A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL - Comunicato stampa - Giustizia: quando lo Stato sfrutta la crisi sanitaria per consolidare la sua politica di sicurezza (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 26 Mar 2020 09:11:28 +0200


Come in tutti i settori, l'epidemia ha preso il potere giudiziario. Gli standard sanitari nei tribunali, nelle stazioni di polizia e nei luoghi di privazione delle libertà (carceri, centri di detenzione amministrativa, ospedali psichiatrici) già deplorevoli da decenni, accentuano la diffusione e le conseguenze di questo virus. ---- controversie ---- La chiusura affrettata dei tribunali di lunedì 16 marzo 2020 ha sospeso tutte le controversie, ad eccezione di alcuni come quelli il cui mantenimento non soddisfa un requisito sanitario, ma solo a scopo di repressione. Pertanto, il contenzioso non è sospeso per le persone detenute provvisoriamente in attesa del processo (adulti e minori). ---- Allo stesso modo, per garantire il rispetto dei tempi di detenzione provvisoria, le apparenze continuano, anche durante il periodo di confino. Ciò potrebbe essere aggravato dal momento che la legge di emergenza prevede periodi di detenzione preventiva più lunghi. Invece di mettere le presunte persone innocenti sotto il controllo giudiziario, lo stato sceglie quindi di rinchiuderle più a lungo.

La legge dei migranti privi di documenti
Un altro aspetto del sistema giudiziario che continua a funzionare è quello del contenzioso riguardante la rimozione di migranti privi di documenti e la loro privazione della libertà. Se alcune prefetture della Francia hanno evacuato i centri di detenzione per evitare le epidemie, è stato principalmente sotto la pressione della polizia che ha rifiutato di lavorare in queste condizioni.

La detenzione amministrativa dovrebbe avere solo l'obiettivo di rimuoverlo dal territorio, cosa resa impossibile dalla chiusura dei confini. La detenzione, anche se è ancora richiesta dai giudici, è quindi completamente ingiustificata.

Anche in questo caso, le misure adottate nel contesto sanitario violano i diritti di queste persone in quanto le audizioni non sono più pubbliche e l'utilizzo di video-audizioni, anche le audizioni telefoniche (Corte d'appello di Montpellier) si sta diffondendo. Tuttavia, al fine di proteggere la popolazione, sarebbe sufficiente porre fine alla detenzione ...

L'impatto delle misure adottate sui luoghi di privazione della libertà
La "salute" misura il degrado delle condizioni di vita. Pertanto, in carcere, sono state sospese passeggiate e visite. Negli ospedali psichiatrici, le persone ricoverate in ospedale sotto vincoli se sono ancora più limitati nei loro movimenti pagano anche per la riduzione del numero del personale infermieristico che implica il ricorso a trattamenti più degradanti. Siamo preoccupati per le ripercussioni psicologiche e fisiche e vediamo solo una soluzione di salute: l'amnistia per le persone in stato di detenzione preventiva, al termine della loro pena o condannata a breve termine.

Le misure eccezionali adottate in materia giudiziaria sono molto più repressive delle misure sanitarie. Si tratta di scelte politiche, non sanitarie o persino giuridicamente giustificate. Svuotare i centri di detenzione, perdonare i prigionieri, cessare di attuare procedure che comportano la privazione della libertà, fornire ai tribunali, alle carceri e alle stazioni di polizia equipaggiamento medico di protezione sarebbero misure sanitarie essenziali per contenere l'epidemia.

Invece, il governo sceglie di continuare a riempire le prigioni affollate, distruggendo ulteriormente i diritti della difesa.

Union Communiste Libertaire, 23 marzo 2020

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Justice-quand-l-Etat-instrumentalise-la-crise-sanitaire-pour-asseoir-sa
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it