A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) L'altralombardia: La mobilitazione continua: ora occupiamo le città fino al ritiro del ddl Gelmini e la caduta del governo Berlusconi. Saldare le lotte studentesche con le lotte sociali. La lotta continuerà nei prossimi giorni con modalità sempre piÃ

Date Wed, 1 Dec 2010 17:07:16 +0100


La mobilitazione continua: ora occupiamo le città fino al ritiro del
ddl Gelmini e la caduta del governo Berlusconi. Saldare le lotte
studentesche con le lotte sociali. La lotta continuerà nei prossimi
giorni con modalità sempre più efficaci.
Bologna, 30 novembre 2010
c'est n'est q'un debut
La mobilitazione continua: ora occupiamo le città fino al ritiro del
ddl Gelmini e la caduta del governo Berlusconi. Saldare le lotte
studentesche con le lotte sociali. La lotta continuerà nei prossimi
giorni con modalità sempre più efficaci.
Oggi é stata una giornata memorabile: l'Italia é stata pervasa da
centinaia di manifestazioni studentesche "mobili" che hanno invaso i
centri delle città, le stazioni ferroviarie, le autostrade e alcuni
luoghi simbolici del potere (da Milano a Bologna, da Firenze a Roma a
Napoli).
Contrastare e bloccare il ddl Gelmini significa inceppare e ribaltare
il meccanismo attraverso il quale il potere cerca di imporre la
subordinazione del sapere, dell'istruzione, della formazione e della
cultura, alla subcultura ignorante e populista dell'attuale sistema di
potere rappresentato dal governo autoritario con connotazioni subdole
e idiote del governo Berlusconi. Respingere la controriforma
dell'università significa anche dare un colpo definitivo a Berlusconi
e al berlusconismo imperante.
Berlusconi e il berlusconismo sono sinonimo di superficialità, di
ignoranza, di subcultura, di esaltazione dell'apparenza rispetto
all'essere e di violenza verbale che copre l'ignoranza e l'assenza del
sapere (vedi i ripetitivi, volgari, aggressivi e imbecilli interventi
dei servi sciocchi di Berlusconi, Santanché, La Russa, Storace e altri
reduci dalle fogne, con i quali evidentemente con il 25 aprile del
1945 non si sono fatti i conti a sufficienza).
La pesante e brutale repressione delle forze di polizia del sistema
non ha bloccato, né tanto meno impaurito le migliaia di studenti scesi
in piazza.
Ora occorre proseguire la mobilitazione, anche perché la controriforma
non é ancora approvata definitivamente, dovendo passare ancora al
Senato. Bisogna cercare di rendere stabili e più efficienti le
strutture organizzative che ci si é dati in questi giorni. Bisogna
costruire rapporti con gli operai, i tecnici e i lavoratori pubblici
in lotta contro la precarietà e per il rilancio delle rivendicazioni
salariali.
Saldare le lotte sociali e le lotte degli studenti per abbattere
Berlusconi e la sua cricca per realizzare nuovi rapporti di forza. Il
governo Berlusconi é il governo del malaffare, della corruzione, della
menzogna, della manipolazione e del degrado sociale. La sua
pericolosità é direttamente proporzionale alla sua incapacità e alla
sua debolezza. Il governo Berlusconi ha caratteristiche peggiori del
governo del ventennio fascista. Berlusconi viola costantemente la
stessa Costituzione borghese. Il governo Berlusconi é il governo della
difesa degli interessi personali dello stesso. Berlusconi é entrato in
politica per evitare la galera. Decine sono stati i processi a suo
carico e decine sono state le leggi che il suo governo ha realizzato
per impedire che fosse inquisito, condannato ed eventualmente
arrestato.
Una parola a parte merita la falsa e "sedicente" "opposizione"
istituzionale (PD in testa, ma anche Italia dei Valori, per non
parlare dell'assenza della così detta Federazione della Sinistra).
L'opposizione del PD é inefficace, tutta dentro i meccanismi
parlamentaristici e sostanzialmente inesistente. Siamo l'unico paese
al mondo in cui a fronte della crisi di un governo inetto,
antipopolare e repressivo, l'opposizione parlamentare non solo non
incalza e non usufruisce della vantaggiosa situazione oggettiva, ma
perde colpi e subisce la controffensiva mediocre, manipolatoria di
Berlusconi e dei suoi "dipendenti" del governo. L'opposizione non
ricerca e non vuole una saldatura con le lotte degli studenti e dei
lavoratori, Non é un caso che anziché appoggiare e partecipare alla
manifestazione della FIOM del 16 ottobre contro la politica economica
di Marchionne, della Confindustria e del governo ha appoggiato una
manifestazione insignificante burocratica e sostanzialmente inutile
della CGIL.
Anziché raccogliere la parola d'ordine della FIOM dello sciopero
generale, PD e CGIL fingono di dimenticarsene e continuano di fatto ad
allontanare la caduta del governo più infame del dopoguerra.
Mentre nelle piazze di tutta Italia gli studenti, i ricercatori e
settori di avanguardia della società si scontrano con la polizia di
Berlusconi, Maroni, Fini ecc...;Bersani e il PD, in Parlamento,
legittimavano di fatto questo governo che sta affossando la scuola
pubblica, accettando il gioco degli emendamenti al ddl, come se la
controriforma Gelmini fosse modificabile.
Ma per confermare l'inesistenza e la pochezza intellettuale e politica
del PD di Bersani bisogna ricordare che quest'ultimo dichiarava che si
rendeva necessaria un'indagine per verificare se fra i manifestanti ci
fossero degli "infiltrati". Gli unici "infiltrati" che tendono a
strumentalizzare la lotta degli studenti e dei lavoratori sono proprio
il PD di Bersani e la Sel di Vendola e quant'altri tentano di
strumentalizzare a fini elettoralistici la lotta degli studenti.
Operai studenti uniti nella lotta!
Via lo pseudo ministro Gelmini e il governo della cricca di Berlusconi.
Smascherare anche la falsa opposizione del PD, della SEL e altri.
Costruire lo sciopero generale e generalizzato entro la fine dell'anno.
Il governo Berlusconi deve essere cacciato sull'onda delle lotte di
massa e non solo per meccanismi parlamentaristici.
C'est n'est qu'un debut continuons le combat
Collettivo studenti SU LA TESTA
SU LA TESTA l'altra Lombardia
da laltralombardia-a-laltralombardia.it
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center