A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire AL #297 - Ritorno a scuola: cinque sfide lanciate da Macron (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Thu, 5 Sep 2019 09:30:58 +0300


L'atto II del governo assomiglia a due gocce d'acqua nell'atto I: autoritarismo, crisi sociale, produttività del volo nonostante la crisi ecologica. A luglio, i Red and Black Summer Meetings organizzati dall'UCL hanno chiarito alcuni degli argomenti che punteggeranno l'anno a venire. ---- L'inizio della stagione promette di essere impegnato con le mobilitazioni, con incontri del 3 settembre che indicano le responsabilità dello stato nei femminicidi. In questo giorno, Marlène Schiappa lancia una " Grenelle di violenza domestica " . Un nuovo colpo di com, dopo quello nel 2017 sulla parità di genere dichiarata " grande causa nazionale " . ---- Nel mese di luglio, 150 persone - tra cui il gruppo UCL Saint-Denis - hanno viaggiato al di fuori della polizia, che Leila, la 74 ° donna di morire per mano del suo sposo dall'inizio dell'anno, aveva cercato senza successo di protezione . Il 6 luglio a Parigi, 2000 persone hanno chiesto un'azione immediata. Da allora, diverse donne sono state assassinate, portando il numero di femminicidi a 85 per il 2019.

Sempre a settembre, diversi scioperi settoriali si susseguiranno. In salute l'11 - mentre lo sciopero in caso di emergenza è continuato per tutta l'estate [1] -, al RATP il 13, alle tasse il 16, poi il 19 al EDF. Allo stesso tempo, i giubbotti gialli, che non sono completamente scomparsi durante la pausa estiva, metteranno alla prova la loro capacità di rimbalzare. Oltre a questi appuntamenti, diversi argomenti si imporranno su di noi.

Clima: mostrato un disprezzo
A luglio, il Ministero della transizione ecologica è passato nelle mani di Elisabeth Borne, che trascina un curriculum particolarmente antieconomico. Sotto l'Olanda, poi sotto Macron, lavorò alla privatizzazione delle autostrade, a quella dell'ADP, alla rottura del settore ferroviario e alla promozione del trasporto aereo, un importante emettitore di gas a effetto serra [2]. La sua nomina è un insulto all'idea stessa di " transizione ecologica".

Una settimana internazionale di mobilitazione per il clima è annunciata tra il 20 e il 27 settembre. Venerdì 20, la gioventù chiama per la prima volta l'intera popolazione a uno sciopero globale. Alcuni sindacati supportano la mossa in Inghilterra, Germania, Stati Uniti o Francia. Più in genere, sabato 21 settembre si terranno marce climatiche, anche se per quel giorno sono previste anche azioni a favore dei combustibili fossili.

Spetta a noi sottolineare l'incompatibilità del sistema capitalista con la conservazione del pianeta, mentre a livello globale le emissioni di gas serra non diminuiscono e la biodiversità sta crollando.

Ritiri: lavorare più a lungo, guadagnare di meno
La battaglia pensionistica ha inizio. Il 18 luglio, l'alto commissario Delevoye ha svelato le sue raccomandazioni: fine di tutti i regimi speciali ; la sostituzione di quartieri contributivi con punti il cui valore, come determinato dal governo, non sarà noto fino al momento in cui si faranno valere i propri diritti ; introduzione di un'età di equilibrio all'età di 64 anni, in evoluzione in base all'aspettativa di vita e compreso uno sconto in caso di partenza precedente. In sintesi: sarà necessario lavorare in seguito per beneficiare di una pensione a tasso pieno e le pensioni cadranno con la fine della presa in considerazione degli anni migliori 10 (nel pubblico) o 25 (nel privato) nel calcolo del diritti.

Édouard Philippe riceverà i sindacati e le organizzazioni dei datori di lavoro il 5 e 6 settembre per " costruire il metodo e il calendario per la consultazione " in vista di una presentazione del progetto di legge alla fine dell'anno e probabilmente un dibattito parlamentare all'indomani delle elezioni comunali di marzo 2020. A parte le mobilitazioni, FO mostrerà da solo sabato 21 settembre e la CGT tre giorni dopo. In breve, resta da costruire una battaglia generale.

Disoccupazione: liquidare i diritti dei precari
Il dossier assicurativo sulla disoccupazione si mobilita poco. Eppure l'attacco è grave. Il governo farà 3,4 miliardi di risparmi sulle spalle dei disoccupati. Dal 1 ° novembre avrà lavorato sei mesi per un periodo di ventiquattro mesi per aprire i diritti alle prestazioni, invece di quattro mesi e ventotto oggi. Allo stesso modo, ci vorranno sei mesi di lavoro anziché uno per ricaricare i propri diritti.

Poiché il regime di bonus-malus minimalista per le aziende che abusano di contratti a breve termine non cambierà la precarietà del lavoro, i disoccupati pagheranno il prezzo. Secondo uno studio Unédic, oltre 1 milione di disoccupati avranno i loro diritti ridotti o eliminati [3]. Soprattutto che dal 1 ° aprile 2020, il calcolo delle indennità giornaliere cambierà anche, determinando minori le persone di reddito periodi di lavoro e la disoccupazione si alternano.

Le lotte dei disoccupati e dei precari potrebbero assumere una nuova dimensione quando saranno esclusi in massa dalle indennità di disoccupazione di novembre.

L'opposizione alla privatizzazione di Aéroports de Paris (ADP) - votata con quella dei Giochi francesi e con il trasferimento della quota dello Stato in Engie - occuperà lo spazio. Il termine per la raccolta di 4,7 milioni di firme per richiedere un referendum si protrarrà fino al 12 marzo 2020. Ricorda che la procedura del referendum di iniziativa condivisa (PIR) è progettata in modo tale che il referendum non abbia mai luogo [4].

Privatizzazioni: il caso Aéroports de Paris
Tuttavia, date le questioni ecologiche e sociali, questo problema polarizzerà i dibattiti politici almeno fino a livello comunale. L'opportunità di condurre un ampio dibattito sulla distruzione dei servizi pubblici - scuole chiuse, ferrovia aperta alla concorrenza, autostrade vendute ai monopoli - e sostenere la loro riappropriazione sociale, il loro riorientamento al servizio delle persone e la loro gestione diretta da parte delle lavoratrici e i lavoratori.

SNU: la presentazione della gioventù
Infine, dovremo mobilitarci contro l'assunzione di giovani che rappresentano il Servizio universale nazionale (SNU). Con questo dispositivo, il governo conferma il tropismo autoritario del mandato quinquennale di Emmanuel Macron, dopo la repressione delle manifestazioni e la sua disumana politica nei confronti dei migranti. A partire da quest'anno, 40.000 di 15 e 16 anni dovranno svolgere due volte alla settimana il servizio nazionale, dove l'attenzione si mescolerà con Marsigliese, iniziazione alla difesa e altre gioie patriottiche e militaristiche. Entro il 2021, 800.000 giovani saranno interessati da questa società di gestione e presentazione.

Con un collettivo unitario di associazioni e organizzazioni sindacali e politiche, l'UCL chiede l'abbandono della SNU il cui costo è stimato a 1,5 miliardi di euro all'anno. Una vera campagna sta arrivando nei prossimi mesi.

Stéphane (UCL Montpellier)

[1] " Colpo di emergenza: il ritorno del coordinamento dell'attaccante ? ", Alternativa libertaria , luglio-agosto 2019.

[2] " Élisabeth Borne, a lei per farti preferire l'aereo ", Libération , 17 luglio 2019.

[3] Les Échos , 4 luglio 2019.

[4] " ADP: perché rifiutare la grande distribuzione macroniana ", Alternativa libertaria , luglio-agosto 2019.

http://www.alternativelibertaire.org/?Rentree-sociale-Cinq-defis-lances-par-Macron
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it