A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) usi-cit: Presidio di protesta ma nella chiarezza

Date Mon, 28 Dec 2020 09:37:51 +0200


Come è stato ampiamente denunciato dall'USI Sanità interna allo Istituto della Sacra Famiglia, l'azione arbitraria e autoritaria della Direzione Aziendale dall'inizio dell'anno 2020 costringeva i dipendenti con il contratto Aris a passare sotto il contratto Uneba, anch'esso presente in azienda, notevolmente peggiorativo: più ore di lavoro, salario minore, riduzione d'incentivi e indennità per turnisti. La risposta delle lavoratrici e dei lavoratori nella assemblea generale è stata compatta e chiara nel respingere il contratto soppresso, iniziando una fase di mobilitazione attraverso cortei interni, presidi all'esterno e promuovendo una giornata di sciopero riuscita, con manifestazione sotto il palazzo della curia milanese, quale maggior azionista. Poi è arrivato il covid con la sospensione, per legge, di ogni forma di sciopero e di mobilitazione.

E' iniziata una trattativa tra azienda e sindacati confederali che ha portato ad un accordo sottoscritto da Cgil, Cisl, Uil e AdL (Varese) e successivamente dalla RSU che, pur riducendo il danno, ne accettava il peggioramento delle condizioni per gli ex Aris e con l'approvazione di un CIA (Contratto Interno Aziendale) peggiorativo anche per quelli con già contratto Uneba. Per gli ex Aris si stabiliva una tantum di 1000 euro, come risarcimento per il rinnovo del contratto Aris che dopo 14 anni ne aumentava lo stipendio, in cui l'azienda si era impegnata a versare nella busta di novembre. L'impegno non è stato mantenuto con il pretesto che l'azienda non era stata in grado di fare i conteggi. Da qui è stata promossa una protesta generale da parte di tutti i sindacati e dalla RSU, indicendo un Presidio nella giornata del 15 dicembre.

L'USI vi ha aderito e partecipato, diffondendo un comunicato con cui ha voluto fare chiarezza e che riproduciamo qui di seguito.

Cosa accadrà prossimamente staremo a vedere con la nostra presenza attiva

Nel frattempo la causa unitaria promossa da USI Sanità e Cobas Sanità, sottoscritta da circa 60 dipendenti, contro il passaggio forzato dal contratto Aris a quello Uneba e la causa del Cobas Sanità per l'esclusione dalla trattativa del contratto interno, mentre una sentenza precedente ne attribuiva il diritto di rappresentanza, da parte dei giudici si sta spingendo la Direzione Aziendale a riconvocare i sindacati per rivedere gli accordi sottoscritti e trovare una nuova intesa.

Enrico

https://usi-cit.org/presidio-di-protesta-ma-nella-chiarezza/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it