A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) federacion anarquista uruguaya: LETTERA DI OPINIONE - Dicembre 2020 - NO a LUC DI FAU (ca, de, en, pt) [traduzione automatica]

Date Sun, 27 Dec 2020 08:32:06 +0200


DI OPINIONE FAU PRIMA DELLA CAMPAGNA CONTRO LA LEGGE DI CONSIDERAZIONE URGENTE ---- Dopo un arduo processo di dibattito, il gruppo di organizzazioni sociali riunite nell'Intersocial ha deciso di condurre una campagna di raccolta firme per portare a un referendum e per poter abrogare parzialmente la legge di Considerazione Urgente composta da 476 articoli ma in via di abrogazione solo 135. ---- Il processo di dibattito che finisce per lodare il cosiddetto "tavolino" dell'Intersocial, vista la mancanza di consenso di tutti i gruppi che lo compongono, è stato percorso fin dall'inizio al fine di sostenere gli interessi della FA al fine di contestare le prossime elezioni nazionali.
Da quando è iniziata la discussione sulla campagna per la raccolta delle firme, la discussione sull'abrogazione totale o parziale della legge è stata sul tavolo. I settori riformisti all'interno del campo popolare, specialmente all'interno del PITCNT, hanno optato per una parziale abrogazione. Con l'argomento di aggiungere alla campagna la militanza del Frente Amplio difendono l'abrogazione parziale, poiché la FA ha votato più di 200 articoli che compongono la legge. Pertanto, per questi settori è più rilevante "prendersi cura" della FA e delle sue possibilità elettorali nel 2024 che confrontarsi con l'intero edificio del LUC, che è un vero pugno nell'occhio. Questa legge è il progetto di governo della "coalizione multicolore" e ha ricevuto un sostegno significativo dalla "opposizione".
Ma il peggio di tutto questo processo è stato che diverse organizzazioni sociali di dimensioni e storia come FUCVAM e FEUU avevano deciso di andare per l'abrogazione totale della legge. Inoltre, FUCVAM in una dichiarazione pubblica ha sostenuto che era inammissibile che la decisione che l'Intersocial doveva prendere fosse soggetta alla FA. E se ci fosse un'operazione della FA e dei suoi settori politici in modo che le più grandi organizzazioni sociali che compongono il "tavolino" cambiassero posizione e decidessero di andare per l'abrogazione parziale! A risolvere il problema il tanto chiacchierato "tavolino" per mancanza di consenso nell'Intersocial e al di fuori di esso, invitando altre organizzazioni sociali ad aderire per l'abrogazione di 135 articoli. In definitiva, l'unico consenso che è stato richiesto è stato con la FA.
In precedenza, nel PITCNT interno, la campagna per l'abrogazione totale o parziale del LUC veniva votata in tre occasioni, cioè in tre Tavoli di Rappresentanza Nazionale Espansa. Nei tre voti, la correlazione di forze è stata favorevole al riformismo ea coloro che hanno come prassi politica di collocare il movimento sindacale come cambusa della FA. È che non vogliono rompere "il blocco sociale e politico dei cambiamenti", ma l'Intersocial è stato abbastanza teso; questo non era un problema. È stato anche pubblico che alcuni sindacati e plenarie dell'interno hanno votato contro quelli decisi da diversi organi propri, aggiungendo voti per l'abrogazione parziale.
Infatti, poi FUCVAM e FEUU cambiano la loro posizione, così fa la Femminista Intersocial e tutte queste organizzazioni subordinano la campagna all'adesione della FA. Finora la FA non ha parlato molto della questione, ha solo indicato che non si farà carico di portarla avanti.
Tutto questo dibattito che ha richiesto mesi, e per il quale si è perso tempo nella raccolta delle firme, è stato quello di aderire alla FA, che non dovrebbe essere una priorità o una preoccupazione del movimento popolare che deve prendere le proprie decisioni e azioni. senza tutele o calcoli politici e senza incidenza di interessi elettorali in campo popolare. Campo popolare e FA non sono la stessa cosa e la FA non è il rappresentante politico del campo popolare. Per non intrecciare i ponti.
È in gioco l'indipendenza di classe, né più né meno. Il movimento popolare ha subordinato una decisione di vitale importanza agli interessi della FA e per non denunciare di aver votato quasi la metà della legge, e quindi di aver partecipato alla sua elaborazione, essendo il LUC un progetto di destra, come già segnaliamo. Il movimento popolare paga un prezzo molto alto dopo 15 anni di governi progressisti e dopo avergli sottoposto la sua politica. L'impatto di questo processo sul movimento popolare è noto e negativo. Sottrae forze dalle organizzazioni sociali e le lega ai meccanismi del sistema capitalista.
Il LUC è disastroso ovunque lo guardi. Il meccanismo della "considerazione urgente" consente poche discussioni in tempi limitati, ma inoltre sono stati inclusi diversi aspetti non urgenti. Il progetto originale presentato dal Partito Nazionale era un progetto approssimativo, ma con una strategia molto intelligente, poiché permetteva di apportare tutte le possibili modifiche e aggiunte, cioè avevano un ampio margine di movimento, negoziare e «mettere tutti dentro». E così hanno fatto, e la FA è entrata in quella dinamica di truccarsi Frankestein. Solo non hanno modificato il capitolo 1, cioè ciò che chiamano pomposamente "sicurezza dei cittadini", cioè repressione. Non c'era negoziazione lì. Quella "gamba" del progetto è rimasta intatta.
In questo senso, globalmente il contenuto del LUC è disastroso perché esprime il progresso dell'adeguamento e della repressione su scala dell'intera società e deve essere affrontato in modo decisivo. Oltre all'aumento repressivo e all'empowerment per lo sviluppo di una politica generale in tal senso, che conferisce status giuridico all'arbitrio della polizia, troviamo la regola fiscale e le modifiche all'intera questione abitativa a beneficio di grandi capitali speculativi, le modifiche alla già disastrosa FA Education Law che peggiora le cose, ecc.
* Ecco perché la posizione degli anarchici della FAU è stata quella di andare contro l'intero LUC e quella proposta è quella che abbiamo promosso nei nostri luoghi di inserimento come militanti e quella che abbiamo messo sul tavolo in ogni dibattito. Abbiamo partecipato a innumerevoli occasioni di plebisciti, referendum e campagne per raccogliere firme promosse da organizzazioni sociali per questioni sentite, caso Diritti umani, in difesa dell'acqua, Antel, Ancap, ecc. Ma non deifichiamo nemmeno il meccanismo referendario, capiamo che la cosa fondamentale è che la gente combatte per strada, cioè la garanzia dei cambiamenti e dei progressi che la gente ottiene. In tal senso, accompagneremo i processi che il popolo uruguaiano sviluppa nella lotta contro questa legge nelle sue diverse modalità,
Infine, denunciamo con enfasi la riduzione delle libertà pubbliche recentemente votata, dove sta iniziando a percorrere una strada purtroppo già nota al nostro popolo, dove i diritti sociali vengono attaccati a beneficio dell'ordine e di chi domina. Questi sono tempi di lotta. *

CONTRO LUC E AVANZAMENTO REPRESSIVO, RESISTENZA!
SU QUELLI CHE COMBATTONO!
FEDERAZIONE ANARCHICA DELL'URUGUAYA

https://federacionanarquistauruguaya.uy/carta-opinion-dic-2020-no-a-la-luc/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it