A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire AL #311 - Cultura, Leggi: Collettiva "Alle origini della decrescita" (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Fri, 8 Jan 2021 11:42:55 +0200


In base alla progettazione, questo libro sorprende. È il frutto di un plurale lavoro di revisione di vari autori, intorno al tema della decrescita e problematiche connesse. ---- Gli obiettivi sono chiaramente assunti: "stimolare le attuali riflessioni dei sostenitori della decrescita e altri ..." senza appropriarsi dell'eredità di questi pensatori, né "farne il nostro pantheon o riunirli a qualsiasi banner dottrinale. » La scelta degli autori referenziati è eterogenea; un susseguirsi di personaggi da orizzonti diversi e talvolta contraddittori. Il libro è concepito come un luogo di incontro, un punto di partenza per futuri scambi con tutto ciò che ciò comporta di discrepanze e contraddizioni.
Notiamo l'assenza di Élisée Reclus, che avrebbe potuto giustificare una recensione più di Bernanos o Giono. Ahimè, il pensiero è diluito nelle presentazioni di tutte queste tendenze che attraversano il movimento della decrescita. Tuttavia, come ci ricorda Murray Bookchin: "non è né l'umanità né la società industriale che minaccia la biosfera, ma le relazioni sociali indotte dal capitalismo ... le relazioni di dominio ... perché legittimano la idea che l'uomo debba dominare la natura."[1]

Il rischio è che la proliferazione e la ricchezza delle partecipazioni conducano a una ricerca individuale essenzialmente spiritualista accompagnata da un bisogno di radicamento, ignorando le osservazioni di cui sopra. Insomma: un libro da leggere e soprattutto per andare oltre ... per non cadere nella confusione.

Dominique Sureau (UCL Angers)

Collettiva, Le origini della decrescita , L'Échappée, 2020, 392 pagine, 12 euro

convalidare

[1] Guillaume Davranche, Ten questions on anarchism , Libertalia editions, 2020.

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Lire-Collectif-Aux-origines-de-la-decroissance
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it