A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunisti Anarchici e Libertari in Cgil N. 55: LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE SULLA STRAGE DI VIAREGGIO - Stefania Baschieri, CGIL Lucca

Date Mon, 12 Apr 2021 11:33:08 +0300


Venerdì 8 gennaio, a distanza di undici anni e mezzo dalla Strage di Viareggio, la Corte di Cassazione ha dichiarato prescritte le condanne per omicidio plurimo colposo - ad eccezione dell'ex A.D. del Gruppo F.S. Mauro Moretti che aveva rinunciato alla prescrizione - in seguito all'esclusione dell'aggravante della violazione delle norme sulla sicurezza. Con questa decisione si cancella quindi una parte importante della sentenza di primo grado del Tribunale di Lucca, sostanzialmente confermata in Corte di Appello di Firenze, in merito alle responsabilità del disastro ferroviario che il 29 giugno del 2009 aveva causato 32 morti, decine di feriti, gravi danni materiali, oltre a quelli morali ed affettivi non rimarginabili per i familiari delle vittime.
La decisione della Corte di Cassazione
rinvia il procedimento alla Corte di Appello di
Firenze per rivalutare la responsabilità degli
imputati per il solo reato di disastro ferroviario
colposo; il percorso di questo lungo processo non
è quindi ancora concluso anche se le responsabilità
sono state individuate visto che vi sono undici
condanne definitive, benché da riformulare, in
relazione alle accuse di disastro ferroviario
colposo. Resta il fatto che l'avvenuta prescrizione
ha cancellato il reato di omicidio colposo, così
come erano decaduti in precedenza i reati di
incendio colposo e le lesioni plurime gravi e
gravissime.
Questa sentenza, di cui ancora non si
conoscono le motivazioni, ha procurato una
grande indignazione e dimostra se mai ce ne fosse
bisogno che cosa è la "giustizia". La sentenza
preoccupa inoltre anche per il riflesso che potrà
avere in futuro, poiché il mancato riconoscimento
della violazione delle normative sulla sicurezza del
lavoro costituisce un pericoloso precedente in altri
casi giudiziari simili che riguardino la salute e la
sicurezza di lavoratori e di cittadini.
La Strage di Viareggio era stata in realtà
una strage annunciata. Nel corso del 2009 c'era
stato un crescendo di incidenti ferroviari similari
che avevano coinvolto proprio alcuni treni merci:
il 19 maggio deragliava un treno a Sesto Calende,
sembra per la rottura di un asse; il 25 maggio
deragliava un treno merci sulla Torino-
Ventimiglia; il 6 giugno deragliava un carro di un
treno merci tra Migliarino e Pisa S. Rossore per la
rottura di un asse, fortunatamente senza vittime,
ma con danni rilevanti a cinque chilometri di
ferrovia; il 22 giugno deragliavano due carri di un
treno merci a Vaiano, sulla Bologna-Firenze,
contenenti acido cloridrico, anche qui senza
vittime ma con danni ingenti alla linea ed anche
qui per la rottura di un asse. Tutti questi segnali
erano stati ignorati ed era continuato il sistema dei
controlli dei carri ferroviari in una realtà sempre
più dominata dalla ricerca del contenimento dei
costi e delle esternalizzazioni dei servizi di
manutenzione.

Dobbiamo rilevare che tutte le
organizzazioni sindacali, confederali e di base,
hanno sempre rigettato qualsiasi ipotesi di fatalità
di quanto è avvenuto il 29 giugno 2009 a
Viareggio; nella fattispecie la Filt-Cgil provinciale
e la Cgil provinciale, regionale, nazionale, così
come altri sindacati, oltre ad un gruppo di RLS, si
erano costituiti parte civile nel processo perché
quanto avvenuto interessava direttamente la salute
e la sicurezza nel mondo del lavoro ed era stato
originato da un incidente avvenuto in ferrovia,
ovvero in un luogo di lavoro.
La Cgil provinciale di Lucca, venuta a
conoscenza della sentenza della Corte di
Cassazione, ha proclamato uno sciopero di
protesta per le ultime due ore di lavoro che ha
avuto ovunque una buona adesione, soprattutto a
Viareggio. A questo si è affiancata anche una
sottoscrizione aperta tra i lavoratori e le lavoratrici
per affrontare le spese legali dei familiari delle
vittime e degli RLS che si erano costituiti parte
civile: un modo per supportare e non lasciare soli
chi ha sostenuto e dovrà sostenere il
prolungamento giudiziario

http://www.difesasindacale.it/Difesa%20sindacale55.html
http://www.difesasindacale.it/Strage%20Viareggio.pdf
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center