A - I n f o s

notiziario multilingue fatto dagli anarchici ** , per gli anarchici, sugli anarchici
Le notizie in tutte le lingue
Gli ultimi 30 messaggi (Homepage) Messaggi degli ultimi 2 settimane Gli archivi di A-Infos

Gli ultimi 100 messaggi, divisi per lingua
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020


A-INFOS VISION

ISCRIVITI!
ad A-Infos-It, il notiziario italiano


Oppure


Discover all the other OPTIONS
notiziario multilingue fatto dagli anarchici ** , per gli anarchici, sugli anarchici

Ci siamo dati un compito:
essere gli scrivani del popolo.
Sul lato opposto della storia,
la storia è cominciata.
Ed avrà nuovi autori.
La storia morde.
E noi anche.


Scoprite le OPZIONI a disposizione.Le news list sono divise per lingua, per progetti e per modalità di distribuzione.
Provate Mailman il centro e-mail automatico di A-Infos...

Il nostro contributo alla lotta per una società libera è di distribuire notizie ed articoli in diverse lingue, e riguardanti una vasta gamma di situazioni.
Si va dalle lotte sul lavoro a quelle per l'ambiente e contro l'imperialismo; dalla battaglia contro il razzismo, a quelle contro il sessismo e l'omofobia.

lots of work to do

A-INFOS-ORG

I servizi di news di A-Infos sono democraticamente autogestiti da un collettivo di gestione internazionale. Ecco come partecipare. Invitiamo a partecipare soprattutto le donne, chi non parla l'inglese, chi non vive in Europa né in America. Queste sono le regole che ci siamo dati [alcune solo in inglese].

A-INFOS VISION

La coordinazione del Progetto A-infos è gestita da una collettiva di attivisti rivoluzionari antiautoritari e anticapitalisti, coinvolti con la lotta di classe, che considerano la stessa una lotta sociale totale.

Queste persone si autodefiniscono anarchici sociali rivoluzionari di classe, anarco-comunisti, comunisti libertari ed altri che hanno opinioni simili a questi, ma adoperano altre "etichette".

A-infos è gestito da persone che considerano l'anarchismo una teoria sociale, e che un ordine sociale nuovo senza classi si può avere soltanto tramite la rivoluzione. Questa rivoluzione può avverarsi soltanto con la rivolta della maggior parte della classe operaia.

In particolare, l'anarchismo che noi intendiamo e promuoviamo è quello dei martiri di Haymarket, nonché quello degli espulsi da Karl Marx dalla prima internazionale per aver criticato il suo autoritarismo ed il degrado elitista ed avanguardista delle masse della classe operaia.

Non sosteniamo quel tipo di anarchismo che è proposto da alcuni pseudomodernisti e pseudorivoluzionari, i quali considerano l'attività simbolica un sostituto per la lotta di massa, né sosteniamo l'anarchismo degli "umanisti" che ritengono che altri compiti siano ugualmente o addirittura più importante della lotta rivoluzionaria per l'abolizione del sistema capitalista. Il lavoro di A-infos non è ispirato da motivi egoisti o egocentrici, dall'individualismo, dal primitivismo, dal "capitalismo libero senza lo stato" o anche uno stato senza il capitalismo libero - che si oppone all'ordine attuale capitalista senza però proporre un modello di un moderno ordine sociale di libertà, eguaglianza e solidarietà.

L'uso di un'etichetta anarchica non è una garanzia per la distribuzione di testi da parte di A-infos.

Nell'ambito della lotta per una società libera, noi diffondiamo notizie e articoli in diverse lingue, che trattano di una vasta gamma di situazioni di lotta, tra cui le lotte per il lavoro e l'ambiente nonché le lotte contro il razzismo, la discriminazione sessuale e l'omofobia. A-infos diffonde anche notizie sulle lotte anticolonialiste dei popoli indigeni contro i colonizzatori, la marginalizzazione e per il lavoro, nonché notizie sulle lotte antinazionaliste ed antiregionalseparatiste poiché i lavoratori non hanno paese, ma l'intero mondo...

A-infos è un'agenzia di stampa specializzata al servizio (come meglio intendiamo noi) del movimento rivoluzionario degli attivisti anti-capitalisti che si battono nelle diverse lotte sociali contro la classe capitalista ed il suo sistema sociale.

A-infos non è un servizio aperto e "liberale" che diffonde qualsiasi cosa che piace a "noi" - non è Indymedia. E' anzitutto uno strumento di diffusione gratis di informazione da e riguardanti gruppi anarchici (ed altri rivoluzionari antiautoritari) che sono coinvolti nella lotta.

I lavoratori ad A-infos non si credono di avere il diritto di scegliere chi, sul campo anarcosociale, è un vero anarchico e chi non lo è. Ciononostante, dato che le risorse sono limitate, abbiamo il diritto ed il dovere di scegliere autonomamente che cosa diffondere ossia, decidiamo quali sono i migliori contributi e collaboratori. La libertà di associazione sulla quale si basa il collettivo A-infos significa nulla se non esiste la libertà di non associarsi, se così scelgono i lavoratori.

Esiste un ruolo per A-infos nel movimento anarchico mondiale. L'informazione è una forza. A-infos aiuta nello svilupparsi di un senso di movimento mondiale. Fino ad un certo punto, A-infos è anche uno dei pochi strumenti organizzativi internazionali del movimento, ma per tenere questo ruolo, deve rimanere strumento al servizio del movimento e non un servizio di informazione per chiunque.

A-infos non è soltanto uno strumento interno del movimento. Come l'Anarchist FAQ, è anche un mezzo per presentare il movimento ad un pubblico più grande e ad una nuova generazione, e per metterli al corrente con gli aspetti internazionali del movimento.

A-infos è un'agenzia autonoma di stampa anarchica non al servizio di nessun movimento "sociale". La partecipazione di anarchici auotproclamati (o veri) non è una garanzia di un eventuale diffusione di contributi. Neanche la nostra simpatia per certi movimenti garantisce la diffusione delle loro notizie. Così, A-infos diffonde le notizie ed articoli di analisi che i suoi lavoratori vogliono condividere con la comunità mondiale degli attivisti non-autoritari - principalmente notizie dai rivoluzionari collettivi antiautoritari e relazioni sull'azione diretta di lotta sociale sia degli attivisti sia della gente comune nella loro vita quotidiana.

Chi non è soddisfatto con i servizi che forniamo, è libero di usufruire di altri servizi o di costruire il proprio servizio.

A-infos è uno strumento del movimento per l'organizzazione, per la propaganda e per l'informazione. Non è semplicemente una serie di "notizie dagli anarchici, riguardante gli anarchici o di interessa agli anarchici".

Search ainfos with Google.com

... servi dei servi dei ...


Ultime notizie:

(it) Brazil, cab anarquista: 156 anni dalla nascita di Fábio Luz -- militanti , Rio de Janeiro (ca, en, pt) [traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Fri Aug 07 06:11:20 GMT 2020

156 anni fa, il 31 luglio 1864, nacque a Valença, Bahia, Fábio Lopes dos Santos Luz o semplicemente Fábio Luz. Fu medico, giornalista, scrittore e insegnante e morì il 9 maggio 1938 a Rio de Janeiro, essendo uno dei militanti più importanti nella storia del movimento anarchico in città. ---- Figlio di un funzionario e di un insegnante, era già indignato quando vide suo padre registrare la vendita di schiavi e la violenza dei poliziotti neri contro altri schiavi neri. In seguito divenne un abolizionista e, subito dopo, un repubblicano, poiché credeva che la repubblica avrebbe portato a una situazione di giustizia sociale. Durante il suo corso di medicina, ha scoperto, in una libreria di Salvador, il libro Words of a Revolt of Kropotkin, che lo ha portato all'anarchismo. Tuttavia, Fábio Luz avrebbe scoperto l'esistenza dell'anarchismo organizzato a Rio de Janeiro all'inizio del XX secolo.

Il suo trasferimento nell'allora ancora capitale dell'Impero avvenne nel 1888, poco dopo la laurea in medicina, quando difese la tesi ...



(it) cgt-lkn: Care strike (di Carlos Taibo) (en)
a-infos-it@ainfos.ca
Thu Aug 06 07:04:17 GMT 2020

Stavo discutendo con un collega, qualche tempo fa, e in occasione di uno sciopero generale tiepido che si era affermato in Spagna, sulle aree che questo sciopero avrebbe dovuto colpire. Questo amico, un po 'ancorato a un passato in cui la produzione era o sembrava essere tutto, non riusciva a capire perché chiedessimo anche uno sciopero dei consumatori. Qual è il punto - gli ho chiesto - che ci fermiamo nelle fabbriche o nelle scuole e poi ci affrettiamo a comprare in un supermercato? A proposito, dove erano i diritti di coloro che vi lavoravano? ---- Accade spesso, tuttavia, che quando pensi di aver fatto un passo da gigante nella comprensione dei problemi del mondo, devi prendere nota, tra poco, di essere rimasto a corto di punti. Perché, se lo sciopero deve essere uno di produzione e consumo - anche, ovviamente, di distribuzione, come ci hanno insegnato i giubbotti gialli francesi - che senso ci farà parlare di dividere il lavoro se ignoriamo il rilievo, enorme allo stesso tempo? , del lavoro domestico svolto in modo schiacciante dalle donne? Uno sciopero che influisce sull'opera corrispondente non dovrebbe essere richiesto senza cautela?
...



(it) usi-cit: Il Referendum contestato alla Sacra Famiglia
a-infos-it@ainfos.ca
Thu Aug 06 06:12:22 GMT 2020

Come è noto fra i dipendenti dell'Istituto della Sacra Famiglia nei giorni 22-26 giugno si è svolto un Referendum per approvare o respingere l'intesa sottoscritta da Cgil, Cisl, Uil e AdL Varese. I quesiti posti erano due: 1°- Accettazione del nuovo accordo (CIA). 2°- la rinuncia al contratti Aris da parte dei dipendenti che l'avevano con l'accettazione del contratto peggiorativo dell'Uneba, con qualche integrazione per ridurre le perdite. L'Uneba era il contratto con cui l'azienda aveva assunto il personale dopo il 2008. ---- Questa decisione impropria di dividere i votanti separando i dipendenti a seconda del contratto di lavoro prevedeva per il secondo quesito la votazione dei solo dipendenti ex Aris. Il Referendum avrebbe dato per il secondo quesito, che prevedeva la rinuncia al contratto Aris, una vittoria molto risicata dei rinunciatari con 374 si rispetto ai 318 no, con una differenza a favore del si di soli 56 voti. Ma durante lo svolgimento delle votazioni da parte della Commissione elettorale sono stati identificati 11 dipendenti che, pur avendo accettato da tempo il passaggio volontario al contratto Uneba, si sono furbescamente presentati a votare nel gruppo degli ex Aris.
...



(it) INTERVISTA A LOTTA ANARCHISTA - COMBATTIMENTO COLLETTIVO A ROJAVA (ca, en)
a-infos-it@ainfos.ca
Wed Aug 05 06:02:32 GMT 2020

1) Dall'America Latina abbiamo seguito con attenzione e interesse speciale ciò che sta accadendo in Rojava e in Siria. In primo luogo, potresti spiegare la formazione del battaglione dei compagni libertari e i suoi legami con la resistenza curda? ---- Dall'inizio della rivoluzione del Rojava, soprattutto dopo il 2015 dopo la resistenza di Kobane, i membri delle brigate internazionali sono venuti per affrontare Daesh (ISIS) e difendere la rivoluzione. Nei primi anni, la maggior parte delle brigate internazionali arrivarono in coordinamento con YPG e YPJ, le milizie curde di autodifesa. Dato il carattere antistatico del progetto politico di Rojava, gli anarchici di diversi continenti si unirono alla lotta e alla difesa della rivoluzione, arrivando spesso in modo disperso e disorganizzato. Nel 2015, oltre agli internazionalisti dell'YPG e dell'YPJ, viene organizzato l'IFB (International Freedom Batallion), che integra i membri delle brigate delle organizzazioni rivoluzionarie turche insieme ad altri militanti internazionalisti.

...



(it) F.L.A.I.C.A. Uniti Cub: Turismo: La FLAICA Uniti CUB ha incontrato oggi in conference call il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo e del Turismo Dario Franceschini.
a-infos-it@ainfos.ca
Tue Aug 04 06:19:02 GMT 2020

Nell' incontro avvenuto oggi, abbiamo riproposto quanto già detto nell'occasione dell'incontro del 8 luglio al Ministero del Lavoro. ---- In primis, abbiamo riaffermato che va affrontata la questione del superamento della Naspi, poichè in questo settore, si è dimostrata non adeguata all'esigenze dei lavoratori, quindi per forza di cose Va superata per tutti i lavoratori del settore turismo ed dell'indotto, quali: i lavoratori degli alberghi, ristoranti, aeroportuali, marittimi, ncc, sociali, commercio, guide turistiche, mense scolastiche, ecc.; ---- Inoltre, abbiamo ribadito che, ci serve un ammortizzatore sociale specifico che consenta di vivere una vita degna. Dobbiamo avere delle garanzie certe dove chi svolge un lavoro stagionale, nel momento in cui termina la prestazione lavorativa, possa avere un reddito degno.
Non possiamo dimenticare che questa categoria particolare di lavoratori nel panorama generale è purtroppo scarsamente rappresentata nei momenti che contano, un pò per le moltissime differenze di contratti collettivi che si applicano a loro, ma sopratutto, per la mancanza di una vera legge sulla rappresentanza sindacale nei luoghi di lavoro.
Sono anni che chiediamo, ai diversi governi d'intervenire, ma su questo versante ci risulta sia sempre tutto fermo senza nessun valido ...



(it) France, Union Communiste Libertaire AL #307 - Antipatriarchy, Aurore Koechlin: La quarta ondata femminista (en, fr, pt)[traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Tue Aug 04 06:18:49 GMT 2020

Nel suo libro The Feminist Revolution, Aurore Koechlin ritorna a quelle che sono chiamate le "ondate di femminismo". Oltre alle tre ondate conosciute, propone una quarta: quali conseguenze avrà questo per pensare alla lotta ? ---- La parola "onda" fu usata per la prima volta nel 1920, poi divenne gradualmente il modo in cui le femministe si riferivano alle diverse fasi delle loro lotte nel corso della storia. Questa parola consente di segnare sia una rottura che una continuità tra le varie moderne mobilitazioni femministe, allo stesso tempo in cui consente di esprimere il fatto che queste mobilitazioni durano diversi anni e si svolgono contemporaneamente in diversi paesi del mondo. Così, quando Aurore Koechlin [1]propone di parlare di una quarta ondata, non dimenticando che prima ce n'erano altri tre, di cui siamo collettivamente indebitati. E se l'autore fa questa proposta, è perché pensa che sia utile, per la lotta, pensare oggi a nuove poste e nuove strategie.

...



(it) anarkismo.net: Lucio Urtubia, rivoluzionaria di José Luis Carretero (ca) [traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Mon Aug 03 05:39:39 GMT 2020

"Per smettere di essere schiavo devi lavorare." Queste parole, pronunciate dall'anarchico Lucio Urtubia in un'intervista su Radio Klara, sono state quelle che ho scelto di inserire all'inizio del prologo del mio secondo libro, "Well-Being Wounded. Sicurezza sociale, disoccupazione e flessicurezza nel XXI secolo ", pubblicato nel 2008. ---- Erano i tempi dell'inizio della più importante crisi globale dal 1929. "El welfare malherido", un breve libro in formato tascabile con una copertina del compagno Oscar O., che imitava, trascendendoli, le illustrazioni dei singoli album di Dead Kennedys e Il Crass intendeva adottare un approccio didattico e gestibile alle nuove (allora) tendenze manageriali a favore della flessibilità del lavoro e della riforma delle pensioni. Il cuore di ciò che in seguito avremmo conosciuto come "austerità neoliberale" era lì.

E anche, come dicevo, c'era Lucio Urtubia.
...



(it) sicilia libertaria: Una storia trascurata, Cronologia anarchica 1848-2012.
a-infos-it@ainfos.ca
Mon Aug 03 05:39:32 GMT 2020

APPENA USCITO!
Una storia trascurata, Cronologia anarchica 1848-2012.
I fatti più importanti della storia dell'anarchismo, con glossario, biografie e bibliografia essenziale.
Richiedetecelo subito: una lettura rilassante ed intrigante per l'estate.
Intervento-28-luglio-marcelo-amendola.pdf

http://www.sicilialibertaria.it/2020/07/28/una-storia-trascurata-cronologia-anarchica-1848-2012/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
...



(it) France, Union Communiste Libertaire AL #307 - Antipatriarchy, Memi e sessismo: da Karens a pick-me, ai piedi della lettera mascu (en, fr, pt)[traduzione automatica]
a-infos-it@ainfos.ca
Mon Aug 03 05:37:02 GMT 2020

"Karen", "Pick me", questi sono i termini che troviamo oggi in alcuni discorsi antirazzisti e antisessisti. Tuttavia, provengono da sfere maschiliste e la loro diapositiva verso discussioni "disinistra", attraverso meme che circolano su forum, social network e video, è problematica. ---- Il termine "Karen" è attualmente usato nelle discussioni antirazziste per riferirsi alla donna bianca della classe media americana, sicura della sua superiorità e ignara dei suoi privilegi. Il "Karen" rappresenta l'avversario senza pensiero critico. Tuttavia, ripercorrere la storia di questo meme [1]mostra la sua dimensione profondamente sessista: nel 2017, un uomo ha creato un subreddit [2]intitolato "Fuck you Karen Umiliare la sua ex moglie che dopo il processo ha ottenuto la custodia dei figli e degli alimenti. I meme sono quindi condivisi in tutto il mondo e molto rapidamente inclusi in immagini e video, prima di integrare il linguaggio quotidiano. Il termine "Karen" sta rapidamente diventando un insulto mascolinista che prende di mira le madri single, dopo i 30 anni ; il personaggio acquisisce nuovi tratti, tra cui quello di essere procedurale e arrogante (è la donna che chiede di "vedere il manager"), ed è deriso per le sue scelte estetiche considerate dubbie, tra cui in particolare un taglio di capelli asimmetrico e un colore biondo o una manicure troppo vistosa. ...


(it) Giu' La Maschera, Fiera del libro anarchico e libertario (pt)
a-infos-it@ainfos.ca
Sun Aug 02 09:56:35 GMT 2020

Da oltre 27 anni la cascina torchiera senz'acqua è uno dei punti di riferimento di un'altra Milano. ---- Da oltre 27 anni è la fucina di un pensiero libertario che si è tradotto in azione sul vivere quotidiano. Laboratorio del vivere solidale, antimilitarista, antisessista, laboratorio di una società includente e senza barriere a cominciare da quelle architettoniche, al di fuori delle logiche del denaro e del mercato. Una zona liberata. Cascina torchiera senz'acqua è stata ed è una delle identità di una città che altrimenti sarebbe solo una vetrina orribile dove vivere sarebbe un incubo. ---- SABATO 1 AGOSTO ---- h. 15.30 - 1920/2020 100 anni di Umanità Nova - U. N. al tempo del COVID a cura della redazione e dell'Ateneo libertario di Milano ---- h. 16.30 - Dibattito a partire da "Città e libertà, antologia di scritti di Jane Jacobs" (Elèuthera) con la curatrice Michela Barzi e il collettivo Off-Topic

h. 17.30 - Presentazione della rivista «Liaisons» - ricerca partigiana transoceanica (AgenziaX)
...



@

ultimi aggiornamenti: Fri Aug 07 08:11:21 2020