A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) icl-cit: I proprietari di Dragon Group iniziano a pagare. Ma non è abbastanza ... (ca, de, en, pt) [traduzione automatica]

Date Sun, 3 Jan 2021 09:56:35 +0200


3/4/8 settembre: Solidarietà da Lomas a Dhaka ---- In una vittoria per la squadra, i proprietari di Dragon Group iniziano a pagare. Ma non è abbastanza ... ---- La solidarietà internazionale ha ottenuto una vittoria nella lotta dei lavoratori in Bangladesh ---- Post correlati ---- NO ALLO SFRUTTAMENTO! DIFENDIAMO L'OCCUPAZIONE DI CARLOS MARIGHELLA CONTRO IL GENOCIDIO DELLO STATO RAZZISTA DEL BRASILE ---- Solidarietà internazionale contro la violenza e gli omicidi razzisti in Brasile ---- Sostegno ai lavoratori tessili svantaggiati in Bangladesh ---- Dopo mesi di proteste e azioni di solidarietà internazionale, i proprietari di due grandi fabbriche tessili hanno finalmente iniziato a ripagare salari e accordi. Come riportato in precedenza, i lavoratori della fabbrica Dragon Sweater a Dhaka, in Bangladesh, sono stati licenziati illegalmente durante la pandemia (marzo 2020) senza rimborsare salari o contributi. La campagna per chiedere il pagamento ai proprietari è stata incessante e ha sempre avuto il sostegno di organizzazioni e iniziative internazionali, come il Global May Day e la Confederazione Internazionale del Lavoro, CIT.

A ottobre, dopo una serie di attacchi e aggressioni da parte di datori di lavoro, i lavoratori hanno accettato di rinunciare ad alcune delle loro richieste in cambio di iniziare a ricevere il pagamento in una serie di rate, a partire già da novembre. Tuttavia, i proprietari dell'azienda non hanno rispettato la fine dell'accordo e non hanno effettuato alcun pagamento, quindi la campagna di richieste è stata nuovamente attivata.

Questa volta, vista la determinazione dei lavoratori, la durata della loro lotta e l'atteggiamento inflessibile dell'azienda, lo stesso ministro del Lavoro è stato costretto a essere presente alle riunioni.

Così, all'inizio di dicembre, è stato raggiunto un nuovo accordo per rimborsare salari e contributi per quei lavoratori che avevano uno stipendio mensile fisso. Queste persone hanno già ricevuto i loro soldi. Tuttavia, questo gruppo non includeva la stragrande maggioranza della forza lavoro, che si caricava per parte finita, né i responsabili dell'impianto e del controllo qualità.

In questo caso è stata costituita una commissione per il calcolo degli importi dovuti. Evidente è stato però il pregiudizio di questo comitato a favore dei proprietari, che ha determinato una cifra inferiore del 50% rispetto a quella reale, in modo che i salari dei lavoratori sarebbero stati anche inferiori al salario minimo stabilito in il Bangladesh Labour Act 2006. A seguito delle proteste del personale e del sindacato GWTUC e dell'intervento del ministro, è stata proposta una cifra più alta ed è stato concordato che i pagamenti dovrebbero iniziare il 22 dicembre. In ogni caso, GWTUC si recherà in tribunale per ottenere la differenza con la retribuzione effettiva dovuta.

Per quanto riguarda l'ultimo gruppo, quello dei dirigenti, la trattativa è in fase di stallo. Il sindacato stima che milioni di Tk siano loro dovuti, per decenni. Finora sono stati versati solo i contributi corrispondenti al suo Fondo di previdenza, che è di per sé una vittoria, poiché anche i proprietari si erano rifiutati di riconoscerli. Ancora una volta, GWTUC porterà la questione ai tribunali del lavoro.

Solidarietà internazionale

La forza lavoro del Dragon Group ha sempre dovuto lottare per la piena retribuzione e il pagamento dei contributi. Per anni hanno lavorato in condizioni non sicure e antigeniche, culminate nel loro licenziamento illegale da parte dei proprietari, con il pretesto della pandemia.

Tuttavia, i lavoratori non si sono mai arresi. GWTUC segnala che la loro lotta può essere considerata una vittoria, vista la situazione generale della forza lavoro nel settore dell'abbigliamento in Bangladesh. Particolarmente importante è stata l'internazionalismo e la solidarietà senza precedenti di coloro che hanno mostrato sindacati e organizzazioni, colleghi di tutto il mondo che hanno supportato lo staff di Dragon Sweater.

Nella lunga storia delle lotte sindacali nell'abbigliamento in Bangladesh, è la prima volta che l'azione internazionale è stata portata avanti con un coordinamento e una solidarietà senza precedenti. Le iniziative del Global May Day, Freie Arbeiter Union (FAU) , Industrial Workers 'of the World , the International Labour Confederation (CIT), CNT, FOB, FORA, FGWM, SAC e colleghi di tutto il mondo hanno avuto un ruolo di primo piano nel raggiungimento delle giuste richieste del personale di Dragon Group.

Allo stesso modo, dimostrare la complicità dei marchi di abbigliamento internazionali, attraverso azioni e dimostrazioni costanti, è stato fondamentale per costringere i titolari dell'azienda a sedersi al tavolo delle trattative, cosa che altrimenti non sarebbe accaduta.

D'altra parte, gli sforzi di CIT per raccogliere fondi e il contributo dei colleghi di tutto il mondo stanno aiutando i lavoratori a mantenere la loro posizione e coprire le loro spese per cibo, forniture mediche e legali durante il conflitto.

Nel complesso, dobbiamo dire che la solidarietà internazionale e il cameratismo mostrati durante la campagna saranno sempre una pietra miliare nella storia del movimento operaio del Bangladesh.

Link alle notizie:

https://tbsnews.net/economy/rmg/labour-ministry-resolves-dragon-sweaterslong-standing-salary-disputes-172246

In solidarietà
Mahmood Sadaat Ruhul
International Secretariat

Garments Workers Trade Union Center (GWTUC)

https://www.icl-cit.org/es/los-duenos-de-dragon-group-comienzan-a-pagar-pero-no-es-suficiente/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it