, 28 Feb 2021 09:27:56 +0200


Condividiamo con voi la nostra intervista alla New Free Policy sulla nostra organizzazione e agenda come attività anarchica rivoluzionaria: ---- Anche se uno di noi è prigioniero, nessuno di noi è libero ---- "Non crediamo nell'idea che la rivoluzione avverrà in un giorno benedetto, al contrario, creiamo e viviamo la rivoluzione oggi". ---- MIHEME PORGEBOL - La nuova politica libera ---- Da Gezi a Kobanê, da Newroz a serhildans, è possibile vedere la loro bandiera nera quasi ogni volta e in ogni zona quando la gente si alza. Per decenni, l'Attività Anarchica Rivoluzionaria è stata organizzata come una delle forze più persistenti di opposizione attiva sociale. La loro posizione determinata nelle strade, nelle piazze e nei social media, che è il nuovo campo di battaglia dell'epoca, trae la sua forza dall'opposizione sociale organizzata. Basano anche la loro convinzione che le cose non saranno come dovrebbero essere senza lasciare la loro zona di comfort, seduti al loro posto, sulla base della loro profonda analisi della storia, della società e della politica. Sostengono che la rivoluzione non può accadere da sola e sostengono che occorre agire per fare la loro parte. Pertanto, "Noi, che crediamo in una lotta olistica, trasformiamo anche le nostre vite per organizzare e prendere parte alla lotta sociale e politica. Perché non crediamo nell'idea che la rivoluzione avvenga in un giorno felice, al contrario, creiamo e viviamo la rivoluzione oggi ".
Abbiamo avuto una conversazione con la Revolutionary Anarchist Activity nell'ambito della loro organizzazione e della loro visione della vita e della società. In cui il processo della Turchia, ha parlato di politica e la liberazione dei partner AKP e MHP al governo oppressi:

Attività rivoluzionaria anarchica, come valutare l'attuale ambiente politico e sociale della Turchia?
Siamo in un periodo in cui il potere politico sta attraversando crisi sia interne che esterne. Mentre l'AKP sta aumentando la tensione con la sua strategia di guerra aggressiva all'esterno per preservare il suo potere, non copre la posizione che sta cercando di assumere attaccando tutta la sua periferia dalla Libia a Cipro, dal Rojava a Bashur. La sua inefficacia nella regione continua, poiché non può portare le relazioni con Stati Uniti e Russia al livello desiderato. La posizione di TC, che non ha un posto sul tavolo, è anche quella di vegliare presso le postazioni di osservazione stabilite e di attaccare vigliaccamente le persone della regione nelle lacune che trova. Anche l'AKP, che sta cercando di scrollarsi di dosso l'impatto della crisi economica interna sulle sue masse con l'agenda di guerra, ha perso questa carta vincente. Ha lo scopo di creare un'agenda di guerra artificiale con operazioni simili a esercizi di trekking svolte nelle campagne di Bakur come se camminassero in campagna e partecipate da migliaia di soldati dai media. Sapendo che queste operazioni non soddisferanno le sue masse, l'AKP attacca i villaggi curdi, che definisce terroristi. Continuano gli attacchi all'HDP nelle città. Le minacce di arresto dei capi provinciali / distrettuali si estendono agli avvocati. Tuttavia, la massa del potere politico (AKP-MHP Coalition) alimentato dal nazionalista e dal conservatorismo non può aumentare la motivazione. È ovvio che la perdita di massa e il declino del potere politico sono legati all'emergere della crisi economica, all'incapacità di fermare l'ascesa del dollaro, dell'euro e dei tassi di interesse e all'ascesa di tutto. In un periodo in cui tutto è stato aumentato del 150 per cento, l'aumento del 15 per cento dei salari dei lavoratori ha mostrato la realtà della crisi economica. È ovvio che nella crisi della corona, l'epidemia è stata evitata con chiusure arbitrarie e misure di punta, e la politica sui vaccini non si cura degli oppressi. È chiaro che la crisi causata dai divieti della crisi della corona ha avuto un impatto negativo sulla società che soffre di ingiustizia. Ma i lavoratori, i giovani e le donne che si stanno organizzando per la loro libertà, che resistono durante questo grande processo di pressione, mantengono la speranza.

Hai parlato della crisi economica e della povertà. Qual è secondo lei la situazione generale del Paese in termini di povertà e corruzione?
Chiunque sia al potere politico crea il proprio personale all'interno dello Stato. Questa situazione è uno dei fondamenti dello Stato. Chiunque diventi un potere politico, la periferia ei sostenitori di quel potere politico sperimentano vantaggi economici e sociali. Quindi lo stato significa corruzione. Questo ordine ingiusto continua con l'arricchimento di un certo segmento di minoranza e l'impoverimento di altri segmenti. Questo è stato il caso durante i 19 anni del processo politico dell'AKP. Mentre gli eletti delle loro sezioni si arricchiscono, l'altra parte della società diventa sempre più povera.

Quando guardiamo alle pratiche dello stato in tutte le aree, vediamo una rigorosa discriminazione in termini di identità. In questo contesto, come valuta le politiche dello Stato in materia di identità e minoranze?

Lo stato si fonda sulla superiorità di una o più identità. Questo è che tutte le altre identità che vivono in quello stato vivono sotto il dominio statale permanente. Mentre acquisivano una o più etnie nella fase di fondazione di ogni stato del mondo, altre etnie persero la vita e furono massacrate. Questo è senza eccezioni. In questo contesto, ogni Stato è l'assassino dei popoli. Alle persone che non possono raccontare le proprie storie nella propria lingua è inoltre vietato cantare le proprie canzoni e canzoni. Non possono vivere liberamente i propri valori. Definendo il loro status di "minoranza speciale", cercano di trasformarli in un lusso. Questa lotta per l'esistenza di coloro che si oppongono all'assimilazione è etichettata dallo Stato come terrore. Ma questi stigmi non possono cambiare la legittimità della lotta popolare per la libertà.

Repubblica di Turchia in linea con il resto dei punti che hai citato Come saprai più esposto all'odio dello Stato e che mostra la realtà più concreta di un popolo curdo che si oppone a questo odio. Cosa puoi dire delle politiche statali nel contesto della questione curda?
L'opposizione del popolo curdo, che ha negato la turca come identità superiore sin dalla fondazione della Repubblica turca, è stata definita una "questione". Il problema stesso è l'esistenza dello stato nella geografia e che l'identità superiore di questo stato è la turca. Dalla ribellione di Agri alla rivolta di Seyit Riza a Dersim, il popolo curdo si è opposto a questa politica della Repubblica turca. Dopo l'80, il popolo curdo si è organizzato con l'inevitabile necessità di un processo organizzato in cui il funzionamento interno fosse determinato in tutti gli ambiti della vita. A 70 anni, gli attacchi della Repubblica turca aumentarono con l'effetto dell'assimilazione che si trasformò in un fallimento. Questi attacchi continuano ancora oggi. Oltre ai 19 anni di potere politico che hanno formato organi simili a JITEM, come PÖH-JÖH e la tortura dei guerriglieri e dei membri del partito, è aumentata anche la tortura dei curdi che vivono nei loro stessi villaggi.

Potresti spiegare di più sulla tortura?
La tortura continua con lo stato che arresta e imprigiona chiunque consideri una minaccia o un terrorista, indipendentemente dal fatto che sia correlato all'organizzazione o meno. La tortura iniziata con la polizia durante il processo di detenzione continua con le guardie durante il processo di detenzione. Oltre alla palese tortura, le pratiche arbitrarie affrontate da quasi 20.000 prigionieri politici hanno trasformato la vita carceraria in tortura. Lo stato continua i suoi attacchi contro il popolo curdo che ha combattuto sul campo, anche nelle carceri. Nonostante tutte le pressioni, questi attacchi vengono affrontati con l'organizzazione dei prigionieri, l'atteggiamento organizzato e le azioni contro la fame. Lo stato sta perdendo contro la lotta del popolo curdo.

Le carceri sono già luoghi in cui si osservano le pratiche più brutali dello Stato ... Quale pensi che raggiunga l'entità della reclusione?
Oggi vediamo che lo stato implementa una strategia di tortura e reclusione contro ogni organizzazione e individuo che resiste e combatte contro l'ingiustizia. Questa strategia ha ormai superato le organizzazioni che conducono la lotta sociale. Persino individui che commentano solo sui propri account sui social media "Insultare la Presidenza, insultare lo Stato e la nazione turca, ecc." vengono presi in custodia con pretesto o addirittura arrestati.

In realtà c'è un'obiezione contro tutte queste pratiche dello Stato. Attività rivoluzionaria anarchica, come valuta il movimento contro l'attuale governo e l'opposizione in Turchia?
L'opposizione dovrebbe essere valutata sotto due rubriche separate: opposizione parlamentare e opposizione sociale. L'opposizione parlamentare ha spinto l'opposizione antigovernativa nel triangolo elettorale, elettorale e votante ed è disposta a includere l'opposizione sociale in questa congestione. L'irrigidimento della retorica antigovernativa e il costante desiderio di elezioni anticipate sono legati a questo. Sebbene non si preoccupi dell'organizzazione dell'opposizione sociale, usa tutti i tipi di discorso populista nei processi elettorali. Qualsiasi discorso populista da utilizzare giustifica anche l'uso di discorsi populisti da parte del governo. Questi approcci populisti rendono irrisolti i veri problemi economici e sociali degli oppressi. Invece di discutere la crisi della società, i dibattiti retorici tra Kemal e Recep stanno diventando conversativi.

Qual è il tuo suggerimento?

L'organizzazione dell'opposizione sociale è indiscutibilmente importante. L'obiettivo dovrebbe essere quello di organizzare la vita quotidiana, organizzare azioni per la giustizia contro le ingiustizie e rafforzare le azioni organizzate. HDP è il riflesso dell'opposizione sociale in parlamento. Solo il parlamentare ha inevitabilmente acquisito l'atteggiamento dell'opposizione. A questa trasformazione è legato l'indebolimento dell'azione in piazza e dell'organizzazione del quartiere mentre si solleva l'opposizione attraverso i deputati.

L'HDP, che va al parlamento dai quartieri, non può tornare dal parlamento ai quartieri. Il governo ha visto indebolirsi questo legame e vuole spezzarlo con i suoi attacchi. Mentre il governo ha intentato azioni legali e manifestazioni contro gli avvocati per soddisfare le sue masse, arrestando i quadri che organizzano i quartieri, il movimento popolare HDP è stato inviato a un partito in parlamento,

Quindi cosa dovrebbe fare HDP contro questo?
L'organizzazione dell'opposizione sociale dovrebbe essere rafforzata con una comprensione dell'organizzazione che si oppone direttamente alle ingiustizie subite senza la necessità di un dilemma partito-elettore. L'organizzazione di questa opposizione sarà possibile attraverso la difesa auto-organizzata dei nostri spazi abitativi. Queste auto-organizzazioni sono gli strumenti più importanti per la creazione di una nuova vita e per la lotta contro l'ingiustizia. Queste organizzazioni, dove avranno luogo resistenza e solidarietà, creeranno libertà individuale e sociale.
L'intensità del potere politico in questo periodo non può impedire la lotta per la libertà; Anche se la violenza di Stato è venuta alla luce come in ogni momento della storia, la lotta continuerà. Questa lotta è una lotta per l'esistenza per noi oppressi.

Se riassumiamo; Che tipo di opposizione pensi sia necessaria?
Come abbiamo appena detto, pensiamo che qualunque cosa faccia l'opposizione parlamentare, non sarà in grado di fare una vera opposizione. La presa del potere politico da parte di un altro potere politico populista non ha senso per noi. L'importante è organizzare l'opposizione sociale e liberarsi dal dilemma voto-elezione. Vediamo che la maggior parte delle lotte dei lavoratori che oggi si traducono in guadagni sono formate dall'auto-organizzazione dei lavoratori. Questo ci ricorda ancora una volta che per raggiungere il successo dove l'opposizione è bloccata, dobbiamo sollevare l'opposizione sociale.
Se l'opposizione sociale non si organizza e non prende in mano la lotta, sarà condannata alla politica del "fanculo e ridi" tra questi partiti "politici". Non ha senso se il presidente è Recep Tayyip Erdogan o chiunque altro.

Allora, dove si colloca l'Attività Anarchica Rivoluzionaria nella struttura sociale? Chi sono i membri DAF?
Revolutionary Anarchist Activity è un'organizzazione che mira a distruggere stati e capitalismo partendo da questa geografia e ad instaurare un mondo anarchico al suo posto. Trae la sua tradizione dall'anarchismo organizzato. Organizza la lotta vitale piuttosto che intraprendere una lotta politica. Lo fa anche con auto-organizzazioni all'interno della propria struttura. Questo modello di organizzazione ha anche trovato la sua controparte nell'anarchismo organizzato a livello mondiale. Spesso i nostri compagni provenienti da diverse geografie del mondo sono nostri ospiti e condividono le loro esperienze sulla propria geografia. Spesso cercano di adattare il nostro modello organizzativo alla loro geografia. Crede che la salvezza di tutti gli oppressi sarà la salvezza di tutti. Adotta il principio del "anche se uno di noi è prigioniero, non siamo liberi" e, partendo da questo punto, è solidale con tutti i settori della lotta sociale. Partecipa a tutte le azioni e mette in pratica il principio di solidarietà. Soprattutto nei processi dopo la ribellione di Taksim Gezi e nella resistenza di Kobanê, l'influenza della nostra organizzazione ha rafforzato l'opposizione sociale. Svolge attività in tutti i campi dalla lotta dei lavoratori alla lotta per l'ecologia, dalla lotta dei giovani alla lotta delle donne e al movimento per l'obiezione di coscienza che è la lotta di coloro che rifiutano il servizio militare.
Siamo formati da individui diversi e numerosi come tutte le parti oppresse di questa geografia. Credendo in una lotta olistica, stiamo trasformando le nostre vite per organizzarci e prendere parte alla lotta sia sociale che politica. Perché non crediamo nell'idea che la rivoluzione avverrà in un giorno felice, al contrario, creiamo e viviamo la rivoluzione oggi. Stiamo iniziando le nostre trasformazioni individuali e organizzative proprio ora. Come è stato detto durante la rivoluzione iberica, una delle esperienze più importanti della nostra tradizione, "Portiamo un mondo nuovo nei nostri cuori. Ora, proprio ora questo mondo sta crescendo. "

https://anarsistfaaliyet.org/alinti/gundeme-ve-orgutlenmemize-dair-yeni-ozgur-politika-ile-yaptigimiz-roportaj/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center