A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) anarkismo.net: Fernández x 2: la "formula" per smobilitare da Anarchist Federation of Rosario - FAR (ca, en) [traduzione automatica]

Date Thu, 30 May 2019 07:19:47 +0300


Opinione di opinione sulla congiuntura. Maggio 2019 ---- Potremmo spendere inchiostro e usare diversi paragrafi per descrivere ciò che rappresenta la figura di Alberto Fernández, sia per le sue origini (Menem, Cavallo, Duhalde) che per i suoi collegamenti (Papel Prensa, Clarín, Repsol, Ambasciata americana). Tuttavia, la nostra linea di analisi tenta di attraversare un'altra corsia che non è quella del reclamo o del volo intellettuale. Per questo dobbiamo ricorrere ai numeri schiaccianti versati nell'ultimo numero della nostra stampa: 260 mila licenziamenti nell'ultimo anno, record di disoccupazione e povertà e una perdita di oltre 15 punti di stipendio rispetto all'inflazione. Dopo 3 anni e mezzo di brutale adattamento, l'inizio di un anno difficile per le persone dal basso ha generato pressione nelle strade, attraverso successive misure settoriali e unitarie,

Altre volte nella storia, le crisi sociali e l'instabilità economica - e in alcuni casi politiche - hanno causato una rapida uscita dal governo del giorno, come accaduto nell'89 e nel 2001, nel quadro di esplosioni sociali con caratteristiche particolari in ogni momento. Ma in questo contesto di caduta libera dell'immagine del governo, di grandi domande ai dirigenti sindacali e dove iniziano a proiettare mesi di lotte per strada, appare la "mossa politica del secolo" per decomprimere.

Come abbiamo detto nel nostro ultimo giornale, il governo è supportato solo dal Fondo monetario internazionale e dagli Stati Uniti, che garantiscono solo una certa stabilità politica. L'annuncio a sorpresa del CFK di ungere Alberto Fernández come capo della sua formula presidenziale, ha immediatamente superato l'indice di inflazione di aprile - oltre ai numeri citati sopra - e l'impatto che il precedente sciopero di 29 anni potrebbe avere. tutti i media stanno cercando di svelare il movimento di chip "intelligente" del leader.

La prima lettura che facciamo è riadattare il peronismo. Come è accaduto in passato, in un momento in cui il paese era immerso in una grave situazione sociale, come nel 2003 (dopo la pausa dopo menemista) o 87 (dopo la perdita di egemonia di Buenos Aires peronismo erede sconfitta Luder), il justicialismo doveva essere ristrutturato per essere un governo alternativo senza perdere la vocazione conciliatoria.

Oggi, i vari settori del PJ-compreso il kirchnerismo- stanno cercando modi per incanalare il malcontento popolare nei percorsi classici e ristretti che coinvolgono la comodità offerta istituzionale. Ricordiamo che nel corso dei 12 anni di kirchnerismo, più alcune affermazioni di cuore sono stati raggiunti dai settori popolari, da sopra è stato tentato con qualche successo frammentazione, cooptare e istituzionalizzando diverse espressioni del movimento popolare, ottenendo smobilitare e sciogliere le basi (che Anche il peronismo di altre epoche è stato in grado di portare avanti in maniera massiccia). Quest'ultimo anche ha lasciato la porta aperta oggi per l'inserimento di movimenti reazionari e conservatori di evangelizzazione, i cui effetti possono essere anticipato guardando il Brasile.

Ma anche in quei 12 anni il progetto K non aveva in programma nemmeno di modificare la matrice economica, politica e sociale del paese. Le ultime dichiarazioni di Cristina che presentano il libro, lo ribadiscono, quando afferma il policlasismo e la società di mercato. Pertanto, questo tentativo di confrontarsi con Macri, cerca allo stesso tempo di disarticolare l'impegno per la ribellione delle persone, la capacità organizzativa della stessa, e screditare la fiducia nelle proprie forze. La figura di Alberto Fernández non significa altro che trasmettere tranquillità ai mercati, serietà al FMI e altre organizzazioni creditizie, e fornire sicurezza al capitale estrattivo, al potere finanziario e ai gruppi concentrati in Argentina. Una sintesi di ciò è stata espressa da uno degli economisti di Alberto Fernández, Cecilia Todesca,

In questo senso ci sono tre elementi interconnessi che spiccano e che ci interessano e sono interessati all'analisi. Da un lato, assistiamo a un paradigma di non partecipazione. Dall'altro, la predominanza del possibilismo nei settori del vasto campo della militanza. Infine, la mancanza di un programma di classe con l'offuscamento delle funzioni dei sindacati.

In linea di principio l'annuncio, che indubbiamente ha generato la simpatia e la speranza nelle aree militanti del campo popolare, e in settori colpiti dalla impostazione Macri selvaggia, non è venuto da un processo di deliberazione di militanza riuniti in una conferenza, o anche un Comitato esecutivo esecutivo, ma di un incontro di due persone illuminate, nella cui formula è di nuovo depositato l'aspettativa. Questo mostra chiaramente come la partecipazione della militanza più attiva, per non parlare di coloro che non sono organici, sia stata semplicemente spettatrice. Una sfilata di applausi, commenti su Facebook, personaggi famosi che rilasciano interviste, che celebrano la decisione del "capo".

Questo ci porta al secondo punto, nella costruzione discorsiva l'orizzonte dei cambiamenti o delle trasformazioni intese nelle piattaforme politiche è sempre più limitato, qualcosa che ha effetti immediati nella pratica. È in questo senso che Bakunin si è espresso quando ha detto "Sta sognando l'impossibile che l'uomo abbia sempre fatto ciò che è possibile. Coloro che sono stati soddisfatti di ciò che sembrava possibile non hanno mai avanzato un singolo passo. " Un processo di istituzionalizzazione a medio termine che ha avuto un impatto sul rendere sempre più settori, a cui si fa riferimento in senso lato, all'interno della sinistra è entrato in una deriva pericolosamente riformista, costruendo un programma che non ha come soggetto i lavoratori ma il partito operativo nello stato, relegando i settori oppressi al ruolo miserabile degli elettori. In questo senso è comprensibile che l'atteggiamento elettorale dei settori popolari sia pragmatico. I mezzi non sono costruiti in modo che la classe esprima il suo programma e partecipi a un processo di emancipazione, ma è interpellato con il marketing e la retorica, nelle forme discorsive del nemico.

In questo girovagare non sono soli quelli che puntano a costruire dal Kirchnerismo trasformazioni più profonde, ma comprende gran parte della sinistra classica come la FIT e settori precedentemente autonomi (Patria Grande e Ciudad Futura tra gli altri). In seguito le critiche di Altamira sono arrivate - da una stupefacente esteriorità - quando abbiamo visto la prioritizzazione della disputa elettorale sulla militanza di base (in vista della costruzione di soggetti rivoluzionari). L'elettoralismo non ha solo mostrato i suoi limiti, anche all'interno del gioco elettorale stesso, ma in momenti come questi trova parte della sinistra a un bivio. Senza strumenti di vera critica, al di là delle chicane o delle denunce dei file candidati, i settori oppressi smettono di fare riferimento alle loro proposte, dal momento che non trova grandi differenze. E tra le possibili proposte, ci si aspetta che le persone vadano per il più possibile - il più riformista -.

Ma questo mette a nudo un problema ancora più serio ed è la mancanza di un programma di classe. I programmi governativi dei partiti abbondano, tuttavia vediamo che il sindacato e le organizzazioni sociali mancano del loro programma di classe. Questo attraversa gran parte del campo della classe oppressa, che manca di un programma in cui fare riferimento, finisce per cadere in proposte a breve termine, afflitto da clientelismo e burocrazia.

In questo senso, la nostra attuale deve formulare il corrispondente autocritica, non avendo finora massicciamente catturare un'espressione organizzata indipendentemente dalla classe e un programma di trasformazione sociale sostenuto da tutta la classe oppressa che unisce la democrazia diretta, solidarietà e azione diretta come principi. Pertanto, la situazione ci impone di essere ancora una volta all'altezza delle circostanze, non solo l'analisi, ma anche riaffermare il nostro impegno come militanti anarchici, per affrontare non solo la disastrosa situazione in cui ci troviamo, ma i problemi e pericoli sviluppati qui.

Al di là di speranza generata da questa formula in una parte della militanza e in alcuni settori popolari che anelano a una società egualitaria senza dubbio -whom abbiamo interpelar-, e al di là della posizione elettorale per prendere, l'operazione ha organizzato l'anarchismo avanti consisterà nel continuare a scommettere sulla costruzione di una città forte. Per questo è vitale continuare ad approfondire la lotta e l'organizzazione dal basso, dai quartieri, dalle scuole e dai sindacati, difendere la strada come l'unica fase di resistenza, traboccante e trascendente qualsiasi approccio "top-down" allo stesso tempo per andare al recupero delle nostre organizzazioni sindacali nelle mani dei traditori della classe,

ANARQUISTA FEDERATION OF ROSARY- MAY 2019

Link correlati: https://federacionanarquistaderosario.blogspot.com/

https://www.anarkismo.net/article/31427
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it