A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Roma: distribuzione dvd "pirata" al cinema greenwich + mp3 spazio radio

Date Wed, 7 Apr 2010 08:19:19 +0200



generazioneP.OnAir - spazio radiofonico sugli 87.9 FM di R.O.R. - 11 marzo 2010
http://generazionep.noblogs.org/gallery/6194/generazionp11marzo.mp3
dvd "pirata" al greenwich" - campagna del ministero autogestito alle
politiche giovanili - 17 marzo 2010 [generazioneP.]
album foto su fb:
http://www.facebook.com/album.php?aid=5112&id=100000770991803&l=9a0b4f321f
di seguito il report+volantinofake da https://roma.indymedia.org/node/18827
dvd "pirata" al greenwich - campagna del ministero autogestito alle
politiche giovanili [generazioneP.]


Giovedà 18 marzo 2010 - generazione P.

Ieri sera, dalle 20.00 alle 21.00, fuori dal cinema greenwich
(testaccio) sono state diffuse cinquanta buste, intestata "ministero
autogestito delle politiche giovanili - campagna per la diffusione
della cultura cinematografica", contenenti un volantino ed un dvd con
masterizzati cinque lingometraggi usciti negli ultimi anni (fra gli
altri, "e morà con un felafel in mano", che ci sembrava quanto mai
adatto).

Al termine del volantino "fake" era riportato il seguente testo: i
dati cui facciamo riferimento sono reali, cosà come crediamo lo siano
le considerazioni riportate â la iniziativa del Ministero à invece
ovviamente inesistente, cosà come non esistono dipartimenti
autogestiti (anche se ci stiamo lavorando) â.e quindi siamo costretti,
con un po' di ironia, a fare da soli....

La iniziativa, che ha riscosso consenso e divertimento di tutti i
presenti, voleva evidenziare diverse cose:

- a fronte della mancanza di politiche sociali reali per i precari, ci
organizziamo da soli con pratiche di r-esistenza quotidiana, come
quella di scaricare e diffondere film

- la c.d. "pirateria" à in realtà uno strumento che consente a
moltissime persone lo scambio, la condivisione, lo stimolo della
cultura - un dato positivo per la società e paradossalmente (come
dimostrano numerose ricerche) anche per l'industria cinematografica e
culturale in genere

- i meccanismi di produzione, accesso, diffusione, condivisione della
cultura nei "circuiti ufficiali" sono in mano a multinazionali,
lobbie, politicanti - inaccessibili nei costi, di scarsa qualitÃ,
stantia ed ammuffiti

- scaricare un film non puà rappresenta una alternativa ad andare al
cinema - al contrario, siamo convinti che vadano incentivate
proeizioni aperte e che non sia accettabile il prezzo delle sale sia
ormai di dieci euro, relegando l'andare al cinema ad evento
"eccezionale"

Sulle bozze dei volantini era riportato anche il contatto facebook
"generazione P.", ovvero GenerazionePrecaria, un progetto aperto che
in queste settimane sta diffondendo comunic_azioni per la metropoli.

generazioneP. Ã un progetto in progress - per entrare in connessione e
partecipare....
su fb cerca generazione P. Precaria, oppure generazionep.noblogs.org

Ministero alle Politiche Giovanili
dipartimento autogestito metropolitano di roma

campagna 2010 per la diffusione della cultura cinematografica

Dopo una attenta analisi di dati, ricerche nonchà vissuti personali,
il nostro dipartimento à arrivato alla fondata conclusione che il
fenomeno della c.d. âpirateriaâ non ha rappresentato in questi anni un
elemento di contrasto alla produzione, alla industria ed alla
diffusione cinematografica del paese [fra i dati interessanti a
riguardo, sengnaliamo: rapporto annuale cinetel 2009, l'industria
della comunicazione in italia 2009, 'Istituto di Economia dei Media
della Fondazione Rosselli - relazione Karen Croxson dell'Università di
Oxford alla conferenza della Royal Economic Society del 2008, rapporto
the long tail of P2P commisionato dalla PRSforMusic, rapporto TNO per
Governo Olandese 2009]

Anzi, il circolare piu' libero e semplice di molti lungo e
cortometraggi ha avvicinato, interessato, incuriosito settori ampi di
pubblico, facendo riscoprire l'interesse per il linguaggio
audiovisivo.
A titolo di esempio, da diversi sondaggi à emerso che la visione di un
film di un determinato regista â avvenuta attraverso i canali della
c.d. âpirateriaâ, e che attraverso altri canali non sarebbe invece
accaduta - ha invogliato a recarsi in un sala cinematografica per
godere della nuova produzione del medesimo autore.

Dalla analisi del settore avviata dal nostro dipartimento, al
contrario, sono risultati come elementi di criticità per la âindustria
cinematografica italianaâ:

a) un meccanismo di produzione e diffusione legato strettamente a
dinamiche di stampo lobbistico
b) un meccanismo di finanziamento pubblico anch'essa influenzato da
dinamiche di lobbi, con meccanismi escludenti come quello dei
punteggi, scarsamente capace di dare spazio agli autori emergenti ed
alle sperimentazioni
c) un meccanismo di diritto di autore che limita la diffusione, la
produzione libera, la circolazione della cultura
d) l'elevato costo delle sale cinematografiche, spesso riconducibile a
dinamiche speculative, che â specie in tempi di crisi â relega la
visione di un film ad una attività di stampo sostanzialmente
eccezionale
e) i meccanismi della società di distribuzione che, nel corso degli
anni anche in palese violazione della legislazione antitrust ed anche
attraverso la acquisizione delle sale , hanno sostanzialmente ridotto
a poche unità le società che controllano e determinano il mercato.

A partire da tutte queste considerazioni, il nostro dipartimento ha
deciso di intraprendere una campagna per la diffusione della cultura
cinematografica, che si articolerà in tre particolari direzioni:

diffusione del c.d. âfile sharingâ, anche al di fuori della attuale
normativa sui diritti d'autore, con l'intento di avvicinare settori
finora ancora lontani dagli strumenti della condivisione

iniziative per la riduzione dei prezzi delle proiezioni nelle sale
cinematografiche, affinchà il cinema, anche come momento di
socializzazione e di condivisione, non sia evento eccezionale e
neppure debba essere sostituito dalla visione âhome videoâ, pirata o
meno

iniziativa per l'apertura di spazio di produzione, proiezione e
confronto per nuove esperienze collettive cinematografiche

Oggi, con la diffusione gratuita di diversi dvd contenti una selezione
di lungometraggi, avviamo una delle iniziative della campagna.

marzo2010-metropoli roma

Generazione P. Precaria

ps. i dati cui facciamo riferimento sono reali, cosà come crediamo lo
siano le considerazioni riportate â la iniziativa del Ministero Ã
invece ovviamente inesistente, cosà come non esistono dipartimenti
autogestiti (anche se ci stiamo lavorando) â.e quindi siamo costretti,
con un po' di ironia, a fare da soli....
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center