A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #292 - Assicurazione contro la disoccupazione: un decreto vizioso come un desiderio (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Fri, 22 Mar 2019 08:45:41 +0200


Un ordine emesso il 30 dicembre 2018 rafforza le sanzioni per i disoccupati. È una vera criminalizzazione della disoccupazione che il governo inscrive nella legge. ---- Il 5 settembre, la legge " per la libertà di scegliere il proprio futuro professionale " ha consolidato la supervisione dello Stato su Unedic e ha annunciato un rafforzamento delle sanzioni nei confronti dei dipendenti privi di lavoro. Abbiamo solo aspettato i decreti di applicazione che cadevano alla fine di dicembre come regali di Natale ... Tra questi decreti, troviamo il " n ° 2018-1335 del 28 dicembre 2018 relativo ai diritti e agli obblighi dei richiedenti di occupazione ", pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 30 dicembre. Questo decreto è una vera criminalizzazione dei disoccupati. Standardizza e generalizza una serie di sanzioni in caso di " guasti " Candidato in cerca di lavoro: in caso di assenza da un appuntamento, un vantaggio o una formazione, in caso di rifiuto di due offerte ragionevoli di lavoro, e in caso di ricerca di lavoro insufficiente, il il richiedente viene cancellato un mese la prima volta, due mesi il secondo e quattro mesi il terzo.

Il decreto di vergogna
E quando parliamo della criminalizzazione dei disoccupati, con queste nuove procedure, troviamo tutta la terminologia di un trattamento giudiziario: sanzioni sul campo, uno scaglionamento delle pene in caso di recidiva e un periodo di prova di due anni a partire da prima sanzione. Un altro punto importante: in precedenza, in caso di cancellazione, le indennità di un disoccupato venivano tenute e riassegnate alla sua reiscrizione. Il decreto li cancella definitivamente (tranne che per la prima violazione di un appuntamento): è la doppia pena !

Il decreto modifica anche i termini e le condizioni di attuazione della " ragionevole offerta di lavoro ", tali offerte sono ritenute ragionevoli in base al proprio profilo e comportano una sanzione se si rifiutano due. Il testo rimuove la considerazione dello stipendio precedentemente ricevuto e lo sostituisce con lo stipendio medio del mercato locale. Ciò significa che un candidato non può più rifiutare un lavoro a pagamento inferiore ! Il decreto rimuove anche i limiti legali per le distanze e i tempi di viaggio precedentemente fissati a 30 chilometri o un'ora di viaggio massimo a casa ! Se aggiungiamo a ciò i nuovi orientamenti di Pôle emploi che possono indirizzare un candidato a un lavoro non più in base al suo lavoro ma alle sue capacità, possiamo arrivare rapidamente a una situazione in cui qualsiasi lavoro può essere adatto a qualsiasi richiedente. Questa " offerta ragionevole " non era mai stata realmente implementata prima, considerata troppo coercitiva dallo staff di Pôle emploi. Ma d'ora in poi, con i potenti algoritmi che stanno gradualmente sostituendo gli agenti, è probabile che le sanzioni si sviluppino in maniera massiccia.

Questo decreto è semplicemente vergognoso. La gestione della disoccupazione da parte del governo è sempre più brutale. Diverse associazioni e sindacati hanno già avviato procedimenti giudiziari contro il decreto. Scommettiamo che le mobilitazioni in corso consentono di essere abrogato.

Franz Müller (amico AL)

http://www.alternativelibertaire.org/?Assurance-chomage-Un-decret-scelerat-en-guise-de-voeux
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it