A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL Comunicato stampa: In Francia, come negli Stati Uniti: lottiamo contro la violenza della polizia e il razzismo di stato (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 13 Jun 2020 09:41:20 +0300


L'assassinio di Georges Floyd da parte di un ufficiale di polizia ha provocato una grande rivolta negli Stati Uniti contro il razzismo, un razzismo profondamente radicato nella polizia americana. In Francia, le lotte contro l'impunità della polizia in materia di violenza razzista sono state condotte per molti anni da parenti e famiglie delle vittime. Per l'UCL, ora è il momento di costruire l'unità popolare contro il razzismo. ---- L'assassinio di Georges Floyd da parte di un ufficiale di polizia ha provocato una grande rivolta negli Stati Uniti contro il razzismo, un razzismo profondamente radicato nella polizia americana. Un razzismo di cui i neri sono le principali vittime, ma che colpisce anche altre minoranze (ispaniche, asiatiche, musulmane o considerate tali ...). Un razzismo che ha le sue radici in una lunga storia di violenza, che forma un sistema, una schiavitù e un suprematismo bianco.

Mentre Trump di arrivo al potere ha ulteriormente liberato discorso razzista e atti, e ha agito come un " via libera " per l'aumento della violenza razzista, v'è un continuum di violenza della polizia razzista che lui è precedente, nel contesto di una cultura dell'impunità della polizia.

Questa rivolta ha una grande eco internazionale, perché risuona con le esperienze di molte vittime del razzismo e della violenza della polizia in tutto il mondo.

In Francia, le lotte contro l'impunità della polizia in materia di violenza razzista sono state condotte per molti anni da parenti e famiglie delle vittime. Di fronte alla cultura dell'impunità della polizia, che si basa sulla parzialità del sistema giudiziario - ci sono molte classificazioni senza esito negativo, licenziamenti, assoluzioni o, almeno, condanne sospese per gli agenti di polizia implicati - di fronte all'indifferenza o all'ostilità dei media che accetta con compiacimento le versioni della polizia, di fronte all'indifferenza o all'ostilità della maggioranza delle correnti politiche, delle famiglie, dei loro parenti, guidano una lotta coraggiosa.

Mentre la situazione negli Stati Uniti viene messa in luce, c'è una grande tentazione per giornalisti e politici di opporsi a un'istituzione di polizia francese che è presumibilmente " virtuosa " o in cui gli ufficiali di polizia razzisti sono solo " piccoli " minoranza "e l'istituzione di polizia americana, colpita dal razzismo.

In realtà, in Francia come negli Stati Uniti, il razzismo di polizia rende il sistema: è un razzismo di stato ereditato da una storia coloniale, che si basa su una pratica della violenza della polizia che colpisce le classi lavoratrici nel loro insieme, ma che colpisce anche principalmente i neri, i rom, gli arabi, i musulmani o considerati tali. È per questo motivo che la lotta contro il sistema razzista non è semplicemente una questione di buona coscienza umanitaria, ma un prerequisito necessario per l'unità di fronte alle classi dirigenti. Ogni volta che il sistema razzista fa marcia indietro, è il potere popolare che avanza !

Il 2 giugno, l'UCL ha richiesto la manifestazione storica organizzata dal comitato Adama
La pratica della violenza poliziesca è coperta dalla magistratura, dai media sotto gli ordini del potere e dalla classe politica. La recente fattura di E. Ciotti che mira a vietare le riprese della polizia è una delle illustrazioni, con l'obiettivo di impedire qualsiasi raccolta di prove della violenza, nonché reazioni alle parole di Camelia Jordana o all'impunità della polizia fascista di Rouen, ancora in carica, sebbene i loro commenti negrophobic, razzisti, antisemiti e misogini siano stati esposti da un ufficiale di polizia nero che era una delle vittime.

Il successo della dignità della marcia del 30 maggio e la manifestazione del 2 giugno (su invito della famiglia di Adama Traoré e del suo comitato di supporto) che ha riunito decine di migliaia di persone a Parigi e nel regione, segna il punto di partenza per un rilancio delle lotte popolari anti-razziste. Hanno già imposto una discussione sulla violenza della polizia nello spazio pubblico.

Lavoriamo, nei nostri sindacati, nelle nostre associazioni e collettivi, con i nostri colleghi e i nostri vicini, per rendere questo rinnovamento una realtà duratura accanto alle famiglie delle vittime, ai loro cari, a tutti coloro che sono soggetti alla violenza della polizia e al razzismo di stato e quindi creare le condizioni per l'unità popolare contro il razzismo !

Unione comunista libertaria, 9 giugno 2020

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?En-France-comme-aux-Etats-Unis-luttons-contre-les-violences-policieres-et-le
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it