A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) alas barricadas: [Russia / Ucraina] Anatoly Dubovik: un'intervista con un anarchico ucraino (ca, en) [traduzione automatica]

Date Tue, 28 May 2019 09:47:24 +0300


Notizie ALB: Traduciamo l'intervista rilasciata da Avtonom.org a un militante ucraino. Le loro risposte sono molto diverse da ciò che è venuto dalla politica dell'Ucraina dai media di sinistra e ci offre una visione alternativa. Possiamo osservare il mare di contraddizioni che il movimento libertario ucraino sta attraversando, in modo simile a quello che potrebbe accadere ad altri paesi con un conflitto civile in corso. È anche degno di nota vedere come la questione nazionale influenzi gli approcci politici dei movimenti rivoluzionari di sinistra. ---- Avtonom . Anatoly Dubovik è uno dei fondatori e ideologi della RKAS che porta il nome di NI Makhno (Confederazione rivoluzionaria degli anarchici-sindacalisti). Questa organizzazione esisteva dal 1994 al 2014 ed era uno dei gruppi più importanti di socialisti anti-autoritari in Ucraina. Fino all'inizio degli anni '90, Anatoly Dubovik visse a Kazan e poi si trasferì in Ucraina. Le nostre domande si sono riferite agli eventi 2014-2019, che vanno dal Maidan alle ultime elezioni presidenziali[Nota dell'ALB: da quest'anno 2019].

- Cosa è cambiato in Ucraina dal Maidan? In breve, i principali cambiamenti (o la loro valutazione) in politica, economia, sfera sociale

- Il principale cambiamento nella vita socio-culturale e politica è l'uscita dalla Russia. Infine, spero, si sia rotto con la situazione semi-coloniale in Ucraina. Questo è probabilmente l'unico positivo degli ultimi cinque anni. Al contrario, tutti i cambiamenti sono stati in peggio. Prima di tutto, perché siamo in guerra. Il tenore di vita continua ad affondare, l'Ucraina è diventata il paese più povero d'Europa ... O secondo nell'elenco dei paesi poveri, dopo l'Albania.

Il principale cambiamento che ha colpito l'intera popolazione del paese è stato un forte aumento dei tassi di servizi pubblici. E anche un aumento dei prezzi di tutto il resto. In economia, l'anno scorso, c'è stata una tendenza curiosa. Le persone che andavano a lavorare in Russia ora si orientano verso la Polonia. Allo stesso tempo, nello stesso settore ucraino, almeno nel nostro Dnepr, c'era una richiesta di specialità lavorative: ci sono molti annunci che dicono "hai bisogno di personale ...". Tuttavia, i salari proposti (da 8 a 12-15000 grivna ) non sono particolarmente stimolanti.

Dal punto di vista delle piccole e medie imprese, c'è stato un miglioramento significativo, non nell'economia, no, ma nel clima economico, forse ... Nelle condizioni in cui si sviluppa l'azienda ... Per cinque anni, ci fu uno smantellamento piuttosto definitivo del vecchio sistema di controllo statale sulle imprese, che forniva protezione ed era un'anomalia. Il sistema fiscale è diventato più semplice e comprensibile. Il capitale stesso, come è normale, percepisce tutto questo come prima: "Non sarà abbastanza".

- Come valuta gli eventi in Ucraina nel 2013-2014? È una rivoluzione, una rivoluzione borghese, un colpo di stato o qualcos'altro?

- Rivoluzione democratica nazionale. Il che, in base alle caratteristiche delle caratteristiche "democrazia nazionale", deve affrontare le seguenti questioni: 1) rottura con lo stato semicoloniale (in realtà soddisfatte) e 2) garantire la democratizzazione della vita sociale e politica, vale a dire, distruggere il sistema "oligarchico" (monopolio del potere del grande capitale), per liberalizzare la sfera politica, sociale ed economica. L'ultimo compito non è stato davvero raggiunto, anche se ci sono stati alcuni cambiamenti (nell'economia, per esempio).

La ragione principale, probabilmente, è che le forze sociali che hanno condotto la rivoluzione di Maidan non avevano un programma chiaro e non hanno trovato la forza di lottare per la realizzazione dei propri slogan (che hanno sostituito il programma).

- Esiste ora una Confederazione rivoluzionaria dei sindacalisti anarchici?

- No.

- Qual è la posizione ufficiale (non ufficiale) di RKAS (membri di RKAS) all'ingresso della Crimea nella Federazione Russa?

- La posizione ufficiale non esiste, perché non esiste un RKAS. La mia posizione personale: l'annessione di una parte del territorio dell'Ucraina, commessa con metodi puramente militari con il forte sostegno della propaganda russa. Formalmente, l'annessione è stata effettuata con il pretesto di un "referendum". Questo concetto giuridico, quindi, è necessario valutarlo formalmente da un punto di vista legale. Allo stesso tempo, si scopre che il "referendum" è stato condotto contro la legislazione vigente in Ucraina e in Russia, cioè le conseguenze legali di questa azione sono di importanza trascurabile, e la "entrata della Crimea in Russia" risulta essere illegale

Dal punto di vista non formalmente legale, ma personale, sono consapevole che nel caso di una libera espressione - teoricamente possibile - della volontà della popolazione di Crimea (se fosse effettuata), la maggioranza avrebbe favorito l'unione Russia. Ma quello che è successo è che la maggior parte della popolazione della Crimea ha soddisfatto volentieri il ruolo degli extra nel film, progettato per legittimare l'annessione, e quindi, queste persone sono gli autori di tutti gli eventi negativi successivi in Ucraina e La Russia (e, di fatto, anche in Crimea). Uno degli autori, insieme al regime di Putin.

Non solo quello. Come è già stato detto molte volte e da molte persone, l'annessione della Crimea ha creato il precedente più pericoloso di una riprogettazione con la forza delle frontiere in Europa. Per la prima volta in molti decenni. Pericoloso, a proposito, per la Russia stessa e, molto peggio, per il mondo intero. Cioè, la folla di comparse di Crimea ci ha avvicinato ad una grande guerra con tutte le conseguenze che ne derivano.

- I media di propaganda di stato russi stanno diffondendo l'idea che i sabotaggi da parte di formazioni armate ucraine non ufficiali vengano effettuati nel territorio della Crimea. In generale, questo è riferito in relazione alle "azioni di successo delle forze dell'ordine[polizia e soldati]" per eliminare tali gruppi. In realtà, non ci sono discorsi sul territorio della Crimea. Questo è dovuto al fatto che le strutture del potere russo stanno mantenendo la Crimea "silenziosa" o queste affermazioni non sono realmente approvate dalla parte principale del popolo di Crimea?

- Qui due domande diverse sono mescolate. È quasi impossibile credere che siano stati fatti tentativi per inviare gruppi di sabotaggio ucraini nel territorio della Crimea. I militari hanno abbastanza problemi a Donbas, dove sta andando la guerra. Aprire un secondo fronte in Crimea dal punto di vista militare sarebbe inappropriato. Inoltre, non vi sono ancora prove convincenti delle azioni di tali gruppi in Crimea.

La clandestinità armata filo-ucraina ovviamente non esiste in Crimea. Non osserviamo attività di sabotaggio o terrorismo lì. È difficile giudicare le ragioni, ma molto probabilmente le persone non sono ancora state messe sotto pressione fino al punto di prendere le armi, anche in gruppi molto piccoli. Non ha senso parlare del fatto che il popolo della Crimea approvi, o che il popolo della Crimea non approvi. Non abbiamo tali informazioni. No. L'opinione pubblica ufficiale è felice per la sua gioia quando entra nella "madrepatria", ma quello che la maggioranza della popolazione pensa è davvero un mistero. A quel tempo, esattamente come i pensieri originali della maggior parte degli abitanti dell'URSS.

- Qual è la posizione ufficiale (o non ufficiale) degli RKAS (membri degli RKAS) in relazione al DPR e al LPR[acronimo della Repubblica popolare di Donestk e della Repubblica popolare di Luhansk]?

- Poiché non esiste un RKAS, non esiste un atteggiamento ufficiale di RKAS nei confronti di queste "repubbliche". La mia opinione personale, stranamente, coincide quasi completamente con la posizione ufficiale dell'Ucraina. Questi sono stati pseudo-fantoccio sotto un controllo leggermente mascherato della Russia. Le storie del licenziamento del capo del Plotnitsky LPR o delle nomine a posizioni chiave nel RPD di soldati con cittadinanza russa lo dimostrano nel modo più chiaro possibile.

L'introduzione del rublo russo come moneta ufficiale delle repubbliche e la distribuzione dei passaporti russi ha finalmente eliminato ogni possibile dubbio su chi sia diventato effettivamente il proprietario di una parte del territorio del Donbass ucraino.

- Esiste un confine tra il DPR e il LPR? Può essere facilmente superato dai comuni cittadini ucraini che, ad esempio, vivono a Kiev e hanno parenti nel NRL?

- Esiste un confine tra le "repubbliche". E ci sono i costumi. Per me non è una questione su come superare il "confine" tra Ucraina e D / LNR o il confine tra DNR e LNR.

- Cosa ne pensi del procedimento penale di Nadezhda Savchenko? Ha davvero preparato un colpo di stato o ha inventato un'accusa contro di lei?

- Non ho seguito in modo specifico gli eventi intorno a Savchenko dopo la sua liberazione dalla prigionia. Di conseguenza, non ho una sola opinione. A giudicare dalle sue dichiarazioni che ho trovato durante il periodo compreso tra il suo ritorno dalla Russia e il suo arresto in Ucraina, la permanenza in una prigione russa non era a suo favore e non gli importava. Si è comportato in modo tale che, se fosse stata fabbricata l'accusa di preparare un colpo di stato, non sarebbe difficile inventare una tale accusa.

- Quando P. Poroshenko era presidente[ex presidente dell'Ucraina], c'era qualche possibilità che il potere del presidente Poroshenko diventasse dittatoriale?

- La risposta a questa domanda è stata chiaramente dimostrata nel novembre-dicembre 2018 in relazione al tentativo di imporre la legge marziale (LM). Permettetemi di ricordarvi: Poroshenko aveva intenzione di imporre l'ML in tutto il territorio dell'Ucraina per due mesi. In questo caso particolare, le elezioni presidenziali nella primavera del 2019 sono state minacciate. Contrariamente alle intenzioni di Poroshenko, il governo ad interim è stato introdotto nelle aree di confine e solo per un mese. Alla fine di questo periodo, il LM è stato annullato. Qual era il significato di queste azioni? Nessuno sa di cosa stia parlando la stampa, per esempio. Vedo una singola spiegazione per loro: l'annuncio del governo provvisorio in una parte del paese e per brevissimo tempo è stato il risultato di mutue concessioni tra il presidente e il parlamento (oltre agli influenti concorrenti di Poroshenko nelle future elezioni). Poroshenko ha annunciato troppo forte la sua intenzione di presentare il governo ad interim e abbandonare completamente questo piano senza perdere la sua reputazione, ovviamente non poteva, e quindi ha fatto un patto. Di conseguenza, è ancora lontano dall'essere un dittatore.

- Il presidente Poroshenko era un presidente popolare? Quali gruppi sociali lo hanno sostenuto?

- Poroshenko era molto impopolare. Secondo i sondaggi di opinione, il livello del loro sostegno all'inizio del 2019 era del 5-7%. Non c'è nulla di strano in questo: qualsiasi politico che ha governato l'Ucraina nel maggio 2014 e ha governato il paese durante gli anni della guerra nel Donbas, l'umiliazione nazionale della Crimea, i problemi economici, ecc. eccetera Sarebbe impopolare in esso o in misura maggiore. Diventare presidente nel 2014 significava commettere un suicidio politico, perché sarebbe stato necessario prendere molte decisioni impopolari in una guerra e, di conseguenza, non lasciare alcuna possibilità di un secondo mandato o un'altra continuazione della sua carriera politica. Tuttavia, questo non gli ha fatto guadagnare il mio personale rispetto per Poroshenko, dal momento che, come presidente, in primo luogo,

Non ho incontrato i sostenitori di Poroshenko "dal vivo" e trovo difficile stabilire a quali gruppi sociali appartengono. Molto probabilmente, funzionari, militari, impiegati della SBU. Inoltre, una certa parte di coloro che sono disposti a continuare l'attuale guerra forte con la Russia. Tutti i principali concorrenti di Poroshenko, più o meno apertamente, a favore della riconciliazione, la ricerca di una soluzione pacifica ai conflitti nel Donbas e in Crimea, ecc. Pertanto, dal punto di vista di questi statisti e dei patrioti nazionali, Poroshenko non ha alternative.

- Cosa può cambiare in Ucraina dopo le recenti elezioni presidenziali, in cui ha vinto il candidato Vladimir Zelensky?

- Il programma di Zelensky, i dettagli di questo programma, non è ancora noto a nessuno. Sospetto che né lo stesso Zelensky lo sappia. Lui, come al solito, "per tutte le cose buone contro tutte le cose cattive". Non farei alcuna previsione da questo. Quindi aspetta e vedrai.

- I nazionalisti si sono saldamente affermati nella politica extraparlamentare dell'Ucraina di oggi. La sinistra ucraina si sta adeguando all'agenda nazionalista? Se sì, come?

- Ancora una volta, dirò che non capisco il significato della parola "sinistra": questo termine ha perso il suo significato almeno negli anni 1920. Per me è più che difficile sapere cosa potrebbe unire almeno nominalmente gli anarchici, socialdemocratici, trotzkisti, stalinisti e chi altro è compreso dalla "sinistra".

Gli stalinisti, che molto tempo fa sono diventati agenti del nazionalismo russo e dell'imperialismo russo, sono già scomparsi dalla vita parlamentare ed extraparlamentare dell'Ucraina come forza organizzata per diversi anni.

I settori socialisti e anarchici ucraini, che continuano, sfortunatamente, la loro esistenza appena percepibile come forza socio-politica, non sono così "adattati all'agenda nazionalista", ma cercano di realizzarsi come socialisti e anarchici dell'Ucraina. Se sfruttiamo le analogie storiche, dobbiamo andare insieme ai petliuristi contro la controrivoluzione e la reazione di Denikin. Dal momento che non c'è forza per creare il nostro RPAU (o l'Armata Rossa)[Nota di ALB: gli acronimi si riferiscono all'esercito ucraino Makhnovista; in breve, dice che le forze socialiste e anarchiche non hanno altra scelta che unirsi ai nazionalisti].

- C'è UAA ora (Partito dell'Unione degli Anarchici dell'Ucraina)? Qual è la tua attività?

- Esiste SAU. Occupa posizioni filo-russe, il che non gli impedisce di mantenere uno status legale. I loro leader negano il loro orientamento russo, sostenendo che sono antimilitaristi e oppositori del "ukrofashizma"[fascismo ucraino]. Ma, dato che la retorica del SAC ripete la propaganda russa, e tutte le critiche rivolte alla SAU sono dirette solo contro il "regime nazista", senza preoccuparsi affatto dei crimini dello stato russo e dei suoi agenti (per esempio, la L / DPR), dovrebbe essere considerata un'organizzazione pro-russa. L'attività della SAU dopo il 2014 consiste nel collocare materiale giornalistico e storico sui social network (il sito web della SAU non è stato aggiornato da molto tempo) e in eventi di strada molto rari, come i picchetti, su determinate azioni delle autorità di Odessa.

Inoltre ho notato il cambiamento nella retorica unico leader e ideologo della SAU, Vyacheslav Azarov: si fermò riferendosi alla "anarco-capitalismo", Rothbard e tutto ciò che, e ha aggiunto la terminologia della teoria della classe per il loro lessico, menzionando la borghesia , al proletariato, "siamo una classe lavoratrice" ecc. Probabilmente, su questa base, ho osservato amicizia tra Azarov e cittadino Damve Professore Vadim Valerievich emerse.

- Durante la mia ultima visita a Kiev, ho parlato con un tassista locale. Quando ha saputo che ero di Mosca, ha detto: "Questa è la tua guerra, non la nostra". Perché, nel 2014, non vi era alcuna singola forza politica che questa idea potrebbe chiaramente portare a politica ucraina e cambiare la messa a fuoco degli affari intergovernativi per classe sociale?

- In primo luogo, perché le domande sulle classi sociali non interessavano coloro che, logicamente, dovrebbero avere un atteggiamento globale nei confronti di questi problemi, cioè la classe lavoratrice. Dopo la proclamazione dell'indipendenza nel 1991, il proletariato dell'Ucraina molto raramente e con grande difficoltà ha trovato la forza di difendere gli interessi economici più chiari e immediati (come la sistematica mancanza di pagamento dei salari), tanto meno di discutere questioni sociale e di classe ... È ancora l'oggetto, non il soggetto della politica. La demoralizzazione del movimento socialista, causata dalla reazione bolscevica e dalla controrivoluzione "rossa" di Lenin-Trotsky-Stalin, si sente ancora quasi cento anni dopo, e nei paesi dell'ex Unione Sovietica non ci sono ancora tendenze opposte ...

- Nel 2014, gli anarchici ucraini non potevano davvero distinguersi e segnare la loro agenda nel Maidan. Quali conclusioni si dovrebbero trarre da questo non solo per gli anarchici ucraini, ma per tutti i comunisti non statali in generale?

- Sfortunatamente, per il sesto anno non posso formulare queste conclusioni da solo, almeno. L'essenza del problema, la mia comprensione dell'essenza del problema, è già stata espressa nella risposta alla domanda precedente. Se masastrabajadoras sono indifferenti ai loro problemi sociali e sistematicamente dimostrano la loro mancanza di preparazione a combattere per gli interessi immediati, allora esso non può essere il gruppo più attivo e ideologicamente preparati persone anarchici o anarchici.
Gli attivisti sociali non sostituiscono la classe.

- Pensi che la teoria dell'anarchismo debba essere aggiornata (non nella sua essenza, ma in alcuni momenti)?

- In generale - no. Il massimo che si può avere è presentare la teoria in un linguaggio più moderno, e non nella lingua del diciannovesimo secolo.

- Alcuni anarchici ucraini hanno partecipato all'ATO[esercito ucraino]? Cosa ne pensi di questo?

- Non sono a conoscenza di tali fatti. Dei socialisti, che si sono offerti volontari per la guerra, li conosco. Sostengo le tue azioni. Le ragioni di questo sostegno sono già state citate: l'intervento della controrivoluzione ortodossa russa della Guardia bianca russa deve essere respinto e distrutto. Se non c'è RPAU, è necessario sostenere i petlisti contro i denikiniani.

- La partecipazione degli anarchici alle forze armate del DPR e del PDN è nota? Cosa ne pensi di questo?

- Sembra che ci fossero singoli anarchici che hanno combattuto nelle truppe dell'esercito di Donestk. Alla luce di quanto è già stato detto, non posso avere nulla in comune con loro, non capisco la loro posizione.

- Secondo lei, la struttura sociale della società ucraina è cambiata dopo il 2014?

- Non troppo Tutto quello che posso dire è che il numero di impiegati temporanei continua a crescere, il numero di poveri continua ad aumentare. Ma né questi cambiamenti hanno portato a cambiamenti strutturali nella società, la quantità non è diventata qualità ...

- Qualche tempo fa dovevo essere a Kiev. Ho sentito che dal 2011 (quando ero lì prima) l'atmosfera della città è cambiata molto. Non c'era relax come prima, c'era una certa tensione nei volti della gente. Quando scomparirà la tensione nella società ucraina? Quali potrebbero essere le ricette per uscire dallo stress in termini di un'idea anarchica?

- La tensione nella società comincerà a scomparire quando la sua fonte immediata scomparirà. Per oggi la fonte: la guerra.

Domande: DS

Illustrazione: Kazan, inverno 1990-1991, picchetto per la diffusione della stampa anarchica. Nella foto - Anatoly Dubovik.

Link correlati / Fonte:
https://avtonom.org/freenews/anatoliy-dubovik-intervyu-s-ukrainskim-anarhistom

http://alasbarricadas.org/noticias/node/41666
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it