A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) [Argentina] ALS: 5 anni per costruire l'Azione Socialista Libertaria. (ca, de, en, pt) [traduzione automatica]

Date Sat, 2 Jan 2021 17:23:06 +0200


Tra la resistenza, le lunghe lotte del popolo e il problema politico dell '"immediatezza" ---- Pochi giorni prima della nostra riunione plenaria come organizzazione politica e 19 anni dopo la ribellione popolare del 19 e 20 dicembre 2001, condividiamo sinteticamente alcune delle nostre opinioni e annunciamo alcuni dei passi da compiere in vista del tempo che è in corso . Si apre così l'invito allo scambio a chi si sente interessato e disponibile, e alle organizzazioni con cui costruiamo giorno dopo giorno. ---- La prima cosa da dire è che ci siamo dati il compito di continuare e approfondire un processo di dibattiti e definizioni come organizzazione per i prossimi mesi.
I dibattiti che abbiamo affrontato avanzano sull'approfondimento del dibattito strategico per un radicale cambiamento sociale, che ci consenta di ripensare e valorizzare il nostro intervento politico e sociale come militanza organizzata dal socialismo libertario. Allo stesso tempo, che serve a rivitalizzare i dibattiti e le azioni sul problema dell'unità e del suo potere effettivo, che oggi vediamo vincolato dal conformismo nelle "lotte nell'ambito del possibile" e dalla debolezza della "politica". di delimitazione ". Pertanto, la necessità di impegnarsi nella costruzione di Organi di Potere Popolare e di lasciare l'auto-costruzione dell'identità di ciascuna organizzazione, che appare come fondamentale.

Per questo compito proponiamo una lettura profonda della caratterizzazione dell'attuale situazione sociale e politica, in cui, la ristrutturazione e l'approfondimento del dominio del capitalismo patriarcale nel mondo e nella nostra regione, con la costante e continua frammentazione e indebolimento del strumenti propri della classe operaia che sono due facce della medaglia.

Un processo accompagnato, inoltre, dal dibattito su un'organizzazione politica della militanza libertaria per questa volta e sui compiti che essa richiede da noi. Alcuni dei compiti che evidenziamo includono: un migliore coordinamento per l'intervento sociale e politico; una portata più ampia nella comunicazione delle idee di anarchismo sociale che si organizza nelle lotte concrete del popolo; riarmo e preparazione alla cura di sé e all'autodifesa; e un dibattito franco con altre tendenze sulle sfide che dobbiamo affrontare.

Il 2020 non è stato un altro anno per le nostre vite, né è facile da capire. Segna sicuramente un momento di grandi trasformazioni e sfide, che sarebbe illusorio finire di decifrare immediatamente. Al di là del fatto che il capitalismo si sta esprimendo come una pandemia globale, e che molto è voluto o deve essere spiegato per questo, siamo con la certezza che una serie di problemi politici nostri e di altri sono stati posti davanti ai nostri occhi, considerando che è ora di affrontarli.

L '"immediatezza" come forma precaria di coscienza

Uno dei difetti forse maggiori della nostra sinistra negli ultimi anni è segnato dall'incapacità di pensare oltre l'immediato, di ciò che abbiamo davanti. Alludendo a problemi urgenti, la necessità di pensare a un progetto politico sostenuto di emancipazione è eternamente rimandata. Oppure, come scusa per un'altra strada, allude anche a un certo timore di una derivazione "intellettualistica" che ci allontana dalla nostra militanza di base e dalla gente.

Questa frenesia immediata che salta senza sosta da un conflitto all'altro senza alcuna proiezione e incapace di pensare a modo suo, è il prodotto di un pensiero alienato. Dalla percezione del mondo guidata dalla mera volontà e priva di strutture.

L'immediatezza è anche il fratello della cultura della miseria, quella che disprezza tutto ciò che considera lussuoso o che non ha uno scopo utilitaristico per il cambiamento sociale. Inoltre, vedere il mondo come un prodotto di volontà trovate e sgradevoli è un terreno fertile per la cosiddetta "cultura della resistenza" il cui carattere patriarcale è già stato scoperto.

La militanza immediata si allontana dal pensiero dialettico - uno dei punti più alti dello sviluppo umano - e ha come grande conseguenza frammentazione, disorganizzazione e perdita di potere; Non potendo stabilire obiettivi tattici e strategici, non potendo vedere le strutture che governano le società e gli individui, può solo offrire uno stato di agitazione mentale costante e giocare profondamente in ogni conflitto che partecipa senza poter valutare la sua presenza in esso.

Per passare da questo tipo di pensiero precario è necessaria la capacità di astrazione, la capacità umana più negata alla classe operaia dalla borghesia e dallo Stato attraverso dispositivi diversi. La capacità di astrazione è l'azione di pensare oltre il concreto e saper progettare. Sono i piani di una casa quando ancora non esiste, è il disegno prima della pittura. Senza la capacità di astrazione non c'è possibilità di pensiero critico poiché funziona attraverso concetti, mentre il pensiero alienato funziona attraverso le immagini; generalmente quelli a cui abbiamo più vicino.

Uno dei compiti che abbiamo come organizzazione politica è promuovere il pensiero dialettico (quindi creativo) da e all'interno della classe, quindi è ovvio che lo Stato non lo promuoverà. Ma è anche uno dei compiti più libertari che ci possiamo proporre, rendere conto dei movimenti che sorgono nelle società, riuscire a catturare il vitale, tracciare un percorso di lotta e vedere oltre ciò che è dato, oltre ciò che è possibile.

Seguiamo le orme dell'anarchismo sociale che si sta organizzando, così come le costruzioni dei movimenti di massa storici che hanno saputo essere all'altezza di ciò che la vita richiede. È così che hanno guadagnato 8 ore di lavoro e hanno combattuto contro il fascismo. È così che chiediamo che tutti se ne vadano nel dicembre 2001. È così che otterremo il diritto all'aborto.

A breve condivideremo alcune idee che servono a un efficace equilibrio di questi ultimi due decenni, sulle tesi politiche e le costruzioni di quella che conosciamo come la sinistra per il potere popolare. Con cui aspiriamo a poter incontrare chi si sente ancora impegnato in quel compito.

Il nostro abbraccio internazionalista va alle organizzazioni sorelle della regione e del mondo, a tutti i compagni libertari e ad altre tendenze politiche e rivoluzionarie in Argentina, con cui condividiamo dozzine di battaglie, ea tutti i lavoratori che lottano per un nuovo mondo.

È tempo di recuperare gli strumenti e i metodi che sono nati all'interno della stessa classe operaia e che hanno spinto i tempi migliori di combattimenti e conquiste. È tempo di recuperare l'orizzonte della lotta per il socialismo libertario.

Per il potere diretto del popolo

Collegamenti / fonte correlati:
https://www.facebook.com/AccionSocialistaLibertaria/posts/1138831269868242
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it