A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) globalmayday.net: #UnitedAgainstTheDragon: Finalmente i lavoratori vengono pagati! (ca, de, en, pt) [traduzione automatica]

Date Sat, 2 Jan 2021 10:18:53 +0200


La solidarietà internazionale vince nella lotta dei lavoratori in Bangladesh ---- Quindi rapporto disponibile in tedesco[in tedesco]. ---- Dopo mesi di proteste e azioni di solidarietà internazionale, i proprietari di due grandi fabbriche di abbigliamento pagano finalmente il salario dovuto e le indennità di licenziamento. ---- I lavoratori della fabbrica Dragon Sweater a Dhaka, in Bangladesh, sono stati licenziati illegalmente durante la pandemia (a partire da marzo 2020) senza pagare loro i salari e i benefici in sospeso. I lavoratori hanno avviato un movimento per realizzare le loro richieste e costringere i proprietari a pagare le loro quote. Anche organizzazioni e iniziative internazionali come il Global May Day hanno iniziato a tenere manifestazioni di solidarietà.
Quindi, i lavoratori di Dragon Sweater che protestano per i loro salari e sussidi dovuti sono divisi in tre categorie:
Categoria 1: Lavoratori con reddito mensile (90)
Categoria 2: Lavoratori con tariffa per pezzo {PPP} (circa 300)
Categoria 3: Piano, In carica, Responsabili del controllo qualità (65)

Nell'ottobre 2020, secondo un accordo tripartito firmato tra i proprietari, i lavoratori e il governo, i lavoratori avrebbero dovuto essere pagati in tre rate a partire dai primi di novembre. Tuttavia, i proprietari non hanno pagato la prima rata, violando così l'accordo.

Gli operai ripresero la loro agitazione ei proprietari furono costretti a discutere ancora una volta. Ma questa volta, vista la militanza e la natura protratta della lotta operaia insieme all'atteggiamento inflessibile dei proprietari, lo stesso ministro del Lavoro è stato costretto a essere presente alle riunioni.

All'inizio di dicembre è stato raggiunto un accordo per pagare 80 lavoratori di categoria 1. Tuttavia, il GWTUC ha presentato un elenco più completo, che mostra 90 lavoratori di categoria 1 che avevano salari non pagati. Dopo le trattative, a 90 lavoratori della categoria 1, ovvero i lavoratori pagati mensilmente, sono stati pagati i salari e le indennità dovuti.

Per quanto riguarda la categoria 2, lavoratori PPP, è stata costituita una commissione d'inchiesta per stimare i salari dovuti dai lavoratori. Il comitato è stato sbilenco fin dall'inizio, fortemente favorito dai proprietari.
Alla fine, i proprietari hanno proposto di pagare il 50% di quanto dovuto ai lavoratori del PPP, stimato in 1 milione di Tk (10 Lakh). Ma la proposta dei proprietari non includeva il salario minimo di base che i lavoratori del PPP dovrebbero ricevere ogni mese secondo il Bangladesh Labour Act 2006.

Dopo le proteste del GWTUC e dei rappresentanti dei lavoratori, il ministro del Lavoro ha proposto di aumentare l'importo a Tk 1,5 milioni (15 Lakh). Ma secondo i calcoli del GWTUC, i lavoratori sono dovuti più di 3 milioni di Tk (30 Lakh). Tuttavia, tenendo presente la natura protratta della lotta, le parti coinvolte si sono accordate per pagare ai lavoratori 1,5 milioni di Tk il 22 dicembre 2020. Tuttavia, il GWTUC prevede ancora di andare in tribunale per vincere ai lavoratori del drago di categoria 2 le loro quote non pagate. .

Le trattative sui lavoratori di categoria 3 si sono invece fermate. I proprietari si sono rifiutati di pagare ai lavoratori di categoria 3 quanto dovevano. Secondo la stima del GWTUC, l'importo è ben superiore a diversi milioni, andando indietro di decenni. GWTUC prevede di forgiare una battaglia legale nei tribunali del lavoro per guadagnare ai lavoratori di categoria 3 le loro quote giuste, poiché secondo la legge sul lavoro nessun lavoratore può essere licenziato senza pagare tutte le quote in sospeso. Tuttavia, un piccolo successo è stato ottenuto quando i lavoratori della categoria 3 hanno ricevuto gli importi del Fondo di previdenza.

Solidarietà internazionale

La lotta dei lavoratori del drago si è intensificata durante i giorni canini della pandemia, ma questa lotta dei lavoratori dell'abbigliamento e dei proprietari risale a diversi decenni fa. I lavoratori del drago hanno sempre dovuto lottare per ricevere i loro salari e benefici guadagnati. Hanno lavorato duramente per anni in condizioni di lavoro non sicure, culminando nella loro risoluzione illegale da parte dei proprietari con la scusa della pandemia.

Ma i lavoratori hanno perseverato e alla fine, con la situazione generale della lotta dei lavoratori tessili in Bangladesh, il movimento dei lavoratori del drago può essere considerato una vittoria per la classe operaia del Bangladesh. Particolarmente eccezionale è l'internazionalismo e la solidarietà senza precedenti mostrati dai sindacati, dalle organizzazioni dei lavoratori e dai compagni di tutto il mondo per stare al fianco dei lavoratori di Dragon Sweater.

Nella lunga storia della lotta dei lavoratori dell'abbigliamento in Bangladesh, questa è la prima volta in cui le azioni internazionali sono state intraprese con un coordinamento e una solidarietà così senza precedenti. L'iniziativa Global May Day, Free Workers Union (FAU), Industrial Workers 'of the World, ICL-CIT, CNT, FOB, FORA, FGWM, SAC e amici da tutto il mondo hanno svolto la loro parte nel raggiungimento delle giuste richieste di i lavoratori del drago.

Allo stesso modo, ritenere responsabili gli acquirenti internazionali, attraverso azioni e dimostrazioni costanti, ha svolto un ruolo fondamentale nel costringere i proprietari di indumenti locali a partecipare al tavolo delle trattative.

Di conseguenza, la raccolta fondi tenuta e contribuito dai compagni di tutto il mondo ha aiutato in particolare i lavoratori di Dragon a mantenere forte la loro determinazione e ha fornito loro cibo, forniture mediche e assistenza legale (contro casi falsamente archiviati) di cui avevano tanto bisogno durante la lotta. Il GWTUC prevede di iniziare a distribuire aiuti all'inizio di gennaio proprio quando la raccolta fondi giunge al culmine.

Nel complesso, dobbiamo dire che la solidarietà e la fratellanza internazionale mostrate nella lotta rimarranno per sempre una pietra miliare nella storia del movimento operaio in Bangladesh.

Link alle notizie: tbsnews.net

Lavoratori del mondo, unitevi!

Solidarietà,

Mahmood Sadaat Ruhul
Dipartimento per gli affari internazionali
Centro sindacale dei lavoratori dell'abbigliamento (GWTUC)

https://globalmayday.net/2020/12/23/unitedagainstthedragon-workers-finally-get-paid/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it