A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #291 - Punto di vista, Il reddito di base, il pane della rivoluzione ? (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Wed, 27 Feb 2019 08:34:38 +0200


Il denaro è il coraggio della guerra, ma anche il pane della rivoluzione ! L'idea di un reddito di base associato all'estensione del campo della libera istruzione consente di creare le condizioni per una società più unita, liberata dal peso dei padroni. Questo testo è stato presentato al Forum internazionale sull'educazione gratuita organizzato a Lione il 5 gennaio 2019 dall'Osservatorio internazionale della libertà. ---- Così spesso la fame conduce i popoli alla rivoluzione, la paura di ciò ci immobilizza anche. Garantendo a tutti i mezzi per vivere con dignità, il reddito di base può dare sicurezza e aiutare ad avviare un cambio di paradigma verso una società libertaria. ---- Un reddito di base, come difeso da Baptise Mylondo, che consente di vivere al di fuori del lavoro, è uno strumento, non solo per combattere la povertà ma anche per l'emancipazione dei popoli.

Questo ci permetterebbe di fare scelte di vita reali, ma anche di partecipare meglio a azioni sociali, politiche, culturali e collettive che lavorano per lo sviluppo dei beni comuni. Abbassare la pressione finanziaria capitalista sugli individui significa dare tempo !

Sia le preoccupazioni finanziarie che la fame hanno un impatto negativo sul nostro giudizio. La soppressione di questi pensieri parassiti libera il tempo di riflessione necessario per il dibattito sociale e politico, rendendo così possibile mettere in discussione la società in cui viviamo e immaginarne uno nuovo.

Inoltre, liberati dall'obbligo di vendere la nostra forza lavoro quanti di noi continueranno ad accettare lavori alienanti e dannosi ? Non preferiremo investire in attività più socialmente utili ma con poco o nessun rendimento: sostegno familiare, attività sociali, culturali e ambientali, ecc.? ? William Morris ci ha detto, giustamente, che qualsiasi lavoro che non può essere fatto in buone condizioni e non è soddisfacente per il lavoratore non merita di essere fatto.

Verso una società più socialmente inclusiva
Inoltre, il reddito di base (associato a un reddito massimo autorizzato, proposto da Baptiste Mylondo), ridistribuendo la ricchezza, ridistribuisce anche il potere. Così gli impiegati trovano una forza negoziale, lo sciopero diventa più facile con un reddito garantito. Dare a tutti un reddito incondizionato è anche una prova di fiducia che consente a tutti di prendere il loro posto nella società.

Inoltre, se non dovessimo correre dietro al minimo euro per vivere, probabilmente saremmo più generosi, accettando quindi di dare piuttosto che vendere determinati prodotti e servizi, contribuendo così allo sviluppo di un'economia del regalo. e condivisione su scala più ampia, un segno dell'avvento di una società più inclusiva.

Per muoversi più rapidamente verso una società di donazione e abbondanza, il reddito di base può assumere la forma (almeno in parte) di un'estensione del libero accesso: accesso all'edilizia, energia, acqua , trasporto, cura, educazione, cultura, ecc. come suggerito dagli attivisti della dotazione incondizionata di autonomia (DIA) e Paul Ariès nel suo ultimo libro.

La garanzia di un reddito incondizionato, qualunque sia la sua forma: estensione dell'assegnazione gratuita o finanziaria, è uno strumento basato sulla solidarietà per la ridistribuzione della ricchezza nella lotta contro la povertà e per l'emancipazione di tutti.

Primo possibile passo verso una società comunista libertaria !

Lydie (AL Lyon)

http://www.alternativelibertaire.org/?Le-revenu-de-base-pain-de-la-revolution
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it