A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #293 - Antipatriarcat, Bordeaux: un marchio femminista ? Tre poliziotti sul retro ! (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Wed, 17 Apr 2019 09:04:43 +0300


L'8 marzo a Bordeaux si è tenuta una marcia non mista su invito del Collettivo Gironde dell'8 marzo. Questa manifestazione pacifica per la Giornata dei diritti delle donne è stata repressa da numerosi arresti e violenze della polizia. ---- Elles étaient un peu plus de 800 manifestantes dès le rendez-vous donné sur la place de la Victoire. Soit un peu plus de 600 personnes de plus que lors des précédents évènements. Cette manifestation festive dénonçait les violences sexistes et sexuelles tout en cheminant vers le quartier Saint-Michel, le cours Victor-Hugo en passant par la Grosse-Cloche, Camille-Jullian etc. Déjà des hommes venaient expliquer aux femmes ce qu'était le «vrai féminisme» ou les insultaient car pour eux, ce 8 mars, il était difficile de se déplacer dans les rues en raison de la présence du cortège. C'est pourtant la réalité de ce que vivent les femmes chaque jour, contraintes de faire des détours, de se pousser. L'une d'elle nous explique d'ailleurs qu'avant que les violences policières ne commencent, c'était la première fois depuis deux ans qu'elle se sentait en sécurité dans les rues d'une ville la nuit.

Dans un premier temps, la faible présence policière a rapidement été contrastée par la présence de chiens qui selon certaines manifestantes avaient pour but de les intimider. La manifestation était pacifique et joyeuse lorsque vers 21h45, en queue de cortège, une manifestante qui s'apprêtait à taguer a été violemment extraite par trois policiers qui l'ont étranglée et traînée sur plusieurs mètres. Sans sommation ni raison, un policier a lancé une grenade de désencerclement qui a blessé deux manifestantes, l'une d'entre elle a du être emmenée à l'hôpital tandis que d'autres ont perdu l'ouïe pendant plusieurs heures. Les policiers ont jeté la femme interpellée dans le camion de police à coups de pieds pendant que d'autres faisaient usage de lacrymos ou tenaient en joue les manifestantes avec leurs LBD.

Dopo che la marcia ha ripreso il suo viaggio festivo, i manifestanti sono andati a chiedere la liberazione del detenuto che è stato rilasciato. La polizia ha seguito la processione impedendo la sua dispersione pianificata sul " Parvis des droits des femmes " che è stato bloccato da un muro di polizia elmetto, equipaggiato con scudi e cani. Ciò ha costretto i manifestanti a disperdersi ulteriormente.

La polizia ha poi seguito almeno un piccolo gruppo di donne che tornavano a casa. Per questo gruppo sono state mobilitate quattro auto e otto poliziotti in borghese, armati di LBD e accompagnati da malinois. Senza alcuna ragione, tre persone sono state violentemente arrestate arbitrariamente a mezzanotte di fronte al Musée d'Aquitaine. Uno di loro è stato fermato da due poliziotti e un cane e un altro è stato schiaffeggiato. Le poche persone che hanno lasciato la manifestazione e hanno cercato di sostenere i detenuti sono stati insultati e maltrattati soprattutto quando i cani eccitati dalla polizia sono stati inviati per contattarli. Le tre donne arrestate sono state portate alla stazione di polizia da dove sono partiti il giorno successivo alle 19h.

L'8 marzo a Bordeaux, le donne hanno dimostrato il diritto di muoversi liberamente per le strade, giorno e notte, contro le molestie, le aggressioni sessiste e sessuali. La polizia per lo stato di diritto, così cara a questo governo, ha, come al solito, risposto con la forza. La repressione della marcia non mista dell'8 marzo mostra che la violenza della polizia è ora sistemica.

Il simbolo è forte, le donne sono state picchiate, umiliate, arrestate dagli uomini al servizio dello stato perché hanno tentato di reclamare lo spazio pubblico. Di fronte a questi tentativi di intimidazione, i manifestanti hanno continuato la marcia notturna, pur restando solidali con la polizia.

Questa marcia non mista sulla Giornata internazionale dei diritti della donna ci ricorda che non possiamo permettere a questo governo e ai suoi burattini di sfruttare le lotte delle donne. Proprio come dobbiamo combattere contro la strumentalizzazione delle lotte LGBTQI + e antirazziste. Non commettere errori, la violenza del capitalismo macroniano è al culmine di quella delle sue forze dell'ordine. Questo capitalismo che soprattutto le donne precarie rimane fisso nei suoi riflessi patriarcali. È per queste ragioni che la riappropriazione della strada deve essere fatta da donne per le donne. Sosteniamo la denuncia presentata dalla vittima di questa violenza della polizia con l'aiuto di CLAP33, Pianificazione familiare 33 e Gironda collettiva dell'8 marzo. Condanniamo questa violenza patriarcale e chiediamo l'abbandono di tutte le azioni penali.

AL Gironde

http://www.alternativelibertaire.org/?Bordeaux-Un-tag-feministe-Trois-flics-sur-le-dos
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it