A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #292 - Confederazione contadina: contro illusioni tecnologiche ... e antispecie (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 23 Mar 2019 09:39:07 +0200


Dopo le elezioni professionali, la Confédération Paysanne tiene una conferenza il 17 e il 18 aprile a Tours. L'agricoltura contadina che difende è intrappolata tra due fuochi: da una parte una pressione verso l'industrializzazione ; dall'altra un movimento ambientalista / vegano che vuole eliminare un'intera sezione dell'agricoltura. Il sindacato troverà le risposte giuste per difendere una professione che ha ancora senso ? ---- Le elezioni alle camere dell'agricoltura, chiuse il 31 gennaio, hanno rivelato un leggero aumento della Confederazione contadina in un gran numero di dipartimenti. Ha perso la gestione di due camere - di cui una in cogestione con il coordinamento rurale - e ne ha vinte altre due: Mayotte e Loire-Atlantique. L'operazione è stata generalmente positiva poiché il sindacato ha messo fine a una costante caduta dei suoi risultati.

Per il resto, è lo status quo nell'equilibrio del potere all'interno dell'Unione sindacale (vedi riquadro). Questa situazione fa domande. Molti settori soffrono di deregolamentazione e altri accordi di libero scambio. Le piccole e medie aziende agricole non sono difese a livello nazionale da una FNSEA i cui piccoli accordi tra amici e lotte di potere sono sistematici.

Elezioni alle Camere dell'Agricoltura: il Conf 'è mantenuto

Operatori agricoli universitari 2013 2019
partecipazione 54,3% 46,4%
FNSEA, JA e parenti (diritto produttivista) 55.57% 55.18%
Coordinamento rurale (diritto conservatore) 21.12% 20.66%
Confederazione agricola (a sinistra,
per " agricoltura contadina ") e relativa 19.74% 20.04%
Modef (vicino a PCF) 2,04% 1,9%
vario 1,53% 2,22%
Fonte: Terre-net.fr

La cortina fumogena che la FNSEA è stata in grado di costruire tra i suoi negoziati ministeriali e il terreno è ancora molto fitta. Purtroppo il Conf non è riuscito a dissiparlo con i contadini ben " controllati " dall'unione maggioritaria, che ha la stretta su tutti gli organismi che toccano l'agricoltura: sicurezza sociale, assicurazione, banca, cooperative, camere l'agricoltura ...

Questa struttura mantiene uno sfondo ideologico comune che potrebbe essere riassunto in un corporativismo tecnico. Fondamentalmente: facciamo tutti parte della stessa famiglia con gli stessi interessi ; l'unità è un valore sacro, anche se alcune persone ne mangiano altre. Questo è accompagnato da una visione tecnica ed economica che ha la precedenza su tutto. Il progresso tecnico cancella la posta politica attorno al modello agricolo.

Una delle conclusioni di queste elezioni è che il discorso del Conf 'è difficile da penetrare nella popolazione agricola impastata da questa cultura corporativista. Questa è una domanda difficile, essenziale per scavare.

Società urbana e contadini
Le sfide del cambiamento climatico, agroindustria risponde con un fuga in avanti tecnologica: drone per monitorare le colture, trattore senza conducente, la nanotecnologia ... Se ascoltiamo, questo è un futuro senza agricoltori o contadini che disegna . Produci senza produttori !

In risposta, Conf è provato: per la tecnologia nel nostro interesse, l'autonomia in azienda, mantenendo agricoltura familiare ... Negli ultimi anni, l'orientamento di una lotta contro il modello industriale ha affermato. Anche se può essere ancora discussioni sul tema internamente, l'opposizione ai progetti grottesche come la " azienda agricola di 1000 mucche " è ampiamente unificante. Dobbiamo intensificare questa lotta e formare più contadini.

La Confederazione contadina ha avuto la forza, nella sua lotta, di trovare alleati nella società civile e in molti movimenti cittadini. Ma ultimamente, il pericolo arriva anche da questa parte. Organizzazioni ambientaliste o vegane effettuano un'offensiva con una comunicazione che denuncia l'allevamento industriale, ma per screditare qualsiasi forma di allevamento. È una vera impresa di ricostruire una visione di un'agricoltura senza suolo, senza allevare animali e valorizzare la bistecca in-vitro.

Confédération paysanne in mobilitazione a Vigneux-de-Bretagne contro l'aeroporto Notre-Dame-des-Landes, 16 ottobre 2018
La Conf ha delineato le risposte che mettono la produzione agricola in una dinamica equilibrata con il suo ambiente. È il punto di vista del contadino che deve essere spiegato in una società molto urbana, che non ha più molto contatto con la sua agricoltura. Questo problema è destinato a crescere negli anni a venire.

Promuovere l'azione sindacale
Quali sono le sfide per questo congresso a Tours ? I temi della lotta non mancano in agricoltura. Dobbiamo sviluppare un'unione efficace in cui tutti possano incontrarsi. Questo è un argomento centrale per il congresso.

Molte strutture dipartimentali sono fragili o inesistenti, ma molte si sono riattivate per le elezioni alle camere dell'agricoltura. Per non lasciare che la motivazione scivoli di nuovo nelle nostre reti, abbiamo bisogno di un'animazione nazionale più efficace per condividere meglio le azioni e le esperienze. Le operazioni attuali pongono troppa enfasi su una relazione diretta tra la nazione e i dipartimenti ; incoraggiare scambi trasversali e aiuto reciproco tra i dipartimenti è essenziale.

Da questo punto di vista, il livello regionale, troppo spesso trascurato, dovrebbe essere reinvestito. Soprattutto da quando la posta in gioco si sta rafforzando a livello regionale - prerogativa agricola delle regioni, gestione di una parte della politica agricola comune ... Dobbiamo smettere di temere che le baronie regionali saranno create di fronte al livello nazionale. I dipartimenti hanno già la loro autonomia politica. Lavorando sull'orizzontalità degli scambi, degli incontri e delle esperienze all'interno della nostra unione, faremo sì che i contadini vogliano appropriarsi di questo strumento e renderlo il loro strumento di lotta. La Confederazione contadina non deve essere nient'altro, nient'altro che uno strumento al servizio della causa contadina !

Georges Claas (AL Var)

http://www.alternativelibertaire.org/?Confederation-paysanne-Contre-les-illusions-technologistes-et-antispecistes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it