A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, UCL AL #314 - Strategia: scompartimentalizzare i sindacati, unire i collettivi di lavoro (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 3 Apr 2021 10:55:13 +0300


Potenziare la forza lavoro sindacalizzata, collegare dipendenti isolati, riunire divisioni categoriali (statuti, contratti collettivi, subappaltatori, ecc.), È possibile! Questa è una delle sfide di un "sindacalismo di ramo" ben calibrato. Alcuni esempi convincenti. ---- "Branch unionism" è il coordinamento dell'azione sindacale a livello di un intero settore professionale. Al di là delle diverse aziende, dei diversi mestieri, dei diversi status, tutti i lavoratori di questo settore devono avere rivendicazioni comuni, per non competere tra loro. È elementare, ed è per questo che i sindacati hanno formato le loro prime federazioni per ramo industriale: Libri, Edilizia, Ferrovia, Metallurgia, ecc. - centoquaranta anni fa.

Dal punto di vista sindacalista rivoluzionario, l'organizzazione a livello di ramo serve anche un progetto politico: quello della riorganizzazione post-capitalista dell'economia. L'autogestione e la pianificazione democratica saranno attuate dalle federazioni industriali di cui le federazioni sindacali sono oggi il presagio.

Tuttavia, a nostro avviso, due idee sbagliate sul sindacalismo di ramo devono essere corrette. Il primo è che si gioca solo a livello nazionale, che è " compito della federazione", mentre può essere utilmente realizzato a livello locale; la seconda è che si tratta di una formula assoluta, che deve soppiantare ogni altro perimetro organizzativo (per professione, per azienda, per sito, ecc.). L'esperienza mostra che nulla dovrebbe essere proibito e tenere conto delle realtà vissute dai dipendenti (vedi riquadro).

La demarcazione delle federazioni sindacali in base ai rami è infatti a volte discutibile! Facciamo l'esempio di un'attività in forte espansione: la logistica, con i suoi centri di preparazione e smistamento pacchi. Alcuni (Amazon, Alibaba o La Poste) dipendono dal contratto collettivo per le attività postali, e quindi i sindacati CGT sono affiliati alla federazione postale. Ma quelli di Mondial Relay e Geodis rientrano nel contratto collettivo di trasporto, e sono quindi affiliati alla federazione CGT des Transports! Tuttavia, sarebbe utile se si trovassero nella stessa struttura, per poter sperare di agire di concerto.

Abbattere la divisione datori di lavoro
Lo stesso problema riguarda il settore ferroviario dove vengono giustapposti diversi contratti collettivi. Dalla sua nascita nel 1996, la federazione SUD-Rail ha risposto a questa frammentazione scegliendo di organizzare tutti i lavoratori della filiale, qualunque sia il loro status (ferroviere o meno) o la loro azienda (SNCF, eventuali società concorrenti). E subappaltatori).

Tuttavia, sappiamo che il primo riflesso di un membro del sindacato è quello di prendersi cura di ciò che sta accadendo nel proprio dipartimento. Per fare sindacalismo di sezione, è necessario organizzare incontri che riuniscano sindacalisti di tutti i servizi e di tutte le società del ramo, affrontare i problemi di ciascuno e individuare una direzione comune, per prevenire il dumping sociale. Può sembrare complesso, ma SUD-Rail ci riesce, con incontri nazionali dedicati a ciascuna professione: pulizia treni, controllo di bordo, personale di stazione, ecc.

Nel settore energetico, il sindacato CGT di Enedis ha scelto di creare sezioni sindacali tra i subappaltatori. Invece di avere un sindacato CGT per azienda, ne abbiamo quindi solo uno, che unifica così la comunità lavorativa, abbattendo la divisione dei datori di lavoro. E questo legittima la richiesta di reintegrazione dei dipendenti dei subappaltatori nella storica azienda. È la stessa logica che attua la CGT-HPE (Prestige and Economic Hotels): invece di avere un sindacato per hotel e un sindacato per subappaltatore, abbiamo un unico sindacato che lotta per tutto il personale delle aziende alberghiere.

Questi esempi sono incoraggianti, ma in molti altri casi le strutture esistenti, per ragioni burocratiche - sono in gioco posizioni permanenti - evolvono solo con molta cautela. Come delimitare al meglio i campi della sindacalizzazione? Partendo dall'alto, divisioni tra aziende e contratti collettivi, in mano ai datori di lavoro? O meglio dal basso, dai luoghi di lavoro e dalle comunità, sotto il controllo dei sindacalisti? Adattare il sindacalismo di ramo ai bisogni significa affrontare concretamente i deserti sindacali.

Prima una domanda locale
Questa domanda non interessa solo federazioni o sindacati a livello nazionale. Gli attivisti locali possono accettarlo. È il caso di Épinal dove, con il consenso del sindacato locale, il sindacato CGT di una grande azienda metallurgica Trane, ormai sindacalizza oltre le sue mura: non solo i dipendenti dei subappaltatori, ma anche quelli che lavorano nelle piccole scatole metallurgiche locali . E funziona! Nelle riunioni non si parla solo di Trane, ma anche dei problemi riscontrati altrove. E ci consigliamo a vicenda e ci aiutiamo a vicenda. I membri del sindacato finora isolati ora agiscono sul proprio posto di lavoro, contribuendo così alla lotta per un contratto collettivo migliore.

Per tornare alla logistica, può sorgere la questione di un'unica unione per le diverse aziende presenti nella stessa area di business. Questo si chiama sindacato del sito. Questo potrebbe quindi essere collegato a diverse federazioni, a seconda dei contratti collettivi. In ogni caso, avremmo unificato il collettivo dei sindacalisti. Questa è la priorità.

Sindacato, filiale, azienda, sito ...
Riunire i dipendenti per difendersi a volte solleva questioni complesse. Qual è il miglior perimetro per formare il sindacato?

in base alla professione: ad esempio, un sindacato che raggruppa donne e uomini di consegna dalla stessa località, indipendentemente dai loro capi (Deliveroo, Uber Eats, ecc.). Pratica per raggruppare lavoratori con una forte affinità sulla base di un'esperienza comune.
sulla base di un'azienda: qui il sindacato raggruppa tutti i dipendenti della stessa azienda, qualunque sia il loro lavoro (fattorino, carrellista, segretario, logista, ecc.). Pratico in aziende con personale numeroso, meno in piccole unità.
sulla base dello stesso sito: lì il sindacato raggruppa tutti i dipendenti di un sito di attività (ad esempio un centro commerciale, un aeroporto, una stazione ferroviaria, ecc.), qualunque sia la loro professione o la loro azienda. Comodo per raggruppare dipendenti di piccole e grandi aziende.
sur la base de la branche: le syndicat groupe alors, sur la même localité, toutes et tous les salarié·es relevant d'un même secteur d'activité, par exemple la métallurgie, quel que soit leur métier, et quelle que soit leur azienda. Comodo per raggruppare dipendenti di piccole e grandi aziende.
Roger e Simon (UCL Rennes), Michel (UCL Vosges)
logo: Rini Templeton

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Strategie-decloisonner-les-syndicats-unir-les-collectifs-de-travail
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it