A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Unione Comunisti Anarchici D'Italia èucadi: Newsletter #144 - Un Ministro Franco

Date Wed, 24 Mar 2021 10:38:24 +0200


Daniele Franco, detto "il bollinatore", nella sua qualità di Ragioniere generale dello Stato si è fatto tanti nemici: nel suo firmamento una sola stella Mario Draghi. Nato come funzionario della Banca d'Italia ha sviluppato la sua carriera nell'istituzione fino a quando Letta non lo chiamaalla Ragioneria generale. Da allora Franco ha tenuto fede al suo nome contrastando i diversi Governi che si sono avvicendati tutte le volte che ha ritenuto che i provvedimenti non avessero la necessaria copertura. Ma quali sono le sue idee su quali debbano essere i contenuti del Recovery Plan? ---- In occasione della Giornata del credito del 2020, intervenendo a un'iniziativa dalla Ernst & Young, (un network mondiale di servizi professionali di consulenza direzionale, revisione contabile, fiscalità, transaction e formazione), Franco lo ha spiegato con chiarezza: occorre puntare soprattutto sulle imprese, ma "servono capacità progettuali di sistema e pubbliche amministrazioni tecnicamente più forti che sostengano il processo". Per far ripartire gli investimenti, fermi per "carenza di domanda, incertezza e riduzione dei profitti", serve il sostegno del sistema finanziario. Sulle possibilità del sistema Italia di tornare a crescere Franco ha dichiarato: "Nel Novecento lo abbiamo fatto due volte: all'inizio del secolo e a metà del secolo abbiamo avuto tassi di crescita che, qualche anno prima, erano assolutamente impensabili".
Questo perché, - a detta di Franco - gli ingredienti ci sono: "Il nostro capitale umano, la capacità di esportare, il patrimonio familiare, il dinamismo di moltissime imprese. Abbiamo soprattutto moltissimi giovani che stiamo utilizzando relativamente poco, i quali sono spinti ad andare all'estero. Noi dobbiamo motivarli e coinvolgerli nel
ridisegno del nostro sistema produttivo". Quest'ultima affermazione è in perfetta consonanza con le affermazioni di Draghi in occasione della presentazione del suo Governo, anche perché il debito contratto con il Recovery Fund "dovrà essere ripagato principalmente da loro" e perciò è "nostro dovere far sì che abbiano tutti gli strumenti per farlo". Pertanto "Ci serve da un lato molta concretezza nell'attuare quanto necessario, ma ci serve anche uno sforzo di riflessione e di invenzione su quello che è il nostro futuro". Sono queste le linee che il fedelissimo Franco è chiamato a seguire.

Enrico Paganini

http://www.ucadi.org/2021/03/12/un-ministro-franco/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it