A - I n f o s

un servizio di stampa multi-lingue da, per, e circa gli anarchici **

Le notizie in tutte le lingue
Ultimi 30 messaggi (Homepage) Messaggi delle ultime due settimane Archivio dei vecchi messaggi

Gli ultimi 100 messaggi, divisi per lingua
Castellano_ Català_Deutsch_ English_Français_Italiano_ Nederlands_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
POLITICA: COME PRENDIAMO LE DECISIONI

(Ultimo aggiornamento - Maggio 2000)

Il processo decisionale su a-infos-org: una guida

A-Infos-org è una list dove si discutono le mozioni (Motions) e dove si prendono delle decisioni che riguardano il futuro lavoro di a-infos. Non è un luogo per discutere le differenze ideologiche tra i membri del collettivo -org. Ogni membro dovrebbe lavorare verso un ambiente costruttivo su -org. I membri di -org provengono da paesi diversi, da esperienze politiche, culturali e personali diverse e hanno capacità linguistiche diverse. Non può essere consentita dal collettivo qualsiasi insulto o tentativo di prendersi gioco di un altro membro di -org. Le differenze ideologiche tra le persone e/o le differenze di pensiero anarchico ** vanno affrontate in privato o su a-infos-d.

Il processo decisionale qui descritto e specialmente la parte che riguarda la procedura di voto può sembrare complicato in un primo momento. Il motivo di questo, però, è che ci sentiamo obbligati a prendere una decisione solamente dopo aver parlato a lungo per arrivare ad una soluzione unanime. Il voto è visto soltanto come ultima risorsa nel caso in cui tutti i tentativi di arrivare ad un consenso fossero falliti. Ecco perché la procedura di voto qui descritta è piuttosto complicata - speriamo di non doverci ricorrere spesso.

Una proposta per fare qualcosa in particolare nel collettivo a-infos-org sarà più visibile se denominato MOTION (mozione). Così, i membri sanno distinguere tra un'osservazione fatta per inciso e una proposta che verrà approvata in assenza di obiezioni.

Se entro 120 ore (ossia 5 giorni lavorativi, giorni festivi esclusi) non c'è stata alcuna obiezione da parte di un membro di -org ad una MOTION proposta da un altro membro del collettivo -org, essa sarà considerata approvata.

Ove sorga dissenso su a-infos org cercheremo di resolverlo senza ricorso al voto tramite la seguente procedura. Tutti i membri di a-infos-org acconsentono a seguire questa procedura:

a. Un arbitro super partes verrà scelta da un elenco di persone che hanno già indicato la loro disponibilità a riguardo. I nominativi vengono scelte a rotazione. L'arbitro non potrà prendere parte nel dibattito sulla mozione in questione. Se a qualche punto l'arbitro dovesse decidere di voler partecipare al dibattito, può lasciare il suo posto al prossimo nominativo sull'elenco che è disposto ad astenersi dal dibattito.

b. Il dibatto è centrato su una 'Motion', cioè una mail il cui contenuto consiste solamente nel cambio di politica proposto nonchè una breve spiegazione della motivazione del cambiamento di politica. L'oggetto del mail deve riportare la voce 'Motion'. Se si ricevono Motions da due membri diversi sullo stesso argomento si discuterà la prima ricevuta (farà fede l'ora di ricevimento secondo TAO).

c. Ogni membro di a-infos-org può inviare una sola mail nell'arco di 12 ore (farà fede l'ora di ricevimento secondo TAO) su questa mozione. Dovrebbe essere inviata come risposta in modo che l'oggetto riporti Re: Motion X. Se più di una mail è inviata durante questo periodo, l'arbitro lo dirà al mittente e soltanto la prima mail verrà considerata per il dibattito. Il mittente è libero di riproporre il contenuto della seconda mail nel periodo di 12 ore successivo quando verrà considerata, _ma_ deve essere inviata nuovamente. Un'eccezione a questo potrebbe essere quando il promotore originario indica che accetta un emendamento.

d. Quando il promotore non accetta un emendamento, l'arbitro favorirà un dibattito fuori lista tra il promotore dell'emendamento ed il promotore della mozione. L'arbitro è libero di proporre una formulazione alternativa che ritenga accettabile per entrambi le parti. Se il promotore dell'emendamento o il promotore della mozione ritiene che l'arbitro non sia più super partes, può inoltrare la mail dell'arbitro alla list insieme ad una richiesta di cambio di arbitro (vedi J sotto). Quando un accordo viene raggiunto, l'arbitro può annunciare il fatto alla list. Le discussioni fuori list non sostituiscono le discussioni in list - sono da considerarsi complementari.

e. L'arbitro non dovrebbe mai inviare alla list dei messaggi che riguardano la mozione tranne nei casi elencati sopra e comunque ad intervalli di 24 ore per presentare la versione corrente della mozione, con gli emendamenti approvati. L'arbitro è libero di fare delle proposte a qualsiasi partecipante al dibattito tramite e-mail privata per aiutarlo a raggiungere il consenso _ma_ comunicazioni di questo tipo non devono essere inoltrate (con CC o BCC) ad altri. Qualora l'arbitro dovesse desiderare di partecipare al dibattito, può dimettersi dichiarandosi di parte e così l'arbitraggio passerà al nominativo successivo sull'elenco."

f. Se passa un periodo di 72 ore (secondo l'ora di ricevimento da TAO dell'ultimo versione della mozione) di giorni feriali senza che ci siano proposte di emendamenti o obbiezioni alla mozione intera e passa un ulteriore periodo di 48 ore senza proposte di emendamenti ritardatari o obbiezioni alla mozione con una scusa per il ritardo (ad esempio, nel caso di un arresto di sistema dal provider), l'arbitro annuncerà il raggiungimento di consenso.

g. Se, dopo un periodo di 7 giorni, non c'è ancora accordo sulla proposta iniziale in generale o eventuali emendamenti aggiuntivi, qualunque iscritto alla list è libero di inviare una 'Call for votes' ('richiesta di voto') alla list, ossia una mail che contiene una spiegazione del motivo perché si dovrebbe votare e che riporta come oggetto Call For Votes.

Chi chiede il voto invierà alla list sia l'ultima versione della mozione (MOTION) sia gli emendamenti (AMENDMENTs) proposte, incluse gli emendamenti (AMENDMENTs) proposte a versioni (VERSIONS) precedenti della mozione (MOTION) che non sono state incluse come compromesso accordato dal promotore della mozione e dal promotore dell'emendamento.

Una volta la richiesta di voto è stata proposta, tutti gli iscritti alla list dovrebbero inviare una mail alla list dicendo o

I)
'We should vote now' (Dovremmo votare adesso)
o
'It is too early to vote' (E' troppo presto per votare)

II)
'Yes I support Motion XX as it is - not conditioned on AMENDMENTs (Sì, sostengo la Mozione XX così com'è)
oppure
I am for MOTION XX conditioned on the acceptance of amendment x, and or y, and or z. (Sostengo la Mozione XX purché modificato con l'emendamento X e/o Y e/o Z)
OPPURE
I am against MOTION XX no matter what AMENDMENT will be accepted. (Sono contrario alla Mozione XX, irrespettivo degli emendamenti)

III
I support AMENDMENT x, y, z, (Sostengo l'emendamento X, Y, Z)
e/o
I oppose AMENDMENT x, y, z, (Mi oppongo all'emendamento X, Y, Z)

III)
'Motion XXX needs special majority' (La Mozione XX necessita di una maggoranza speciale)
oppure
'MOTION XX does not needs special majority' (La Mozione XX non necessita di una maggioranza speciale)

I risultati verranno inviati alla list cinque giorni lavorativi dopo la richiesta di voto (Call for votes) dall'arbitro o qualsiasi altro membro di org.

Se la maggioranza ha votato:

"E' troppo presto per votare"

la richiesta di voto (Call to Vote) sarà da considerarsi annullata, continueranno le discussioni e un'altra richiesta di voto sarà possibile solamente dopo altri 5 giorni lavorativi.

Se la maggioranza ha votato:

"Dovremmo votare adesso"

verranno contati i voti sulla mozione stessa.

Nel caso in cui la maggioranza di voti fossero opposti alla mozione irrispettivo degli emendamenti, oppure nel caso in cui gli opponenti alla mozione costituissero una minoranza di più di un terzo ma una maggioranza di voti avesse chiesto una maggioranza di due terzi perché passasse la mozione:
la MOTION sarà da considerarsi annullata e si potrà accettare una nuova MOTION da qualsiasi membro di org.

Negli altri casi, verranno contati i voti per i vari emendamenti. Se una maggioranza di voti sosterranno uno degli emendamenti, esso verrà aggiunta alla mozione, e i voti di sostegno alla mozione condizionati a questo emendamento verranno aggiunti ai voti per la mozione.

In caso di sostegno a maggioranza di due terzi dei voti, la mozione verrà adottata come linea di politica (POLICY).

In caso di semplice maggioranza, verrà adottata come POLICY solo se una maggioranza non abbia votato per una maggioranza speciale.

A voto concluso, una MOTION che non è stata approvata sara da considerarsi annullata.

Il diritto al voto è riservato a coloro che fossero iscritti ad org al momento dell'invio della Call For Votes (farà fede l'orario registrato da tao) e coloro che rimanessero iscritti ad org durante il periodo del voto.

La seguente procedura verrà applicata quando ci sarà un arbitro:

Al momento della richiesta di voto (Call For Votes)
- l'arbitro invierà alla list l'intera mozione, con le aree di disaccordo evidenziato tra parentesi [ ] che contengono sia il testo del promotore della mozione sia il testo del promotore dell'emendamento.
- l'arbitro chiederà ai membri della list che gli venga inviato questo testo insieme ad una chiara indicazione della scelta fatta o di astensione ovunque ci fosse disaccordo.
Questi saranno usati per ulteriore moderazione qualora la mozione non fosse approvata come POLICY dopo quella richiesta di voto (Call For Votes).

Eccezione: Qualora non di dovesse arrivare al consenso, ma fosse possibile tecnicamente implementare i cambiamenti proposti in parallelo alla struttura tecnica già esistente (ad esempio, con l'istaurazione di una nuova list, ecc.) senza modificare la struttura precendente, non si va al voto inizialmente. Piuttosto, l'opzione nuova viene istallato come alternativa alla preesistente. Questa procedura è possibile solamente quando la proposta è consona con i princip e la politica di a-infos.

h. A voto iniziato le seguenti regole vengono osservate:
L'arbitro non può fare alcun commento sull'andamento del voto, ne sull'oggetto delle discussioni tranne nei casi di cui sopra o sulla list o in privato. Se gli fosse chiesto, l'arbitro dovrebbe indicare che è in corso il voto e che non è possibile parlarne.

Ciò nonostante, chi prende parte al dibattito sulla proposta dovrebbe comunicare in privato con gli altri nel tentare di giungere all'accordo. Se ci dovessero riuscire, il fatto va segnalato all'arbitro che farà sapere alla list. Prima che l'arbitro possa notificare la list, entrambi le parti dovrebbero scrivere all'arbitro, indicando che un accordo è stato raggiunto e fornendogli la formulazione concordata.

i. E' il dovere dell'arbitro assicurare che il dibattito si svolga senza ingiurie. Qualora l'arbitro credesse che un messaggio fosse inappropriato, scriverà in privato all'autore del messaggio chiedendogli di non ripetere questo comportamento e dovrà anche segnalare questo avvenimento alla persona aggredita. All'eventuale ripetersi dell'intemperanza, l'arbitro scriverà alla list chiedendo al fautore di non ripetere le sue azioni.

Se il problema dovesse persistere nonostante le richieste di desistere sia in privato che in pubblico, l'arbitro può chiamare i membri della list ad un voto sull'esclusione della persona dal dibattito sulla mozione in questione (ma non sul dibattito che riguarda altre mozioni). Non possono partecipare al voto ne l'arbitro ne il soggetto del voto di esclusione. Nel caso di una semplice maggioranza dei voti per l'esclusione dell'aggressore dal dibattito sulla mozione, eventuali ulteriori commenti o proposte di emendamento sulla mozione ricevuti da questo saranno ignorati finché una decisione non sia stata presa nel riguardo. Il voto di esclusione non riguarda i dibattiti su altri mozioni oppure su eventuali future mozioni sullo stesso argomento. Le esperienze passate ci hanno convinto della necessità di un tale meccanismo per salvaguardare il processo decisionale collettivo dalle interruzioni capricciose ed il comportamento destruttivo.

j. Chi non fosse soddifatto con l'arbitraggio è libero di richiedere un voto di sfiducia nell'arbitro. Se più del 25% dei votanti esprimono la loro sfiducia nell'arbitro, la posizione di arbitro passerà al nominativo successivo sull'elenco di arbitri.

2. All'approvazione di una mozione, essa verrà inviata alla lista a-infos-org e costituirà una linea di politica da quel momento finché non venga sostituita. Tutti i membri del collettivo lavoreranno su -org in linea con questa politica. La mozione sarà anche inserita nell'archivio pubblico situato sul sito web per la consultazione. Dovremmo anche trovare il modo di rendere disponibile l'archivio per via posta elettronica. Fermo restando la natura vincolante della mozione una volta sia stata approvata, si potrà nuovamente proporre un emendamento o l'abrogazione nel riguardo dopo una settimana della sua approvazione .

k. Nei discorsi specifici di cui si abbia già presa qualche decisione, (e tramite il normale processo decisionale), ci potrà essere l'opzione di una richiesta di voto (Call For Votes) veloce sulla MOTION - secondo la procedura già decisa. In questi casi non verrà applicato il periodo minimo di 5 giorni lavorativi per il dibattito e 5 giorni lavorativi per il voto.