A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) icl-cit: Distruggi il pianeta pacco per pacco (ca, en, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 27 Feb 2021 10:35:16 +0200


Amazon inquina più delle più grandi centrali a carbone dell'UE. Lo sfruttamento dei lavoratori distrugge il pianeta! ---- Diverse organizzazioni ambientali sono attivamente coinvolte nella campagna dei dipendenti di Amazon, #MakeAmazonPay. Ciò includeva il blocco delle consegne ai magazzini della società vicino a Wroclaw nel dicembre 2020 ed è stato sostenuto da Greenpeace Polska[1]. Abbiamo anche ricevuto lettere di sostegno dai sindacati minerari locali[2]. In particolare, coloro che in precedenza hanno lavorato nelle miniere di carbone nella regione della Bassa Slesia ora chiusa sono tra gli attivisti di base più coinvolti nella nostra commissione in Amazon.

Nel frattempo, con il suo modello di gestione antisociale e antisindacale, Amazon è diventata un enorme emettitore di gas serra. Nonostante la propaganda "verde", l'impronta di carbonio dell'azienda nel 2019 è cresciuta fino a 51 milioni di tonnellate[3]. Pertanto, la società di Jeff Bezos ha già superato tutte le più grandi centrali elettriche a carbone dell'Unione europea, con la sua impronta di carbonio pari a quella dei cinque maggiori emettitori dell'UE messi insieme[4]. Inoltre, mentre la più grande centrale elettrica a carbone dell'UE, Belchatów, ha ridotto la sua impronta di carbonio del 15% (ossia di 5,6 milioni di tonnellate di CO 2, da 38,3 a 32,7 milioni di tonnellate)[5], Amazon è aumentata del 15% (quasi 7 milioni di tonnellate, da 44,4 a 51)[6]. La differenza annuale nella crescita dell'impronta di carbonio di Amazon è vicina alle emissioni totali dichiarate del più grande produttore di carbone nell'Unione europea e del più grande operatore di miniere di carbone in questa regione, il gruppo Jastrzebska Spólka Weglowa[7].

Amazon, in continua espansione in Polonia, non ha ancora rivelato l'entità delle sue emissioni di carbonio nel nostro Paese. Tuttavia, i ruoli sociali fondamentalmente diversi svolti dalle centrali elettriche, dalle miniere di carbone e dalla società Amazon in Polonia devono essere presi in considerazione. Queste centrali elettriche e miniere forniscono energia a case, scuole, ospedali, uffici e tutte le altre infrastrutture sociali, comprese le società private come Amazon. Con l'impronta di carbonio elevata (sebbene in diminuzione) di queste entità, quasi 40 milioni di persone in Polonia beneficiano quotidianamente dei frutti del lavoro delle persone impiegate nelle miniere e nelle centrali elettriche. Un normale dipendente di Amazon in Polonia - in molti casi, un ex minatore - confeziona a buon mercato prodotti che vengono venduti e consumati in Germania e in altri paesi occidentali. Infatti, ha la garanzia di lavorare per il mercato al dettaglio tedesco, percependo un quarto di stipendio tedesco per il suo lavoro e lavorando in un magazzino costruito a diverse centinaia di chilometri dal confine orientale di quel paese.

La direzione di Amazon basa i suoi profitti sul superlavoro cronico di dipendenti di sesso maschile e femminile. Lo sfruttamento delle risorse umane va di pari passo con lo sfruttamento delle risorse della Terra. Come risultato delle attività del nostro sindacato, è stato dimostrato che i gestori dei magazzini polacchi di Amazon costringono i lavoratori a superare considerevolmente orari e condizioni di lavoro ragionevoli[8]. L'eccessivo ritmo di lavoro si traduce anche in un consumo energetico sproporzionato e in una maggiore impronta di carbonio. Al culmine di dicembre 2020, la giornata lavorativa giornaliera nei magazzini polacchi di Amazon è stata estesa a 11,5 ore, il che ha portato anche a un maggiore consumo di energia in questi centri. Cosa c'è di più,

I profitti maturati dagli azionisti milionari di Amazon, guidati dal CEO dell'azienda e da una delle persone più ricche al mondo, Jeff Bezos, consentono a questi privilegiati di vivere tra i lussi in un momento di grave crisi sociale. Nel frattempo, quelli di noi che lavorano per Amazon nei suoi centri locali guadagnano leggermente al di sopra del salario minimo in Polonia e ben al di sotto del salario minimo occidentale, e siamo particolarmente vulnerabili agli shock, sia ecologici che epidemici.

Ecco perché la partecipazione congiunta di sindacati e gruppi ambientalisti alla campagna #MakeAmazonPay è così importante. Insieme dobbiamo fare in modo che Amazon paghi - finalmente - per il suo sfruttamento delle persone e del pianeta.

Articolo originale Amazon IP

Note a piè di pagina:

[1]Video della partecipazione di Greenpeace Polska alle proteste di Make Amazon Pay: https://www.facebook.com/watch/?v=415760146504267

2]Contenuto della lettera dei sindacati minerari di Bogdanka a OZZ IP su Amazon: https://www.facebook.com/watch/?v=415760146504267

3]Rapporto ufficiale dell'azienda https://sustainability.aboutamazon.com/environment/sustainable-operations/carbon-footprint

4]Nico Muzi, Il principale inquinatore nel settore delle spedizioni supera le centrali elettriche, chiudendo le centrali a carbone, portale Transportenvironment.org, 3.07.2020 https://www.transportenvironment.org/.../top-shipping-pollute ...

5]Katarzyna Grzelak, Belchatów è in testa alla famigerata classifica. La centrale elettrica polacca è il più grande emettitore di CO 2 nell'UE, portale Focus.pl, 8 luglio 2020 https://www.focus.pl/.../belchatow-liderem-niechlubnego-ranki...

6]AP News, "Nonostante le promesse ecologiche, l'impronta di carbonio di Amazon è cresciuta del 15%" https://apnews.com/article/95986c4ba779f1d35ac4ca2afdd745c3

7]"Carbon footprint of the JSW Group", dichiarazione aziendale https://www.jsw.pl/odpowiedzialny-biznes/slad-weglowy-gk-jsw

8]Klara Klinger, Patrycja Otto, "Lavorare senza misura, in piedi, senza acqua ... Tutto questo accade in Amazzonia, Polonia", portale Dziennik.pl, 08/09/2018 https://gospodarka.dziennik.pl/praca/artykuly / 579068, amazon-praca-pracownik-warunki-pracy-pip-raport.html

https://www.icl-cit.org/es/destruir-el-planeta-paquete-a-paquete/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center