A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) Federazione Anarchica Italiana - Otto marzo: sosteniamo lo sciopero generale femminista

Date Fri, 8 Mar 2019 09:23:46 +0200


Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana ---- Federazione Anarchica Livornese Via degli Asili 33 57126 Livorno cdc@federazioneanarchica.org Otto marzo: sosteniamo lo sciopero generale femminista ---- La Federazione Anarchica Italiana sostiene lo sciopero generale femminista che caratterizzerà l'otto marzo in molti paesi del mondo. ---- Lontano da ogni ritualità e fuori da ogni logica meramente testimoniale lo sciopero è un necessario momento di rottura per rinforzare e mettere in luce la lotta contro tutte le discriminazioni, contro tutte le forme di dominio che vorrebbero assoggettare le nostre vite e i nostri corpi. ---- Oggi più che mai le forze reazionarie si accaniscono contro chi rivendica libertà e autodeterminazione attraverso iniziative e misure politiche all'insegna del sessismo e familismo,
esplicitazioni di una cultura patriarcale radicata e costantemente rinnovata dal suo essere anche funzionale alle logiche dello sfruttamento.

Differenze salariali a parità di mansione, disoccupazione, sottoccupazione, precarietà, tagli della
spesa sociale. La guerra sociale attacca fortemente le donne riducendo la loro autonomia economica
ed esaltando il ruolo della famiglia come luogo obbligato di convergenza del reddito di
sopravvivenza. Una famiglia che si regge sul consolidamento dei ruoli tradizionali, sulla morale
sessista, sulla gerarchia, sulla subordinazione delle donne. Una famiglia che, le cronache e le
statistiche ce ne offrono impietosa testimonianza, è il primo luogo di violenza. E' questa la famiglia
tradizionale che tanto sta a cuore ai preti, ai fascisti e a tutti coloro che vogliono imporre, oltre che
povertà, anche controllo totale delle vite e delle scelte.

La famiglia è la fortezza intorno alla quale si pretende di ri-fondare un ordine politico e sociale
gerarchico ed escludente. A sinistra come a destra, da chi la vorrebbe estesa alle coppie omosessuali
a chi la vuole modellata sulla "sacra" famiglia. Un'istituzione che è garanzia di stabilità per i
governi.

Il sessismo familista è il denominatore comune di tante misure e di tanti interventi intrapresi da
questo governo: dal reddito di cittadinanza pensato, fra le altre cose, su base familiare, alle famiglie
rurali incentivate dalla legge di bilancio; dalla revisione del congedo di maternità, al disegno di
legge Pillon per contrastare il divorzio; dal disinvestimento sui centri antiviolenza alla chiusura dei
consultori, all'attacco all'aborto.

Misure e processi che in larga parte i governi precedenti hanno anticipato e avviato e che ora, con il
governo attuale, si stanno esplicitando in termini particolarmente reazionari e repressivi. Ora più
che mai occorre sviluppare un dibattito lucido e attento che affronti i nodi della questione e
individui, oltre alle articolazioni di oppressione e le strategie che ne rendano possibile il
superamento, anche le contraddizioni che la cultura patriarcale può alimentare nella sfera delle
nostre relazioni.

Oggi più che mai è necessario sostenere le lotte e a le esperienze autogestite che vogliono
contrastare le politiche sessiste ed affermare le pratiche di libertà.
Per queste ragioni, come anarchiche e anarchici, saremo presenti nelle piazze dell'otto marzo.

Gruppo di lavoro 8 marzo della Federazione Anarchica Italiana

28 febbraio 2019
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it