A - I n f o s

A-Infos un servizio di informazione multilingue da per e su gli/le anarchici **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Agli archivi di A-Infos

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
Le prime righe degli ultimi 10 messaggi:
Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe


Le prime righe degli ultimi 10 messaggi
Prime righe dei messaggi in tutte le lingue nelle ultime 24 ore
Links to indexes of First few lines of all posts of last 30 days | of 2002 | of 2003
| of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019
Iscriversi a A-Infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL - Chiamata unitaria, I ferrovieri maliani stanno morendo: non lasciarlo andare ! (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 25 Feb 2019 09:38:47 +0200


Dal 18 dicembre, quasi due mesi fa, dozzine di ferrovieri malesi hanno lanciato un'azione di sciopero della fame. Perché mettono le loro vite in pericolo ? Perché molti di loro sono morti ? Perché sono stati privati dello stipendio dallo Stato maliano per quasi un anno ! ---- Dall'inizio di questo movimento, 6 scioperanti sono morti: Moussa Sissoko, conducente di un taxi per Kita ; Siaka Sidibe, macchinista di Toukouto ; Seydou Sidibe, lo switchman di Kayes ; Sekouba Bagayoko, capo sezione di Bamako ; Mariam Doumbia, operatore sanitario a Bamako ; Mohamady Sissoko, di Kita. Anche i neonati e le mogli dei ferrovieri sono morti per mancanza di cure perché i ferrovieri non hanno un soldo.Diverse famiglie sono state sfrattate dalle loro case: non potevano pagare l'affitto a causa della mancanza di reddito per mesi. Altri operai ferroviari in sciopero della fame sono ricoverati in gravi condizioni: Bagayoko Souleymane Souleymane Traore Monson, Sekou Keita, Keita Bolidiandian Mathurin Keita Niare Sekouba Abdoulaye Diarra, Bassirou Diakite ...

Il 23 gennaio, lo stato pagato con bonifico bancario 2 mesi di stipendio. Questi hanno assorbito tutto, considerando i " debiti " accumulati dai nostri compagni. Ieri è stato promesso il pagamento di altri 3 mesi per giovedì 21 febbraio. È uno stipendio di 11 mesi che lo stato deve ai ferrovieri !

In Mali e in Senegal, la privatizzazione della ferrovia è stata un disastro. Come in molte altre parti del mondo, sindacati, associazioni e politici avevano avvertito delle conseguenze a venire. Il governo non ha tenuto conto di questo, e diversi ferrovieri sono stati repressi per aver detto la verità. La privatizzazione è stata dannosa per l'intera popolazione: l'abbandono della linea Dakar / Bamako ha avuto conseguenze drammatiche per tutti i villaggi poi abbandonati. I lavoratori delle ferrovie, che venivano consegnati ai compratori desiderosi di fare soldi sulle loro spalle, pagavano anche un prezzo pesante per le scelte politiche che si erano opposte.

Il record è stato così abissale che i governi del Senegal e del Mali, che hanno deciso di privatizzazione, hanno terminato l'accordo con Advens nel 2015. Ci sono stati 22 locomotive, nel 2003, nel 2015 c'è rimasto solo 3. Tutte le infrastrutture ha subito un enorme deficit di manutenzione ; non parliamo nemmeno di rinnovamento e ammodernamento !

Dal 2015 rimangono molti problemi. Un impegno è stato fatto dai ministri dei trasporti dei due paesi, il 7 dicembre 2015: " Gli Stati Mali e Senegal hanno informato che siano prese tutte le misure necessarie per garantire la continuità delle attività sulla linea ferroviaria Dakar-Bamako. Allo stesso modo, sono state adottate misure adeguate per preservare il posto di lavoro dei lavoratori e pagare i salari regolari durante tutta la fase di transizione. " Se questo accade correttamente sul lato senegalese, il fatto non è la stessa in Mali. Sono passati undici mesi da quando i ferrovieri maliani non sono stati pagati !Nonostante i ripetuti interventi del sindacato SYTRAIL / UNTM, il governo non ha preso alcun impegno. Dal 18 dicembre, dozzine di loro hanno iniziato uno sciopero della fame.

Le organizzazioni firmatarie sostengono i ferrovieri maliani, che stanno solo rivendicando i loro salari non retribuiti per undici mesi, e per questo hanno messo le loro vite in pericolo ! Onoriamo coloro che sono morti, offriamo le nostre condoglianze ai loro cari e salutiamo il coraggio di tutti.

Deve fermare questa tragedia ! Lo Stato maliano deve pagare gli stipendi dovuti senza indugio. Anche il pieno recupero del traffico ferroviario sulla linea Dakar / Bamako è una necessità !

Organizzazioni firmatarie dal 19 febbraio 2019: Alternative Libertaire ; Rete sindacale internazionale di solidarietà e lotte ; Rail Without Border Network ; Union syndicale Solidaires ; Federazione sindacale SUD-Rail ; CEDETIM-IPAM ; Solidarietà Europa senza frontiere ; No-Vox ; Lasciare il colonialismo ; Ecologia sociale ; Partito comunista dei lavoratori di Francia ; Nuovo partito anti-capitalista.

http://www.alternativelibertaire.org/?Les-cheminots-maliens-meurent-Ne-laissons-pas-faire
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it