A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire AL #307 - L'antifascismo, Montpellier: gli abusi dell'estrema destra beneficiano del laissez-faire della prefettura (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 13 Aug 2020 09:32:19 +0300


Dall'inizio del declino, le azioni di vari gruppi di estrema destra si sono moltiplicate in tutto il paese. A Montpellier in particolare, i faf hanno sentito improvvisamente crescere le ali. Lungi dall'essere solo un'ondata eruttiva dopo poche settimane di reclusione, questi atti sono soprattutto la conseguenza della clemenza del potere in atto. ---- In macronia sembra generalizzare una linea politica: aspra repressione dei movimenti sociali e compiacenza con l'estrema destra. Il governo vuole vietare definitivamente le manifestazioni, tenendo d'occhio i sindacati di polizia di estrema destra e radicalizzati: l'appello del presidente a Éric Zemmour, pieno sostegno alla polizia e pietoso marcia indietro sulla chiave dello strangolamento, chiedere l'espulsione degli " stranieri delinquenti " a Digione, ecc .;

Due pesi, due misure
A Montpellier, la gestione del deconfinement da parte della Prefettura ha seguito questi principi guida. Sabato 16 e domenica 17 maggio si sarebbero svolte due manifestazioni (entrambe bandite in nome dello stato di emergenza sanitaria). Il primo, il 16 maggio al richiamo dei Gilet Gialli, ha subito un'intensa repressione: controlli sistematici, pestaggi, arresti. Alla fine il bilancio è di quasi trenta verbalizzazioni o arresti oltre a diversi feriti, tutto questo per voler dimostrare [1]La seconda manifestazione indetta da vari gruppi di estrema destra (Ligue du Midi, Action Française, ecc.) Ha ricevuto un trattamento molto più benevolo. La prefettura permette che un tributo (scorciatoia) a Giovanna d'Arco abbia luogo da attivisti di estrema destra senza alcuna repressione, mentre il raduno è stato vietato.

Incoraggiati da questo assegno in bianco prefettizio, i giovani fascisti hanno poi intrapreso una serie di attacchi e abusi ... Questo inizia con l'aggressione seguita dal furto del telefono di un giornalista dell'AFP che stava prendendo foto intorno al raduno [2]. Gli attivisti di estrema destra continuano la loro serie di aggressioni alla dispersione: incontrano un giornalista indipendente del quotidiano Le Poing (che è un quotidiano a sostegno delle lotte e non un settimanale di destra), lo aggrediscono e lo picchiano così molto coraggioso quindici a uno. Infine, il gruppo di piccoli scioperi fascisti passa davanti alla locale associazione " Le Barricade " e sfonda la porta a vetri prima di proseguire per la propria strada [3].

Contro i faf, lo stato non è la soluzione
Da questa serie di attacchi è possibile trarre due lezioni. La prima cosa da ricordare è che l'estrema destra e la sua coorte di attacchi stanno tornando alla ribalta non solo a Montpellier, ma più ampiamente in Francia e in Europa dopo la reclusione, ed è solo attraverso un antifascismo determinato e popolare che sarà arrestata. Il movimento sociale di Montpellier non si lascerà intimidire da pochi piccoli fascisti che credono di essere negli anni 30. La seconda lezione è che sono la complicità e la tolleranza della polizia che incoraggiano questi piccoli miliziani, che si sentono crescere le ali. Denunciamo queste affinità e complicità !

Matt (UCL Montpellier)

convalidare

[1] Leggi anche: " Gilet gialli: 25 verbalizzazioni e 7 arresti a Montpellier, tensioni a Tolosa ", su Midilibre.fr .

[2] Leggi anche: " Minacce e intimidazioni contro il giornalista Ysis Percq da parte degli attivisti della Ligue du Midi " su Snj.fr

[3] Leggi anche: " Montpellier: Rottura della vetrina dell'associazione locale Le Barricade, assalto ai giornalisti, estrema destra che costeggia sotto l'occhio vigile della polizia " su Lahorde.samizdat.net

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Montpellier-Les-exactions-de-l-extreme-droite-beneficient-du-laisser-faire-de
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it