A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, UCL - L'Unf, il nuovo bersaglio della caccia alle streghe (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Fri, 2 Apr 2021 09:38:55 +0300


Ora è l'Unione nazionale degli studenti di Francia (Unef) che, in un contesto di rabbia contro l '"islamo-sinistra", è vittima di un'odiosa campagna di destra e di estrema destra a favore del suo scioglimento. Qualunque cosa si pensi delle pratiche dell'UNEF, il modo in cui questa organizzazione viene presa di mira rappresenta una minaccia per le libertà sindacali e la lotta al razzismo in tutta la società. ---- I comunisti libertari non hanno mai avuto molto affetto per la linea socialdemocratica e le pratiche burocratiche dell'UNEF. Ma di fronte a un'offensiva reazionaria che, dietro una particolare organizzazione, prende di mira l'intero movimento antirazzista e minaccia le libertà pubbliche, non c'è esitazione, dobbiamo opporci a qualsiasi minaccia di scioglimento. E per mostrare solidarietà alla presidente dell'UNEF, Mélanie Luce, di fronte alla campagna di molestie informatiche di cui è vittima. Lo Stato non deve interferire nella modalità di funzionamento che un'organizzazione ha scelto in completa indipendenza e che riguarda solo i propri membri.

Non è la prima volta che l'UNEF viene attaccato in questo modo. Era già stato preso in carico nel 2018 e nel 2019, dalla destra e da alcuni baroni dell'ex Unef PS come Julien Dray o Bruno Julliard, a causa di una presunta deriva " islamo-sinistra". I suoi torti ? La sua partecipazione ad azioni antirazziste e il fatto che Maryam Pougetoux, allora presidente della sezione di Parigi-IV, indossa un velo che, ricordiamolo, non è in alcun modo proibito tra le mura delle università.

L'offensiva contro l'UNEF è ripresa il 4 marzo in seguito alla vicenda dei collage rivolti a due professori dell'IEP di Grenoble, membri dell'Osservatorio del decolonialismo e sostenitori della provocazione reazionaria in stile CNews [1]. L'estrema destra ha colto l'occasione per lanciare una campagna virale (#DissolutionUNEF) contro l'intera organizzazione. La destra ha seguito l'esempio dopo il 17 marzo, a seguito di un'intervista al suo presidente, Mélanie Luce, su Europa 1. Venuta a parlare di precarietà studentesca, è stata sommersa da domande sulla "deriva ideologica" dell'Af. Risultato: precarietà degli studenti, terribilmente amplificata dall'attuale crisi sanitaria [2], viene dimenticato a favore di una campagna guidata da tutti i guardiani dei media dell'ordine attuale.

Tra gli imbonitori, "antirazzisti" di alto livello come l'amico di Éric Zemmour, Éric Naulleau (foto) ; UNI (un sindacato universitario di destra radicale che piange lo scioglimento di Generation Identity) ; 58 parlamentari tra cui François-Xavier Bellamy, Eric Ciotti e Gérard Longuet, che hanno chiesto a Gérald Darmanin di studiare lo scioglimento del sindacato.

La questione degli incontri tra persone razzializzate, dello stesso sesso, per affrontare questioni di discriminazione, era già stata controversa: ricordiamo i patetici tentativi di Blanquer nel 2017 di vietare questi seminari sullo stesso sesso all'interno di SUD-Education. In Seine-Saint- Denis. Ma questa nuova offensiva raggiunse un livello senza precedenti: mai le parole di divieto, sanzioni o addirittura scioglimento erano state usate così tanto nella classe politica.

Il single-sex quando è scelto da persone che subiscono specifiche oppressioni, non è un problema ma uno strumento di emancipazione per combattere la discriminazione. Anche l'UCL lo usa.

Se lo stato vuole combattere il razzismo, che inizi con la sua polizia e il suo esercito, afflitto da idee di estrema destra, che chiuda le sedi fasciste che si stanno moltiplicando in Francia, e da cui partono violenti attacchi contro il movimento sociale [3]. Ma sappiamo che non c'è niente da aspettarsi da un governo che preferisce celebrare Charles Maurras o Napoleone Bonaparte e dirlo all'elettorato della RN.

Libertarian Communist Union, 22 marzo 2021

convalidare

[1] Leggi l'indagine dettagliata di David Perrotin, "Accusations of Islamophobia: the management of Sciences Po Grenoble let the conflitto escalation" , Mediapart, March 11, 2021

[2] "Giovani a rischio: vogliamo risorse, non Xanax !" » , Alternative libertaire, marzo 2021

[3] Comunicato stampa a seguito dell'attacco dei fascisti contro il Black Plume , UCL Lione, 20 marzo 2021

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?L-Unef-nouvelle-cible-de-la-chasse-aux-sorcieres
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it