A - I n f o s

notiziario multilingue fatto dagli anarchici ** , per gli anarchici, sugli anarchici
Le notizie in tutte le lingue
Gli ultimi 30 messaggi (Homepage) Messaggi degli ultimi 2 settimane Gli archivi di A-Infos

Gli ultimi 100 messaggi, divisi per lingua
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009


A-INFOS VISION

ISCRIVITI!
ad A-Infos-It, il notiziario italiano


Oppure


Discover all the other OPTIONS
notiziario multilingue fatto dagli anarchici ** , per gli anarchici, sugli anarchici

Ci siamo dati un compito:
essere gli scrivani del popolo.
Sul lato opposto della storia,
la storia è cominciata.
Ed avrà nuovi autori.
La storia morde.
E noi anche.


Scoprite le OPZIONI a disposizione.Le news list sono divise per lingua, per progetti e per modalità di distribuzione.
Provate Mailman il centro e-mail automatico di A-Infos...

Il nostro contributo alla lotta per una società libera è di distribuire notizie ed articoli in diverse lingue, e riguardanti una vasta gamma di situazioni.
Si va dalle lotte sul lavoro a quelle per l'ambiente e contro l'imperialismo; dalla battaglia contro il razzismo, a quelle contro il sessismo e l'omofobia.

lots of work to do

A-INFOS-ORG

I servizi di news di A-Infos sono democraticamente autogestiti da un collettivo di gestione internazionale. Ecco come partecipare. Invitiamo a partecipare soprattutto le donne, chi non parla l'inglese, chi non vive in Europa né in America. Queste sono le regole che ci siamo dati [alcune solo in inglese].

A-INFOS VISION

La coordinazione del Progetto A-infos è gestita da una collettiva di attivisti rivoluzionari antiautoritari e anticapitalisti, coinvolti con la lotta di classe, che considerano la stessa una lotta sociale totale.

Queste persone si autodefiniscono anarchici sociali rivoluzionari di classe, anarco-comunisti, comunisti libertari ed altri che hanno opinioni simili a questi, ma adoperano altre "etichette".

A-infos è gestito da persone che considerano l'anarchismo una teoria sociale, e che un ordine sociale nuovo senza classi si può avere soltanto tramite la rivoluzione. Questa rivoluzione può avverarsi soltanto con la rivolta della maggior parte della classe operaia.

In particolare, l'anarchismo che noi intendiamo e promuoviamo è quello dei martiri di Haymarket, nonché quello degli espulsi da Karl Marx dalla prima internazionale per aver criticato il suo autoritarismo ed il degrado elitista ed avanguardista delle masse della classe operaia.

Non sosteniamo quel tipo di anarchismo che è proposto da alcuni pseudomodernisti e pseudorivoluzionari, i quali considerano l'attività simbolica un sostituto per la lotta di massa, né sosteniamo l'anarchismo degli "umanisti" che ritengono che altri compiti siano ugualmente o addirittura più importante della lotta rivoluzionaria per l'abolizione del sistema capitalista. Il lavoro di A-infos non è ispirato da motivi egoisti o egocentrici, dall'individualismo, dal primitivismo, dal "capitalismo libero senza lo stato" o anche uno stato senza il capitalismo libero - che si oppone all'ordine attuale capitalista senza però proporre un modello di un moderno ordine sociale di libertà, eguaglianza e solidarietà.

L'uso di un'etichetta anarchica non è una garanzia per la distribuzione di testi da parte di A-infos.

Nell'ambito della lotta per una società libera, noi diffondiamo notizie e articoli in diverse lingue, che trattano di una vasta gamma di situazioni di lotta, tra cui le lotte per il lavoro e l'ambiente nonché le lotte contro il razzismo, la discriminazione sessuale e l'omofobia. A-infos diffonde anche notizie sulle lotte anticolonialiste dei popoli indigeni contro i colonizzatori, la marginalizzazione e per il lavoro, nonché notizie sulle lotte antinazionaliste ed antiregionalseparatiste poiché i lavoratori non hanno paese, ma l'intero mondo...

A-infos è un'agenzia di stampa specializzata al servizio (come meglio intendiamo noi) del movimento rivoluzionario degli attivisti anti-capitalisti che si battono nelle diverse lotte sociali contro la classe capitalista ed il suo sistema sociale.

A-infos non è un servizio aperto e "liberale" che diffonde qualsiasi cosa che piace a "noi" - non è Indymedia. E' anzitutto uno strumento di diffusione gratis di informazione da e riguardanti gruppi anarchici (ed altri rivoluzionari antiautoritari) che sono coinvolti nella lotta.

I lavoratori ad A-infos non si credono di avere il diritto di scegliere chi, sul campo anarcosociale, è un vero anarchico e chi non lo è. Ciononostante, dato che le risorse sono limitate, abbiamo il diritto ed il dovere di scegliere autonomamente che cosa diffondere ossia, decidiamo quali sono i migliori contributi e collaboratori. La libertà di associazione sulla quale si basa il collettivo A-infos significa nulla se non esiste la libertà di non associarsi, se così scelgono i lavoratori.

Esiste un ruolo per A-infos nel movimento anarchico mondiale. L'informazione è una forza. A-infos aiuta nello svilupparsi di un senso di movimento mondiale. Fino ad un certo punto, A-infos è anche uno dei pochi strumenti organizzativi internazionali del movimento, ma per tenere questo ruolo, deve rimanere strumento al servizio del movimento e non un servizio di informazione per chiunque.

A-infos non è soltanto uno strumento interno del movimento. Come l'Anarchist FAQ, è anche un mezzo per presentare il movimento ad un pubblico più grande e ad una nuova generazione, e per metterli al corrente con gli aspetti internazionali del movimento.

A-infos è un'agenzia autonoma di stampa anarchica non al servizio di nessun movimento "sociale". La partecipazione di anarchici auotproclamati (o veri) non è una garanzia di un eventuale diffusione di contributi. Neanche la nostra simpatia per certi movimenti garantisce la diffusione delle loro notizie. Così, A-infos diffonde le notizie ed articoli di analisi che i suoi lavoratori vogliono condividere con la comunità mondiale degli attivisti non-autoritari - principalmente notizie dai rivoluzionari collettivi antiautoritari e relazioni sull'azione diretta di lotta sociale sia degli attivisti sia della gente comune nella loro vita quotidiana.

Chi non è soddisfatto con i servizi che forniamo, è libero di usufruire di altri servizi o di costruire il proprio servizio.

A-infos è uno strumento del movimento per l'organizzazione, per la propaganda e per l'informazione. Non è semplicemente una serie di "notizie dagli anarchici, riguardante gli anarchici o di interessa agli anarchici".

Search ainfos with Google.com

... servi dei servi dei ...


Ultime notizie:

(it) France, Alternative Libertaire AL #260 - Juliette Rousseau (Coordinamento 21): "E 'l'ecologia per fare il passo di lotte popolari" (en, fr, pt) [traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Apr 30 05:21:08 GMT 2016

Dove è il movimento per la giustizia climatica? Domanda di Juliette Rousseau, che è stato coordinatore della Coalizione 21, una serie di oltre 130 organizzazioni non governative, sindacati, collettivi, ecc, che hanno preparato i movimenti di protesta alla COP21. ---- Alternative Libertaire: La 'giustizia climatica' è lo slogan che ha unito l'opposizione nel vertice sul clima ipocrita[dicembre 1]. Tutti i giocatori top-cons, molti si sono riuniti nella coalizione 21, ha anche dato lo scopo di estendere le loro richieste, dopo la conferenza, nella forma di un "movimento per la giustizia climatica". Che dire di oggi? ---- Juliette Rousseau: Per spiegare l'aspetto e la natura del movimento deve iniziare con uno dei punti di partenza contro top-Parigi: marzo dei popoli clima che ha avuto luogo il 21 settembre 2014, la data in diversi decentrata parti del mondo, ma in cui New York ha ...


(it) France, Alternative Libertaire AL - Tract 28 Aprile - 1 maggio il 2016 -- BD-tratto: Lasciate che noi tutti danno! (en, fr, pt) [traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Apr 30 05:20:57 GMT 2016

Il tempo è la mobilitazione generale contro la legge "lavoro", ma anche contro le politiche di austerità, il caso dei servizi pubblici, gli attacchi contro assicurazione contro la disoccupazione, i regali alle classi possidenti ... Ora che siamo in piedi tutti noi che fanno! ---- Scuole medie e superiori, FACS, giovanili: Valls ha cercato di disinnescare la rabbia con alcune misure che non cambiano il caso del codice del lavoro che promette legge El Khomri. Questo incoraggerà i datori di lavoro ad abusare ore economici piuttosto che assumere. Al suo arrivo: più la disoccupazione e la precarietà, più salarié.es épuisé.es di giorni che si estendono. ---- In breve, il salario in tutta la sua diversità sarà influenzato. E chi dovrebbe mostrare solidarietà. ---- Come opporsi a questo grande attacco? Per un vero movimento di scioperi rinnovabili e bloccando l'economia. ...


(it) usi-ait: Alcuni compagni dell’USI si sono recati nel primo pomeriggio dove partiva il corteo ufficiale del 25 Aprile distribuendo il nostro volantino critico “Per una nuova resistenza”.
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Apr 30 05:20:46 GMT 2016

Il nostro 25 Aprile a Milano: Successivamente ci siamo ritrovati come USI al Parco Trenno dove si organizzava anche quest’anno il raduno/festa dei “Partigiani in ogni quartiere”. ---- Quella dei “Partigiani in ogni quartiere” è una iniziativa che vuol essere alternativa a quella istituzionale che ormai da diversi anni si ripete nel 25 Arile, ogni anno in un quartiere periferico diverso. Quest’anno però è stata organizzata nello stesso luogo dello scorso anno. Normalmente il raduno richiama la presenza di miglia di partecipanti man mano che si fa sera e vengono installati numerosissimi stand da parte di varie associazioni. E’ precluso ai partiti di qualsiasi tipo. ---- L’USI è da qualche anno che vi partecipa ed è l’unica associazione sindacale presente. Nella festa sono presenti strutture di vendita di bevande e di mangiare, dove man mano che passa il tempo si formano ...


(it) Irlanda 1916 – Connolly, il sacrificio di sangue e la sconfitta dell’imperialismo britannico
a-infos-it@ainfos.ca
Sat Apr 30 05:20:43 GMT 2016

Alle 11.30 del 24 aprile 1916, Bugler William Oman, un esponente della milizia sindacalista rivoluzionaria Irish Citizen Army(ICA), suonò “l’adunata” fuori della sede del sindacato. Era il segnale che dava inizio all’insurrezione di Dublino a cui parteciparono circa 1500 uomini e donne in armi che occuparono gli edifici strategici della città per almeno una settimana a fronte della presenza di migliaia di soldati dell’esercito britannico. Durante la repressione dell’insurrezione, furono uccise o rimasero gravemente ferite 1351 persone mentre 179 edifici del centro cittadino vennero distrutti.(1) ---- Quasi il 20% dei miliziani facevano parte dell’Irish Citizen Army (ICA) – alleati con i nazionalisti degli Irish Volunteers. L’ICA era stato formato nel 1913, quando i padroni avevano fatto la serrata contro i sindacalisti rivoluzionari del ...


(it) usi-ait: FIRENZE – 1° MAGGIO 2016! --- FESTA INTERNAZIONALE DEL LAVORO E DEI LAVORATORI
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Apr 29 06:40:00 GMT 2016

30 APRILE 2016: ---- • Dalle Ore 22.00 : PERFORMANCE COMUNICATIVA, per le strade del centro, con cartelli slogan, striscioni per contestare il carattere consumistico della notte bianca, a ridosso del Primo Maggio, RITROVO ALL’ATENEO LIBERTARIO, FIRENZE, BORGO PINTI 50 ROSSO ORE 21.30. ---- 1° MAGGIO 2016: ---- • Dalle Ore 11.00 : PRESIDIO IN VIA RICASOLI, DAVANTI A CARREFOUR, ANGOLO PIAZZA SAN MARCO, contro le aperture festive dei centri commerciali e lo sfruttamento dei lavoratori del settore. ---- Tutti sono invitati a partecipare! ---- • Dalle Ore 12.00 : PRANZO E MUSICA Presso “il FONDO COMUNISTA” DI ROVEZZANO, in Via Rocca Tedalda 277, con interventi di lavoratori, studenti e realtà di lotta. ---- • Dalle Ore 18.00 : SERATA DI FESTA E DI LOTTA in PIAZZA DEI CIOMPI, con le organizzazioni antagoniste e libertarie del quartiere. ...


(it) anarresinfo: Torino. Corteo antifascista a San Salvario
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Apr 29 06:39:53 GMT 2016

23 aprile. Diverse centinaia di persone hanno dato vita ad una lunga giornata di lotta per le strade di San Salvario. San Salvario è il primo quartiere che incontra chi arrivava in treno a Torino, da sempre incrocio di gente diversa, la borghesia intellettuale di sinistra e gli immigrati dell’ultima ora, oggi è diventato uno centri della movida torinese. Localini alla moda, studenti e strisciante gentrification, accanto ad immigrati, kebabbari, gente senza casa. ---- Polizia, vigili urbani e militari fanno frequenti ronde per le strade. ---- Nella parte alta del quartiere, non lontano dal BAE Systems, fabbrica d’armi, contestata dai partecipanti al corteo con slogan e interventi, c’è “L’asso di bastoni”, il locale dove si ritrovano i fascisti di Casa Pound. L’Asso di bastoni è una ferita aperta in un quartiere, dove tante lapidi grigie ricordano chi è morto combattendo ...


(it) anarresinfo: Marò assassini! Partigiani sempre, militari mai
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Apr 29 06:39:48 GMT 2016

“Marò assassini! Partigiani sempre, militari mai”. Questa scritta è comparsa nella notte sulla sede della prima circoscrizione. ---- Quest’anno a Torino, la circoscrizione Centro-Crocetta ha deciso di dedicare ai marò Girone e La Torre il 25 aprile. I due fucilieri della Marina Militare Italiana sono accusati di aver ucciso due pescatori del Kerala, durante un’azione di pattugliamento antipirateria a bordo della petroliera italiana Erika Lexie. ---- Tutte le forze politiche istituzionali sono state unanimi nella pretesa che i “nostri” marò tornino a casa. ---- I due pescatori morti ammazzati sono scomparsi da una scena nella quale era loro riservato il ruolo di comparse. A nessuno importa che i due militari abbiano sparato a due lavoratori del mare disarmati. ---- Omicidi, stragi, massacri compiuti da uomini e donne in divisa si trasformano in servizio ...


(it) usi-ait: Per una nuova Resistenza -- Ovvero: "la Resistenza tradita"
a-infos-it@ainfos.ca
Thu Apr 28 06:41:38 GMT 2016

Le celebrazioni del 25 Aprile più che la festa di liberazione evocano l’immagine della “Resistenza tradita”. ---- • Lo confermano le commemorazioni celebrative in cui si fa sfoggio di parate militari con i generali in testa al codazzo di politici servili attaccati ai privilegi di cui godono affiancati dai rappresentanti delle associazioni padronali. ---- Fin dall’inizio il segnale sbagliato lo ha dato l’allora segretario del PCI, Palmiro Togliatti nella funzione di ministro della giustizia, concedendo l’amnistia generalizzata ai fascisti, mentre i compagni della Resistenza che avevano continuato a far pulizia delle canaglie fasciste anche un giorno dopo la “liberazione” furono costretti a marcire in carcere anche fino a 30 anni.
...



(it) alternativa libertaria [fdca]: 25 aprile 2016, 1 Maggio 2016 70 anni di Resistenza, 70 anni di lotte sociali
a-infos-it@ainfos.ca
Thu Apr 28 06:41:32 GMT 2016

Il 25 aprile 1945 il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia proclamava l’insurrezione in tutti i territori italiani ancora occupati dai nazifascisti. ---- Nel giro di 6 giorni, quasi tutta l’Italia settentrionale era stata liberata dai partigiani. ---- Così il Primo Maggio si festeggiarono contemporaneamente la liberazione e la giornata internazionale dei lavoratori, soppressa dal fascismo da 24 anni. ---- Nella storia italiana, le due date sono dunque intrinsecamente unite dai tumultuosi eventi di quella primavera del 1945: la libertà riconquistata si inverava nel 1Maggio, nella giornata della memoria dei martiri di Chicago del 1886 e della riaffermazione del movimento dei lavoratori come protagonista della lotta anticapitalista ed antifascista.
...



(it) APPELLO INTERNAZIONALE DI #NUITDEBOUT -- PER UN INCONTRO A PARIGI IL 7 E 8 MAGGIO 2016 E UNA #NUITDEBOUT GLOBALE (#GLOBALDEBOUT) il week-end del 15 maggio 2016 (ca, en, fr, pt)
a-infos-it@ainfos.ca
Thu Apr 28 06:41:26 GMT 2016

Il #46marzo (15 aprile), due settimane dopo la grande mobilitazione del 31 marzo a Parigi, il movimento Nuit Debout non smette di diffondersi. In numerose città francesi e europee, le Nuit Debout esplodono e riflettono speranze e rivolte comuni. Tutti quelli che hanno attraversato le piazze occupate e hanno partecipato lo sanno bene: sta succedendo qualcosa. ---- Abitanti del mondo intero facciamo cadere le frontiere e costruiamo insieme una nuova primavera globale! Incontriamoci il 7 e 8 maggio prossimi a Parigi, in Place de la République, per dibattere, condividere pratiche e esperienze, e cominciare a costruire insieme nuove prospettive e soluzioni comuni. Ma soprattutto prepariamoci e lanciamo insieme una grande azione internazionale il 15 maggio (#76mars) per occupare massicciamente le piazze ovunque in quella data. ...


@

ultimi aggiornamenti: Sat Apr 30 07:21:08 2016