A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL - Tratto UCL, Uniti contro l'epidemia di licenziamento (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Tue, 14 Jul 2020 08:43:36 +0300


Dalla fine del contenimento, gli annunci di licenziamenti e la chiusura dei siti produttivi hanno piovuto. Nell'industria automobilistica, nell'aeronautica, nel turismo, nella stampa, nelle telecomunicazioni o persino nella ristorazione, è salvavita per i profitti e gli impiegati nella spazzatura ! Tuttavia, i profitti accumulati negli ultimi anni dovrebbero ampiamente aiutare ad alleviare le difficoltà finanziarie legate alla crisi sanitaria. Solo le nostre lotte le faranno tornare indietro. ---- Renault, Ryanair, Airbus, Altice, Castorama, Nokia, ... molti grandi gruppi stanno annunciando licenziamenti per i prossimi mesi. Ma questo senza contare le migliaia di piccole scatole che faranno lo stesso senza riflettori, le migliaia di CDD non rinnovate, le migliaia di lavoratori temporanei senza mezzi termini. Di conseguenza, milioni di lavoratori aggiuntivi sono a rischio di diventare disoccupati, anche se le condizioni per ricevere questa indennità sono state recentemente rafforzate.

Un ricatto insopportabile
Mentre la Renault ha annunciato a metà maggio la chiusura di 4 fabbriche, per passare la pillola a fine maggio per chiudere definitivamente una fabbrica, Ryanair ha approfittato della crisi per ricattare. I capi dicono ai dipendenti: salari più bassi o licenziamenti, dipende da te ! Questa scelta imperfetta mira naturalmente a far sì che le persone accettino drastiche riduzioni salariali, mentre i licenziamenti verranno senza dubbio più tardi.

Ma tutti dicono la stessa cosa: non ci sono più soldi nelle casse, la crisi sanitaria li avrebbe impoveriti ! Tuttavia, negli ultimi decenni sono stati accumulati profitti, ma i miliardari stanno facendo bene ...

Consumare di più per supportare le aziende ?
La soluzione del governo è tutta trovata ! I risparmi accumulati durante il parto devono essere utilizzati per sostenere le imprese. Nota già che molte persone non sono state in grado di accumulare risparmi, al contrario, la povertà è esplosa ! Disoccupazione parziale, mancato rinnovo dei contratti, cessazione del chiaro di luna ... il governo finge di dimenticare tutte queste situazioni e " non si preoccupa dell'emergenza ecologica ".

E per coloro che sono stati in grado di risparmiare un po 'di denaro, sta davvero a loro aiutare le aziende a prevenire i licenziamenti ? Ci sono soldi in questo paese, alcuni hanno persino le tasche piene ! Qui è dove dovremmo andare a prenderlo, non le poche centinaia di euro tenuti qui o là per affrontare i duri colpi.

Scarica il volantino in PDF
Un'ampia battaglia contro licenziamenti e precarietà
Per fermare questa ondata di licenziamenti, deve esserci un ampio movimento, radicato nelle scatole interessate, guidato da lavoratori. Il coordinamento di queste aziende in difficoltà sarà essenziale per porre fine ai datori di lavoro. E questo movimento deve includere la questione dei lavoratori precari: aumento dell'indennità di disoccupazione, sistematizzazione dei contratti a tempo indeterminato. Con una parola d'ordine centrale: sono i dipendenti che devono decidere.

Unione comunista libertaria, 8 luglio 2020

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Unissons-nous-contre-l-epidemie-de-licenciements
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it