A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Palestina-Israele, la lotta unitaria si allarga durante le festività per il capodanno ebraico [en]

Date Fri, 8 Oct 2010 18:05:36 +0200


04.10.10: Gli Anarchici Contro il Muro hanno partecipato insieme ad
altri alla emergente coalizione di Sheikh Jarrah ed alle sue
iniziative... come la manifestazione dei gruppi per i diritti umani
giovedì a Gerusalemme, come le veglie ed altre forme di presenza a
fianco dei palestinesi perseguitati a Silwan e Sheikh Jarrah o come il
fare i conti con le festività a Gerusalemme. La nave ebrea per Gaza è
stata fermata giovedì mattina mentre cercava di rompere l'assedio
della città. Tutti gli attivisti a bordo sono stati arrestati. Video
"Lunga vita alla Palestina":
http://www.youtube.com/watch?v=GO5Cay6GUkM
Beit Ummar
Manifestazione sabato 2 ottobre.
Beit She'an
Martedì, la coalizione di Sheikh Jarrah di cui fanno parte gli
Anarchici Contro il Muro, ha iniziato una manifestazione contro lo
sgombero dei residenti palestinesi messa in atto dal progetto edile
nazionale Amidar. Nello stesso giorno il presidente israeliano e
quello cinese celebravano 18 anni di relazioni amichevoli fra i due
paesi, alla presenza dell'ex-ministro degli esteri che è un residente
della città.
Beit Surik
"Manifestazione a Beit Surik venerdì 1 ottobre alle 10.00 a cui siete
invitati specificamente dal comitato localeto. Raduno di fronte al
cancello del muro al di là del quale ci sono le terre rubate dal muro
e dall'insediamento coloniale di Har Adar".
Ai residenti di Beit Surik è impedito l'accesso alla loro terra,
confiscata dal muro della separazione e dall'insediamento coloniale di
Har Adar. Di tanto in tanto veniamo invitati alla manifestazione del
villaggio e della vicina Biddu che è vittima di restrizioni.

Quelle terre come pure quelle su cui sorge l'insediamento coloniale
appartengono ai villaggi di Biddu, Beit Surik e Qatanna. L'accesso è
diventato un tema particolarmente sentito or anche sta per iniziare la
raccolta delle olive. Prima della guerra di Gaza, i contadini venivano
inseriti in una lista preparata dall'Autorità Palestinese e tutti
venivano fatti passare. All'inizio della Guerra il sistema dei
permessi adottato a nord venne esteso anche all'area di Gerusalemme.
Da allora era sufficiente una richiesta del coltivatore per poter
accedere alle terre. Ora è molto più difficile ottenere questi
permessi, che vengono concessi solo al proprietario del terreno senza
tener conto se costui è in grado di fare il raccolto oppure no. I
contadini dei due villaggi si sono rifiutati di chiedere i permessi,
sostenendo che se dovevano chiedere un permesso per lavorare la loro
terra, prima o poi avrebbero dovuto chiedere un permesso per stare
nelle case in
cui vivono.

Manifestazione con preghiera lungo il percorso. Circa 150 le persone
venute da Beit Surik e Biddu. Anche un gruppo di donne del club
femminile. Grande dispiegamento di forze dell'esercito e della polizia
di confine. Alla fine della preghiera, tutti verso il cancello del
recinto con richiesta di poter passare che è caduta nell'indifferenza
degli ufficiali israeliani. Dopo mezz'ora questi hanno perso la
pazienza ed hanno ordinate ad una ventina di soldati di attaccare la
manifestazione. Sembrava andassero in cerca di un pretesto per
procedure ad arresti o per sparare, ma i manifestanti sono stati
disciplinati e non hanno concesso scuse. Dopo un altro presidio di
circa un'ora, I soldati hanno detto che a partire da domenica, i
proprietari dei terreni avrebbero ricevuto un permesso per poter
lavorare. Non è chiaro se si tratta di un ritorno al sistema
precedente e se l'esercito manterrà la sua parola.


Bil'in

Circa 20 internazionali e 20 israeliani si sono uniti ai palestinesi
per la manifestazione contro il muro e contro l'occupazione. Il corteo
non-violento è partito scandendo slogan, è stato aperto un cancello
sul percorso del recinto elettronico, sono stati messi uno striscione
e bandiere nello spazio tra i due recinti, dove c'è stata una sosta.
Ma subito dopo le richieste del comandante israeliano ad abbandonare
la zona, senza che fossero accolte, i soldati hanno iniziato a sparare
lacrimogeni. Inizialmente il dosaggio dei gas era relativamente basso
ed i giovani hanno risposto con il lancio di pietre. Ma dopo che hanno
rilanciato verso i soldati un paio di granate non esplose coprendoli
in una nube di gas, l'esercito si è scatenato aumentando le dosi di
gas per disperdere la manifestazione. La delegazione irlandese ha
tenuto la posizione con i suoi canti, finché dopo ulteriori scambi di
lacrimogeni e pietre (che hanno colpito un manifestante), la
manifestazione è stata sciolta.

Video di Israel Puterman su Bil'in dell'1 ottobre 2010:
http://www.youtube.com/watch?v=kvsbzG0v36Q


Nave per Gaza

"Dozzine di attivisti si sono radunati nei pressi del porto di Ashdod,
dove la Marina Militare israeliana ha sequestrato la Nave di Pace
Ebraica, per protestare contro la cattura del convoglio e contro il
blocco di Gaza, che è diventata una gigantesca prigione da cui non si
può uscire né entrare. Gli attivisti portavano cartelli con scritto :
"Medicine - Un rischio per la sicurezza?", "Fate vivere Gaza", "Il
blocco e la costruzione degli insediamenti ci distrugge tutti", "Ebrei
ed Arabi si rifiutano di essere nemici". Più tardi la manifestazione
si è spostata ai cancelli del porto di Ashdod, dove si sono fermati."

Significativa copertura mediatica alla nave ed alla manifestazione.


Hebron/Al-Khalil

Manifestazione sabato 2 ottobre.


Gerusalemme

Sheikh Jarrah:

Martedì, la Suprema Corte Israeliana ha emesso un'ordinanza che
autorizza l'espulsione di altre 20 famiglie di rifugiati palestinesi
dalle loro case a Sheikh Jarrah. L'ordinanza è basata, come le altre
volte, sulla legge discriminatoria che consente agli ebrei di
reclamare le proprietà che appartenevano loro fino al 1948, ma non
permette la stessa cosa ai rifugiati palestinesi, anche se con
cittadinanza israeliana.

"Dal presidio, breve giro verso l'area di Um-Harun, i cui abitanti
sono anch'essi sotto sgombero".

Alla manifestazione di venerdì sono venuti come sempre a centinaia da
tutta Gerusalemme, tra cui attivisti che erano già stati alle
manifestazioni di mezzogiorno in altre località ed a Tel Aviv. Come
previsto il corteo si allungato intorno al quartiere sotto minaccia
fino alla superstrada dove c'è stata una sosta di un'ora.


Silwan

Varie attività durante la settimana.


Al Ma'sara

L'esercito israeliano attacca il circo: clowns e bambini inondati di
gas dai soldati. Video di Shai Pollak su:
http://www.youtube.com/watch?v=jbfEX3C7y9c

La manifestazione settimanale del venerdì ha marcato la Giornata
Internazionale della Non-violenza. Si è conclusa con lo spettacolo di
due clowns per i bambini del villaggio. Cosa che non ha impedito ai
soldati di fare il loro solito lavoro e di attaccare il circo con
lacrimogeni e granate assordanti.

Il video mostra chiaramente come i manifestanti stavano marciando
lungo la strada principale del villaggio, nella speranza di
raggiungere le loro terre, che il percorso del recinto ha messo nelle
mani dell'insediamento di Efrat. I soldati hanno bloccato la
manifestazione non-violenta inondandola con, lacrimogeni e granate
assordanti.

Subito dopo i soldati si sono allontanati ed i manifestanti hanno
guadagnato terreno, dichiarando la fine della manifestazione. (che nel
video non si vede). A questo punto due clowns venuti dall'estero hanno
dato luogo ad uno spettacolino per circa 15 bambini, facendoli ridere
cadendo in terra più e più volte. Ma l'esercito si è ripresentato ed
ha iniziato a sparare gas e granate assordanti sui clowns e sui
bambini. Hanno poi inseguito la folla che si disperdeva nel villaggio,
continuando a sparare anche dopo che tutti i manifestanti erano andati
via.

Ma'sara 01.10.10 http://www.youtube.com/watch?v=jbfEX3C7y9c


Ni'ilin

La manifestazione del venerdì a Ni'ilin si è svolta alla fine di una
settimana che aveva visto l'assoluzione di un manifestante che era in
stato di arresto da 7 mesi sulla base di prove manipolate. Circa 30
manifestanti hanno sfidato il gran caldo nella marcia verso il muro
per mostrare la loro opposizione al furto della terra a vantaggio
degli insediamenti coloniali israeliani. Negli uliveti del villaggio
c'è stato il raccolto delle olive. Non si sa bene chi fra i
proprietari dei terreni al di là del muro abbia ottenuto il permesso
da parte delle autorità per poter accedere alle terre. Dopo che la
protesta della manifestazione è salita fino alla orecchie dei soldati
di guardia al recinto, un gruppetto di giovani ha lanciato pietre al
di là del recinto e del cancello metallico. I soldati sono usciti dal
recinto ed i manifestanti si sono ritirati nel villaggio. Nessuno è
stato arrestato e nemmeno ferito.

Video di David Reeb su Ni'ilin 01.10.10:
http://www.youtube.com/watch?v=Js4pY4pCamg


Wad Rahhal

Giovedì lavori nei terreni vicini all'insediamento coloniale.


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center