A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL - Comunicato stampa: Astenersi dalle elezioni comunali: i funzionari eletti rappresentano solo se stessi (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Tue, 7 Jul 2020 07:42:48 +0300


Le autorità municipali hanno nuovamente dimostrato l'impasse dell'elettoralismo. Quasi il 60 % degli elettori non si è presentato alle urne, un record sotto la Quinta Repubblica. Ciò non impedisce ai funzionari eletti di continuare a dichiararsi legittimi. Se siamo lieti di vedere certe città, roccaforti del diritto conservatore e reazionario, passare all'alternanza, abbiamo piccole illusioni sulle politiche che verranno attuate lì. L'ecologia cosmetica e di sconto annunciata dai vari programmi è di gran lunga troppo al di sotto delle modifiche necessarie per far fronte al prossimo disastro. E la mascherata che rappresentano queste elezioni non sarà in grado di resistere a lungo alla crisi economica che è appena iniziata.
Non possiamo prendere più di questo sistema elettorale
Una delle lezioni da trarre da queste elezioni è l'esaurimento della democrazia rappresentativa. Nessuna elezione avviene senza battere un nuovo record di astensione. Se il risultato del primo turno delle elezioni municipali potesse essere spiegato in parte dal legittimo timore di un'accelerazione della pandemia di SARS-COV2, la posizione del governo non era sufficiente a rassicurare gli elettori per il secondo Torre.

La pandemia non è chiaramente l'unico colpevole di questa mancanza di interesse per un sistema che consiste solo nel espropriare le persone della loro capacità di decidere da sole e per se stesse. La classe dirigente ci mostra la loro drammatica ignoranza e insopportabile corruzione e provoca il disgusto di almeno il 60 % degli elettori. Il messaggio è chiaro: le aspirazioni di lunga data della democrazia diretta e della giustizia sociale portate alla ribalta dal movimento dei gilet gialli e più recentemente dal movimento contro la violenza della polizia e il razzismo di stato non sono e non saranno assolutamente non soddisfatto dal sistema elettorale. Le conquiste sociali si ottengono attraverso la lotta e non attraverso le urne.

Il capitalismo verde rimane capitalismo
La pseudo-vittoria dell'Europa Écologie Les Verts e del Partito socialista a livello comunale non dipenderà dalle catastrofi ecologiche e sociali che ci attendono. L'esperienza di Grenoble, vinta da EELV nel 2014, non è molto incoraggiante per le classi lavoratrici. La politica della città si è concentrata principalmente sulle classi medie benestanti e sulla borghesia, lasciando i più oppressi. I tagli al bilancio sono continuati e, nonostante alcune misure cosmetiche per soddisfare i residenti del centro città, nessuna misura concreta è davvero venuta in aiuto di coloro che ne hanno più bisogno.

Senza un cambiamento radicale del sistema, in cui le persone interessate sono direttamente coinvolte nel processo decisionale, la pianificazione del capitalismo per renderlo eco-compatibile sarà sul retro delle "prime epoche della fatica" e servirà solo a quelli e quelli che ne stanno già approfittando.

Cambiamo la società non i suoi leader
Affinché le questioni ecologiche e sociali siano veramente prese in considerazione, specialmente in questo periodo di grande instabilità, il primo e il primo interessati devono essere in grado di decidere.

L'organizzazione di assemblee decisionali popolari su scala di un distretto o di un comune consentirebbe di coinvolgere direttamente gli abitanti nella loro vita quotidiana. Su una scala più ampia, intercomunale o cittadina, le decisioni prese da queste assemblee potrebbero essere discusse dai consigli delle persone da loro incaricate. Questi mandati avrebbero solo il ruolo di trasmettere queste decisioni.

A livello di una regione o di un dipartimento, potrebbe essere messo in atto un coordinamento per garantire i mezzi di sussistenza necessari per tutti gli abitanti: abbastanza per trovare un alloggio richiedendo un alloggio vuoto, abbastanza per nutrirsi producendo solo ciò che è necessario, ecc.

E a livello di un paese, una federazione di regioni autonome potrebbe garantire questi mezzi di sussistenza condividendo e trasportando la ricchezza prodotta da un'estremità del territorio all'altra verso coloro che ne hanno bisogno.

Su ciascuna di queste scale, le persone responsabili di prendere decisioni avrebbero un mandato revocabile in qualsiasi momento dalle assemblee popolari che le impongono, impedendo tentativi di corruzione o di presa di potere.

Questo è ciò che offre il comunismo libertario, un progetto rivoluzionario in cui coloro che prendono le decisioni sono direttamente interessati a loro e in cui ognuno verrà coinvolto secondo i propri mezzi e riceverà la propria parte secondo i propri bisogni.

Contro l'elettoralismo e i leader che servono solo se stessi, la rivoluzione sociale e libertaria

Unione comunista libertaria, 4 luglio 2020

https://unioncommunistelibertaire.org/?Abstention-aux-municipales-les-elu-es-ne-representent-qu-elleux-memes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it