A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) alas barricadas, Australia, Brisbane: PERCHÉ GLI ANARCHICI NON SUPPORTANO AUNG SAN SUU KYI Di Black Freighter (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 26 Aug 2021 09:02:19 +0300


Foto: Anarchici a Yangoon che si radunano contro il colpo di stato militare all'inizio di quest'anno ---- Il colpo di stato militare di febbraio in Myanmar ha concluso con successo l'esperimento del paese con la democrazia liberale, rovesciando il governo della Lega nazionale per la democrazia (NLD) di Aung San Suu Kyi, che ha vinto la maggioranza nelle elezioni del 2015 in Myanmar. Mentre il colpo di stato è stato eseguito con precisione chirurgica, i militari (Tatmadaw) hanno chiaramente sottovalutato il livello di resistenza che la popolazione civile del paese avrebbe opposto, compresa la formazione di gruppi di miliziani e la creazione di legami con le preesistenti forze armate dell'etnia insorta del Myanmar gruppi. Emersa da decenni di governo militare, la popolazione birmana non è estranea alle implicazioni di una dittatura sfrenata per mano di uomini forti come il generale Min Aung Hlaing e il Consiglio di amministrazione di Stato (SAC).

Eppure questa resistenza non è priva di divisioni. L'unità è difficile per un movimento che è emerso tra forze che si sono spesso trovate in contrasto. Mentre alcuni in Myanmar hanno espresso sostegno al governo di unità nazionale, una coalizione formata dalla NLD e dai suoi rappresentanti parlamentari, questo sostegno è tutt'altro che unanime. Numerosi gruppi di minoranza hanno da tempo denunciato la complicità di Suu Kyi e della NLD nelle attività di genocidio del Tatmadaw. Il fatto che sia la NLD che Tatmadaw siano saldamente radicate nella maggioranza etnica Bamar è stato un forte fattore di questa sfiducia sentita dalle minoranze nei confronti delle autorità statali e del desiderio di un'unione federale che rispetti gli interessi delle minoranze, con i diritti di secessione e autonomia , è forte. Così com'è,1

Già nel maggio 2016, sei mesi dopo le elezioni che l'hanno portata al potere, la riluttanza della NLD a confrontarsi con le preoccupazioni etniche era sotto tiro. In una riunione di Yangon della United Nationalities Alliance, Khun Tun Oo, ex prigioniero politico e importante politico Shan, ha osservato che "(le etnie) hanno votato (per la NLD) con grandi aspettative, e il risultato è chiaramente mostrato nella questione Rakhine ... Non possiamo più fare affidamento sulla Nld". 2Durante il suo breve mandato al potere, la NLD ha spesso affrontato l'accusa di rappresentare solo gli interessi di Bamar. Ciò è stato più sorprendente quando Suu Kyi ha rifiutato di alzare un dito per opporsi alla spietata campagna di pulizia etnica del Tatmadaw contro il popolo Rohingya, principalmente musulmano, del 2016, che ha visto decine di migliaia di morti e centinaia di migliaia di sfollati, oltre a rapporti coerenti di massa stupro e infanticidio. 3

Al contrario, il suo governo ha posto restrizioni all'accesso alle informazioni, ha affermato che i rapporti sulle atrocità erano "notizie false", ha soppresso un film critico nei confronti del Tatmadaw, ha negato ai musulmani il diritto di candidarsi alle elezioni e ha negato categoricamente che ci fosse alcun tipo di di conflitto di sorta. 4 Suu Kyi era così preoccupata di preservare lo status quo, infatti, che nel 2017 ha affermato che i "terroristi" erano responsabili di un "iceberg di disinformazione" e ha ringraziato il Tatmadaw per aver sostenuto lo "stato di diritto"! 5 Quando è stata nuovamente confrontata sulla questione all'Aia nel 2019 dalla Repubblica del Gambia e dalla Corte internazionale di diritto, ha negato del tutto le atrocità affermando che il Gambia aveva fornito "un quadro fattuale incompleto e fuorviante". 6Stranamente, la presenza visibile di centinaia di migliaia di rifugiati, nonché prove satellitari e fotografiche ha reso la sua difesa del genocidio poco convincente. Suu Kyi è stata successivamente privata di vari titoli e riconoscimenti, tra cui la cittadinanza onoraria canadese, il più alto riconoscimento di Amnesty International e la Libertà di Oxford e Dublino, nonché inviti a cancellare il suo premio Nobel per la pace e un edificio a lei intitolato presso l'Università di Queensland.

La popolarità internazionale di Suu Kyi ha tuttavia goduto di una sorta di rinascita a livello internazionale dal colpo di stato. È una realtà che il Myanmar nel suo insieme sta molto peggio con la NLD rimossa dal potere. Come è stato notato da Will Howard-Waddingham, "Suu Kyi potrebbe non essere stata in grado di resistere al genocidio anche se avesse voluto, perché erano i militari, non lei, a detenere il potere politico supremo nel paese". 7Secondo questa linea di ragionamento, alcuni hanno suggerito che la sua unica linea d'azione fosse quella di mantenere la sua posizione nel governo e tentare di mantenere il Tatmadaw dal potere il più a lungo possibile. Come nota Howard-Waddingham, tuttavia, "(c) la collaborazione nel genocidio è un crimine indipendentemente dal proprio potere di fermarlo ... Il rovesciamento e l'incarcerazione di un leader eletto democraticamente per aver protetto un gruppo di suoi cittadini avrebbe potuto portare un'attenzione internazionale significativa al La sofferenza dei Rohingya" 8 .

Potenzialmente fatale per Suu Kyi e la NLD, tuttavia, non è la disapprovazione delle istituzioni liberaldemocratiche all'estero, ma la disillusione dello stesso popolo Bamar. L'assalto indiscriminato del Tatmadaw contro migliaia di manifestanti di Bamar in centri urbani come Yangon e Mandalay ha scioccato molti membri del gruppo etnico dominante del paese e ha portato a una nuova identificazione con la difficile situazione delle sue minoranze. L'esperienza del massacro e dello spostamento, un tempo un concetto astratto e lontano a cui pochi pensavano, si è trovata improvvisamente letteralmente sulla soglia di casa. Nelle parole di un giovane Bamar a Yangon, "(s) da quando è iniziato il colpo di stato, abbiamo affrontato tutti la stessa cosa, gli stessi tragici incidenti in tutto il paese ... Non importa se siamo birmani, Kachin, Chin o qualsiasi gruppo etnico. Finché vivremo in Myanmar,9 Il cinismo nei confronti di Suu Kyi e della NLD sta diventando sempre più comune. Come nota l'anarchico di Yangon Kyaw Kyaw, "il silenzio è violenza... Il problema è complicato, certo - ma se lei rimane in silenzio, significa che sostiene la violenza? Se non dici nulla sull'umanità o sui diritti, sei violento". 10

Successivamente si sta aprendo una crescente spaccatura "tra i gruppi guidati da una vecchia generazione di manifestanti delle rivolte studentesche del 1988 che chiedevano il rilascio del leader democratico Aung San Suu Kyi e dei funzionari eletti e il ritorno al precedente sistema di governo e un gruppo eterogeneo di manifestanti che si unirono sotto il Comitato di sciopero generale delle nazionalità" 11. Quest'ultimo gruppo si sta rafforzando, chiedendo non solo il completo smantellamento del Tatmadaw, ma anche il ribaltamento della costituzione, che mantiene il diritto del governo centrale di possedere e regolare tutta la terra del Myanmar. La stessa Suu Kyi non è estranea a queste leggi, essendo stata nominata nel 2013 per supervisionare le indagini su un conflitto su una miniera di rame in joint-venture cinese del valore di 1 miliardo di dollari. Questo scontro, in cui la polizia ha dispiegato fosforo bianco, gas lacrimogeni e cannoni ad acqua contro i manifestanti che occupavano il sito, ha visto Suu Kyi schierarsi contro la gente, raccomandando nel suo rapporto che il progetto continui e che la polizia rimanga indisciplinata per il loro feroce assalto. 12 Non è difficile vedere quanti nel movimento di protesta odierno possano avere poca simpatia per lei e per il suo governo deposto.

È nostra speranza che il movimento di disobbedienza civile trascenda il modello parlamentare. Come notato in precedenza, sebbene la democrazia parlamentare possa essere preferibile all'autorità di Tatmadaw, non rappresenta una grande alternativa per le minoranze che subiscono la pulizia etnica, indipendentemente da chi siede nella capitale. Questo è spesso il caso in tutto il mondo, quando le persone hanno riposto le loro speranze in forze che apparentemente si sono schierate per la liberazione solo per essere infrante sulla realizzazione delle vittorie di quelle forze. Discutendo della fine dell'apartheid nel 1991, Subversion ha osservato che "la chiave del dominio, dell'oppressione, dell'alienazione, è far partecipare i dominati al proprio dominio, gli oppressi alla propria oppressione e gli alienati alla propria alienazione.13 Dobbiamo anche resistere alla tentazione di rendere glamour molti dei movimenti di guerriglia che lottano contro la SAC, poiché i territori che controllano spesso assomigliano semplicemente a stati rivali con le proprie economie capitaliste saldamente radicate nel mercato globale. È incoraggiante vedere molte persone in Myanmar voltare le spalle al sistema pre-golpe. È anche stimolante vedere l'apparente crescita di gruppi anarchici a Yangon e Mandalay. Dall'estero possiamo aiutare la resistenza dimostrando il nostro sostegno alle comunità birmane nelle nostre città e mostrando alla gente del Myanmar a casa la nostra solidarietà attraverso varie azioni, che sono spesso ripubblicate sui siti di social media della resistenza.

Abbiamo osservato tra molti esponenti della sinistra e anarchici su varie piattaforme di social media una tendenza a esprimere sostegno o almeno tolleranza per la NLD. Anche se non così male come lo spregevole sostegno "antimperialista" (leggi stalinista) al Tatmadaw in gruppi come la bizzarra Lega dei Lavoratori con sede a Meanjin, l'approvazione della NLD dovrebbe essere evitata. Questo non vuol dire che dovrebbe essere combattuto: la stragrande maggioranza dei suoi sostenitori è impegnata per la libertà e molti hanno già dato la vita combattendo il Tatmadaw. Invece, ciò che abbiamo sperato di dimostrare in questo articolo è che i suoi leader, in primis Aung San Suu Kyi, sono stati complici dei crimini del Tatmadaw e dovrebbero essere successivamente considerati alla luce di ciò. Come anarchici, non vediamo le cose in termini di mali minori o maggiori. In caso di superamento del SAC, il ritorno a qualsiasi posizione di autorità da parte di Suu Kyi, anche nell'ambito di un'unione federale multietnica, va strenuamente contrastato. Sebbene possano svolgere un ruolo importante nella rottura del SAC, i membri della NLD devono ritenere responsabili i loro leader per la loro complicità nel genocidio e nella soppressione dei diritti etnici e dei lavoratori e dei contadini. Comunisti anarchici Meanjin ribadisce che la via della libertà umana non si trova nei partiti e nei parlamenti ma solo attraverso l'azione autonoma del popolo stesso. i membri della NLD devono ritenere responsabili i loro leader per la loro complicità nel genocidio e nella soppressione dei diritti etnici e dei lavoratori e dei contadini. Comunisti anarchici Meanjin ribadisce che la via della libertà umana non si trova nei partiti e nei parlamenti ma solo attraverso l'azione autonoma del popolo stesso. i membri della NLD devono ritenere responsabili i loro leader per la loro complicità nel genocidio e nella soppressione dei diritti etnici e dei lavoratori e dei contadini. Comunisti Anarchici Meanjin ribadisce che la via della libertà umana non si trova nei partiti e nei parlamenti ma solo attraverso l'azione autonoma del popolo stesso.

1 https://english.shannews.org/archives/22200

2 https://www.irrawaddy.com/opinion/commentary/have-ethnic-groups-lost-faith-in-the-nld.html

3 https://www.straitstimes.com/asia/se-asia/rohingya-exodus-still-growing-six-months-into-crisishttps://english.alaraby.co.uk/news/msf-6700- rohingya-killed-month-myanmar-violencehttps://www.independent.co.uk/news/world/asia/rohingya-burma-myanmar-children-beheaded-burned-alive-refugees-bangladesh-a7926521.htmlhttps: //pulitzercenter.org/stories/rohingya-methodically-raped-myanmars-armed-forces

4 https://www.theguardian.com/world/2017/jan/09/free-speech-curtailed-aung-san-suu-kyis-myanmar-prosecutions-soarhttps://www.washingtonpost.com/outlook/ why-aung-san-suu-kyi-isnt-protecting-the-rohingya-in-burma/2017/09/15/c88b10fa-9900-11e7-87fc-c3f7ee4035c9_story.html?utm_term=.56ceec0783a6nhttps://foreignpolicy. com/2016/06/28/the-new-burma-is-starting-to-look-too-much-like-the-old-burma/https://www.theguardian.com/world/2015/nov/ 03/no-vote-no-candidates-myanmars-muslims-barred-from-their-own-electionhttps://www.theguardian.com/world/2017/sep/19/aung-san-suu-kyi-myanmar -rohingya-preoccupato per la crisi

5 https://news.sky.com/story/aung-san-suu-kyi-from-symbol-of-human-rights-to-fighting-claims-of-genocide-12205035

6 https://www.abc.net.au/news/2019-12-12/myanmars-leader-says-the-world-has-it-wrong-on-the-rohingya/11791338

7 https://rdi.org/democracy-examined/2021/6/22/myanmars-coup-doesnt-exonerate-aung-san-suu-kyi/

8 Ibidem.

9 https://www.tbsnews.net/world/protests-unite-myanmars-ethnic-groups-against-common-foe-224047

10 https://www.punkethics.com/rebel-riot-interview/?fbclid=IwAR1GCwgSxheuzZt3pDfsi_blnIphr60sFAQt7Xu7co31dJC9KVtJQZ7PBZg

11 https://www.tbsnews.net/world/protests-unite-myanmars-ethnic-groups-against-common-foe-224047

12 https://www.theguardian.com/world/2013/mar/12/birma-confirms-phosphorus-crackdown-mine

13 https://www.autistici.org/tridnivalka/mandela-v-the-working-class-subversion-1991/

https://acmeanjin.org/articles/why-anarchists-dont-support-aung-san-suu-kyi/

http://alasbarricadas.org/noticias/node/46338
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center