A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL - Comunicato stampa internazionale, 250 milioni di scioperanti in India: niente contadini, niente cibo ! (ca, de, en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 28 Dec 2020 09:39:21 +0200


Da quasi un mese la capitale indiana Nuova Delhi è diventata l'epicentro di grandi manifestazioni che probabilmente interesseranno l'intero Paese nei giorni a venire. ---- Da settembre, centinaia di migliaia di contadini hanno manifestato contro una serie di leggi che cercano di liberalizzare il mercato agricolo. Fino ad allora, i contadini beneficiavano di prezzi fissi sui loro prodotti, garantendo un reddito stabile. Queste nuove leggi, tuttavia, vogliono eliminare il ruolo regolatorio dello Stato e aprire la strada a trattative dirette tra produttori e attori del settore privato come i supermercati. Contrariamente a quanto vuole farci credere Modi, non "libera" i contadini dalla "tirannia ".»Intermediari, queste leggi sono il primo passo verso una progressiva liberalizzazione del settore agricolo il cui unico scopo è di consegnare l'intero settore nelle mani dei grandi gruppi agroalimentari e della concorrenza internazionale, come è già stato sperimentato. dal mondo agricolo in Francia.

Di fronte alla sordità del governo di Modi, i contadini che stanno attualmente bloccando le strade principali di Nuova Delhi, hanno avviato uno sciopero della fame dal 14 dicembre 2020. Le azioni coraggiose di questi contadini incitano varie parti della comunità. Anche la popolazione indiana a manifestare. Che si tratti di studenti, lavoratori dell'industria, ferrovieri o impiegati di banca, tutti hanno capito che "Nessun contadino significa niente cibo" * e rispondono in massa a la richiesta di uno sciopero generale. Il 26 novembre c'erano già 250 milioni di scioperanti nelle strade, rendendo questo movimento il più grande movimento di sciopero simultaneo nella storia umana. Eppure, la stampa lo copre a malapena.

In tutto il mondo, sia in Asia, Africa, America Latina o Europa, i contadini sono vittime di un sistema economico che predica lo sfruttamento e l'oppressione come virtù "liberatrici" e "gratificante" ... Non per tutti.

Questo movimento in India dimostra ancora una volta che siamo noi, contadini, ferrovieri, infermieri, insegnanti, disoccupati, ecc., Cioè le persone, ad avere il vero affare. potere. I governi ei capitalisti possono avere le armi, i soldi e il potere, ma noi abbiamo i campi e i trattori, i semi ei cavalli, e senza di loro le élite crollano.

Noi, semplici sostenitori della liberazione umana in tutte le parti del mondo, dichiariamo quindi la nostra completa solidarietà ai compagni indiani nelle strade di Delhi, Andhra Pradesh, Chennai, Punjab e in tutto il mondo. .

Unione comunista libertaria

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?250-millions-de-grevistes-en-Inde-pas-de-paysan-nes-pas-de-nourriture
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it